Sinfonia n.9 - SuperAudio CD ibrido di Anton Bruckner,Marek Janowski,Orchestre de la Suisse Romande

Sinfonia n.9

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Anton Bruckner
Direttore: Marek Janowski
Supporto: SuperAudio CD ibrido
Numero supporti: 1
Etichetta: Pentatone
Data di pubblicazione: 1 febbraio 2008
  • EAN: 0827949003066

€ 21,90

Punti Premium: 22

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Questo disco rappresenta il primo volume dell’integrale delle sinfonie di Anton Bruckner che la Pentatone realizzerà con la mitica Orchestre de la Suisse Romande. Come si può facilmente capire, si tratta di un monumentale progetto, che per essere portato a termine richiederà diversi anni di duro lavoro. Questa splendida incisione – che ha visto assoluto protagonista un ispiratissimo Marek Janowski – è stata effettuata nella straordinaria acustica della Victoria Hall di Ginevra, i cui recenti lavori di restauro non l’avevano resa disponibile per la prima registrazione della Pentatone con questa orchestra (opere sinfoniche di Franck e Chausson; PTC 5186078), realizzata presso il Dinemec Studio di Gand. Un progetto di altissimo profilo artistico, da non farsi assolutamente sfuggire!

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Anton Bruckner Cover

    Compositore e organista austriaco.La vita e l'opera. Di origine contadina, fu avviato dal padre, che gli impartì anche le prime lezioni di musica, all'insegnamento nelle scuole elementari. Dopo aver terminato gli studi nell'abbazia collegiale di Sankt Florian (nei pressi di Ansfelden), dove ebbe anche lezioni di musica (organo, pianoforte e composizione), nel 1841 fu assunto come maestro elementare nelle scuole di Windhaag e poi di Kronstorf. Temperamento timido e indifeso (fu spesso paragonato a Schubert), B. intensificò in solitudine i suoi studi musicali: soprattutto dell'organo e del contrappunto, che portò avanti da autodidatta. Nel 1848 venne assunto come organista nell'abbazia di Sankt Florian, dove maturò la propria esperienza interiore: il culto cattolico della musica e lo spirito... Approfondisci
Note legali