Sinfonia n.6 - CD Audio di Anton Bruckner

Sinfonia n.6

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Anton Bruckner
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Linn/Outhere
Data di pubblicazione: 22 marzo 2019
  • EAN: 0691062062022
Dopo essere stato osannato dalla critica per le sue recenti registrazioni del repertorio francese, il direttore d’orchestra Robin Ticciati si rivolge ora verso Anton Bruckner, un compositore cui l’approccio di Ticciati, “espansivo e rivelatore” (The Guardian), si addice perfettamente. Dopo aver già interpretato questa sinfonia con l’Orchestra Filarmonica di Bergen e l’Orchestra Sinfonica di Vienna, Ticciati è tornato a Berlino per proseguire la sua serie di registrazioni con la Deutsches Symphonie-Orchester. Nella sua Sesta Sinfonia, Bruckner esplora nuovi territori: le sue armonie sinuose, i suoi ritmi complessi e la sua strumentazione immaginativa s’incontrano in ambienti contrastanti e con un tema che evolve piacevolmente dall’oscurità verso la luce. Talvolta messa in ombra dalle più celebri Quinta e Settima Sinfonia, la Sesta presenta tuttavia numerosi passaggi assolutamente straordinari, tra cui lo straordinario Scherzo. Si tratta anche della prima opera che il compositore, molto insicuro di sé, non revisionerà. Ticciati descrive questa sinfonia come “selvaggia, audace e rischiosa”: corrisponde quindi perfettamente alla personalità di questo direttore accattivante e carismatico.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Anton Bruckner Cover

    Compositore e organista austriaco.La vita e l'opera. Di origine contadina, fu avviato dal padre, che gli impartì anche le prime lezioni di musica, all'insegnamento nelle scuole elementari. Dopo aver terminato gli studi nell'abbazia collegiale di Sankt Florian (nei pressi di Ansfelden), dove ebbe anche lezioni di musica (organo, pianoforte e composizione), nel 1841 fu assunto come maestro elementare nelle scuole di Windhaag e poi di Kronstorf. Temperamento timido e indifeso (fu spesso paragonato a Schubert), B. intensificò in solitudine i suoi studi musicali: soprattutto dell'organo e del contrappunto, che portò avanti da autodidatta. Nel 1848 venne assunto come organista nell'abbazia di Sankt Florian, dove maturò la propria esperienza interiore: il culto cattolico della musica e lo spirito... Approfondisci
Note legali