Slam 2000. Un'estate sotto canestro

Davide Ronca

Illustratore: N. Pazzaglini
Editore: Kimerik
Anno edizione: 2008
Pagine: 264 p., Brossura
  • EAN: 9788860962188

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 2 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Giovanna

    29/06/2013 22:28:56

    Un libro da leggere tutto d'un fiato per farsi qualche risata e riflettere su quante emozioni questo sport meraviglioso ci possa regalare. Slam 2000 parla di basket, ma non solo: di amicizie perse e ritrovate, di vacanze, di playground assolati, di vittorie e di sconfitte, di passione, ma soprattutto spinge a credere nei propri sogni. Consigliatissimo a tutti, anche agli "adulti" che in fondo sono stati ragazzi qualche annetto fa.

  • User Icon

    Tommy

    22/06/2013 11:43:29

    L'estate è ormai arrivata, e se cercate una lettura bella e spensieraa questo è veramente il libro ideale! Leggerlo mi ha fatto tornare in mente tutti quei caldi pomeriggi passati sotto il sole di Agosto sul playground più vicino casa, mi ha fatto rivivere quelle sfide e la compagnia degli amici. Leggerlo mi ha fatto emozionare e mi ha fatto venire voglia di ricomprare un paio di scarpe da basket, uscire di casa, passare dal gommista per gonfiare il pallone e giocare, giocare, giocare, fino ad avere le gambe distrutte o finchè non tramonta il sole. Bello, bellissimo libro scritto con uno spirito di cui, se riesci ad immedesimarti, ne sentirai la mancanza subito dopo aver letto l'ultima pagina.

  • User Icon

    Mourne

    19/06/2013 20:44:33

    41 capitoli fitti di basket, avventure, comicità.. e tanta tanta passione. Il libro intrattiene e la storia si mantiene coinvolgente durante tutto l'arco delle peripezie dei protagonisti.. che non vi lasceranno delusi. Mourne

  • User Icon

    Andrea Fusillo

    10/06/2013 22:10:12

    Un libro davvero Figo. Se volete una lettura estiva che vi accompagni al mare o in montagna, se volete un testo che vi riscaldi nelle fredde giornate invernali con la sua spensieratezza, "Slam 2000" fa al caso vostro. Se siete cresciuti negli anni '90 non potrete fare a meno di divorarlo ogni volta che ne avrete l'occasione, per rivivere anche voi i momenti di divertimento che vi riporteranno indietro nel tempo e vi strapperanno un sorriso o una lacrimuccia. Se poi siete amanti del basket dovete assolutamente averlo, tra un libro di Phil Jackson e uno di Federico Buffa, perchè il basket non è fatto solo di grandi nomi, ma vive nei pomeriggi di tanti ragazzi come i protagonisti del racconto.

  • User Icon

    Gabor

    10/06/2013 15:21:54

    Un libro per tutti gli amanti o anche solo appassionati del gioco della pallacanestro e anche per chi semplicemente vuole distrarsi dalla monotonia della vita di tutti i giorni e tornare a sognare come solo un ragazzo con un pallone da basket su un campetto sa fare. Una lettura molto scorrevole e molto piacevole, adatta per l'estate per ripensare e rivivere emozioni che il lavoro e la vita di tutti i giorni cercano piano piano di uccidere.

  • User Icon

    Filippo

    09/06/2013 21:05:23

    Un inno al basket, ma soprattutto all'adolescenza e ancor di più alla vita. Gli elementi sono semplici e descritti con uno stile tale da far istantaneamente capire che l'autore non racconta per sentito dire. Un gruppo di amici, una meravigliosa città, qualche pallone, una fettina di gnappa, il mistero della vita su cui stanno affacciando. Il target è quello dei teenager, proprio quell'età in cui non si sa mai cosa regalare. Troppo adulti per un ludus, troppo piccini per "andar sul sicuro". Con Slam2000 sul sicuro ci andate. Regalatelo a vostro figlio, a vostro nipote, al figlio di un amico di famiglia. Ma prima leggetelo voi. E poi regalategliene un'altra copia perché lo consumerete andando a ricercare i capitoli che vi hanno fatto venire gli occhioni lucidi ripensando a QUELL'estate (ognuno la sua) che vi è rimasta per sempre dentro. Che avesse come tormentone Number One di Alexia o Gioca Jouer di Claudio Cecchetto.

  • User Icon

    Vittorio

    29/03/2013 19:21:04

    Un ottimo libro estivo sul basket di stampo comico-sportivo, divertentissimo, per tutte le età e con molti sentimenti positivi. Lo stile è un po' caotico, ma questa cosa è comprensibile se si tiene presente che, come sostiene l'autore nell'introduzione, il testo è stato scritto come sceneggiatura per un telefilm. I personaggi sono ben caratterizzati: chi non vorrebbe farsi una pizzata con Alessio, il compagnone degli Untouchables o avere a che fare con Maika, la ragazza che tutti i cestisti desiderebbero? Il libro è stato scritto dal fondatore di una delle più grandi comunità cestistiche online, quindi non solo un'opera giovanile ma anche un progetto che ha a che fare con qualcosa di molto grande a livello di movimento sportivo. Estate, basket, playground, situazioni comiche spassosissime e tanto divertimento, questo è Slam 2000. Unica nota negativa: mi stupisce che dal 2008, anno di pubblicazione, se ne sia parlato così poco. Trovare un libro di narrativa sul basket è quasi impossibile, forse l'editore, anche se stiamo parlando di una società che non è la Mondadori, doveva pubblicizzarlo più adeguatamente. Comunque 5 stelle senza se e senza ma.

