Categorie

Fei-ling Davis

Traduttore: A. Serafini
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1971
Pagine: 297 p. , ill.
  • EAN: 9788806324667

Come tutte le società la cui esistenza è fondata sulla irrazionale subordinazione degli interessi della maggioranza della popolazione a quelli di una esigua minoranza, la Cina imperiale era lacerata - sul finire del secolo scorso - da un insanabile conflitto di interessi. è questo il contesto in cui si trovarono ad agire le società segrete, che presto assunsero una funzione fondamentale, organizzando e guidando le rivolte popolari, creando una sintesi politica tra le varie forze destinata a rovesciare la dinastia Manciu.In questo libro, scritto appositamente per Einaudi, una giovane studiosa cinese, formatasi in Europa, si è proposta di collegare lo studio del singolare fenomeno delle società segrete a quello dei primi albori della rivoluzione, mettendo via via a fuoco l'apparizione delle società, la metamorfosi delle loro attività, le scelte ideologiche e organizzative, la ricerca degli alleati di classe, e infine il loro crescente ruolo sociale, economico e politico. Ne esce - come ha scritto E. J. Hobsbawm -«un originale contributo allo studio di alcuni tipi di movimenti popolari nelle società moderne, che va oltre lo specifico interesse delle ricerche sull'Estremo Oriente».