Sings Billie Holiday Classics (180 gr.) - Vinile LP di Carmen McRae

Sings Billie Holiday Classics (180 gr.)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Carmen McRae
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Pure Pleasure
Data di pubblicazione: 1 maggio 2018
  • EAN: 5060149622667
Salvato in 1 lista dei desideri
Them There Eyes; Yesterdays; I’m Gonna Lock My Heart; Strange Fruit; Miss Brown To You; My Man; I Cried For You; Lover Man; Trav’lin’ Light; Some Other Spring; What A Little Moonlight Can Do; God Bless The Child
LP DA 180 GRAMMI RIMASTERIZZATO DA RAY STAFF PRESSO L’AIR MASTERING DI LYNDHURST HALL, LONDRA
In questo straordinario LP Carmen McRae rende omaggio alla sua amica e idolo Billie Holiday. Facendo leva sul suo fascinoso timbro contraltile, su una estensione fuori dal comune e da una straordinaria capacità di cambiare da un attimo all’altro atmosfera, Carmen McRae era in grado di variare le caratteristiche della sua voce, talvolta adottando un timbro volutamente grezzo, per poi passare repentinamente a toni più dolci e romantici, adattandosi sempre alla perfezione alle sonorità degli strumenti che la accompagnavano. Sotto l’aspetto dei tempi, la McRae passava con estrema nonchalance dai toni lenti e drammatici a vivaci spunti jazzistici e a momenti di delicatissimo intimismo amoroso. In ogni caso, la McRae e i componenti delle band che la accompagnavano erano sempre in perfetta armonia, sia quando interpretavano un testo sia quando si trovavano a dovere improvvisare su una melodia. Ogni brano registrato dalla McRae è un vero e proprio gioiello. Nel brano che apre questo disco, “Them There Eyes”, la McRae inizia cantando off-rhythm con il solo accompagnamento del contrabbasso di Bob Cranshaw e della batteria di Walter Perkins, prima dell’ingresso del sax tenore di Eddie “Lockjaw” Davis. “I’m Gonna Lock My Heart” è il brano più felice, con la McRae che ha in serbo per gli appassionati alcune straordinarie sorprese nel registro più acuto. In “Miss Brown to You” la McRae swinga con uno stile morbido e irresistibilmente fascinoso e in “I Cried for You” sfoggia sonorità simili a vagiti e a una tromba con sordina. “Lover Man” viene eseguita con accenti meravigliosamente blues, con il ritmo battuto con il piede e una serie di sensazionali improvvisazioni, mentre “A Little Moonlight” rivela toni brillanti e appassionati, anche grazie ai grandi assoli del pianoforte di Norman Simmons, del sax di Eddie “Lockjaw” Davis e della tromba di Nat Adderley. Il famoso standard “Yesterdays” inizia con una malinconica atmosfera e movenze lente e tarde su un sensibile accompagnamento di pianoforte, per poi arrestarsi bruscamente nella parte centrale e infine sfociare in una linea jazz più veloce e dai ritmi più accentuati, nella quale la McRae dà tutto il meglio di sé. “Strange Fruit” – uno dei brani più emblematici di Billie Holiday – viene eseguita con un’articolazione precisissima, con il fraseggio e i toni ironicamente dolci della McRae che esaltano al massimo grado lo sconvolgente testo della canzone, che viene accompagnato con straziante dolore dalla chitarra di Mundell Lowe. Scritta da Billie Holiday in persona “God Save the Child” è un brano lento e intimo, che vede la McRae narrare la vicenda con incomparabile commozione, con il suo tono pungente che aggiunge intensità ai versi. Dotata di una voce miracolosa, di uno stile che si adatta con incredibile naturalezza a ogni genere di jazz e del rarissimo talento di saper articolare ogni testo con un fraseggio e una pronuncia perfetti, la McRae si conferma in questo album un’artista di altissimo livello. Cantando alcuni dei brani più famosi di Billie Holiday con l’accompagnamento di alcuni musicisti di livello mondiale, con i quali appare in assoluta sintonia, in questo disco la McRae conferma il suo rango mondiale (Mary Whipple).
  • Carmen McRae Cover

    Cantante statunitense di jazz. Esordì nel 1943 nell'ambito stilistico del bebop, ampliando in seguito la propria gamma espressiva fino a risultare tra le più complete e intense interpreti del jazz moderno. Approfondisci
Note legali