  • User Icon

    Ellaby

    26/07/2009 13:20:08

    Se amate il basket e non avete ancora comprato questo libro non sapete cosa vi state perdendo! I racconti romanzati sul basket sono rari come le mosche bianche. Questo è una rarità, ma non di quelle da tenere in vetrina e tirare fuori nei giorni di festa...è da leggere e rileggere quando avete voglia di ridere, di emozionarvi o di correre fuori e fare due tiri a canestro. Correte a comprarlo, subito! :D

  • User Icon

    steve

    25/10/2008 13:02:09

    Slam 2000 racconta di un estate vissuta con l’entusiasmo e la spensieratezza che ha accumunato la giovinezza di ognuno di noi. Tante piccole grandi avventure, infinite sfide cestistiche sui campetti, con ironia, situazioni curiose e battute spiazzanti. Il tutto senza dimenticare il senso più vero dell’amicizia e una ricerca interiore in cui possiamo davvero riconoscerci. Un viaggio che ci porta a conoscere il mondo dei playground e di un gruppo di amici, i quali piano piano ci sembreranno sempre più familiari, fino quasi a sentirsi a loro fianco a fare due tiri a canestro.

  • User Icon

    Stefano Pucci

    16/10/2008 23:15:51

    Un libro da leggere tutto d'un fiato, divertente e frizzante. Il basket dei playground fa da sfondo alle avventure di un gruppo di ragazzi veronesi, analizzandone con stile gli stati d'animo, le ambizioni, le paure ed i sentimenti più profondi. La scrittura ha uno stile molto "discorsivo" e per questo è facilmente leggibile. Vale veramente la pena leggerlo.

  • User Icon

    Romano

    15/09/2008 21:08:31

    Un libro sul basket che non parla solo di basket. E' IL libro che avrei dovuto leggere a 16 anni, racconta quelle esperienze vissute nel pieno dell'adolescenza senza esaltarle o sopravvalutarle, lo fa con gli occhi dell'osservatore esterno che riporta i fatti in maniera quasi spontanea. Un libro freschissimo, giovane, ma che allo stesso tempo offre molti spunti per riflettere su dei valori che crescendo si affievoliscono. La forza dell'amicizia, il senso sano di appartenenza ad un gruppo, l'amore per uno sport sono tutti ingredienti rintracciabili nel sapiente mix riuscito all'autore.

  • User Icon

    Laura Pecoraro

    05/09/2008 22:06:00

    Un libro che parla di basket, sogni e buoni sentimenti. Può sembrare "solo" una storia adolescenziale, in realtà racconta la parte "bella" che tutti noi abbiamo dentro, quella idealista, fedele ai principi e all'amicizia, spensierata ma cosciente delle difficoltà di vivere le cose che cambiano...solo che crescendo un pò la mettiamo da parte fino a dimenticarla. Personalmente questo libro l'ha "risvegliata" senza avere la pretesa di farlo. Ho sognato ad occhi aperti, mi sono commossa e ho riso a crepapelle, davvero un toccasana per l'anima.

  • User Icon

    zuna

    01/09/2008 23:47:10

    Un libro innovativo e divertente, un romanzo spensierato sulla giovinezza, sull'amicizia, sull'amore e ovviamente sulla pallacanestro. La passione per il basket dell'autore è più che evidente, ma questo non è un libro solo per appassionati di questo sport. Si tratta di una sorta di diario dell'estate di un gruppo di giovani, alle prese con partitelle, serate tra amici, ragazze, ma anche viaggi nel tempo, case infestate e lupi mannari... I personaggi sono caratterizzati magnificamente, e sfido chiunque a non scompisciarsi per le battutacce di Alessio o i discorsi strampalati di Davide, a non immedesimarsi col leale e irascibile Ivan, a non farsi prendere dalla dolcezza di Maika... Insomma, un libro veramente ben fatto, che probabilmente non diventerà mai un classico della letteratura, ma che consiglio vivamente a chiunque cerchi qualcosa di non troppo impegnativo, per passare qualche ora col sorriso sulle labbra...

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Questo freschissimo "diario di un'estate" appartiene al novero della nutrita - e sempre piacevole - letteratura giovanile, di cui forse Mark Twain e Ray Bradbury rappresentano i modelli più illustri. Prendendo a pretesto lo sport, e specificamente il basket, l'autore penetra nel microcosmo di una compagnia di ragazzi e ragazze in quella delicata e struggente età di passaggio dalla giovinezza alla maturità. Le pagine offrono una nutrita galleria di personaggi il cui tratteggio non è mai superficiale o banale: Davide il leader, sensibile e tenace, Alessio la "macchietta", Maika, la ragazza di buon senso, Vale l'avversario leale contrapposto a Marco, l'archetipo del "cattivo" e molti altri. Questi caratteri interagiscono, si scontrano, si giocano beffe tremende, si sfidano a partite decisive, si innamorano... tutto con la leggerezza e l'ottimismo caratteristici della loro età. L'occhio dell'autore è affettuoso e partecipe delle vicende dei suoi eroi, lo stile è ambiguo - com'è giusto che sia descrivendo un'età di passaggio - oscillante tra il realismo degli ambienti urbani e la fantasticheria, quella "magia del quotidiano" che, per uno stupito e grato attimo, ci fa rivedere il mondo con gli occhi di un ragazzo che si affaccia alla vita.