Il socialismo e la storia. Studi per Stefano Merli

Editore: Franco Angeli
Anno edizione: 1998
In commercio dal: 1 ottobre 1998
Pagine: 336 p.
  • EAN: 9788846411099
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Questa raccolta di studi e testimonianze in ricordo di Stefano Merli tocca alcuni aspetti significativi della sua figura di studioso e di militante del socialismo. Il volume copre un arco molto vasto di tematiche e di questioni, che sono in buona parte quelle del suo lavoro storiografico, ma anche quelle su cui si è indirizzata e si sviluppa la ricerca dei diversi autori e ancora continua a confrontarsi la storiografia della società contemporanea.

€ 33,00

Venduto e spedito da IBS

33 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 


scheda di Scavino, M. L'Indice del 1999, n. 04

Stefano Merli è stato uno dei maggiori storici del socialismo italiano, autore di un'opera fondamentale come Proletariato di fabbrica e capitalismo industriale. Il caso italiano. 1880-1900 (La Nuova Italia, 1972). Uno studioso per molti versi "militante", che ha sempre concepito la ricerca intellettuale come una forma di attività politica: prima nella sinistra socialista, poi nei gruppi dell'estrema sinistra, e infine - dai primi anni ottanta - nel socialismo craxiano. Questo libro è una raccolta di brevi saggi storici, dedicati a diversi temi che furono oggetto dei suoi studi, alla quale sono state unite tre testimonianze personali (di Enrica Collotti Pischel, Pier Carlo Masini e Gaetano Arfè). Gli autori, oltre ai due curatori e a Carotti, sono Giuliano Procacci, Franco Della Peruta, Cesare Bermani, Robert Paris, Maria Grazia Meriggi, Aldo Agosti, Enzo Collotti, David Bidussa, Attilio Mangano e Giovanni Contini. Benché si sia tentato di dare conto un po' di tutti gli argomenti ai quali Merli dedicò la sua attività di studioso, il volume lascia forse un po' in ombra proprio quello che fu senza dubbio il suo contributo maggiore alla storiografia del socialismo: la ricerca sul Partito operaio e sulla fase manifatturiera del capitalismo italiano.

Marco Scavino