Categorie

Licia Troisi

Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Anno edizione: 2011
Pagine: 428 p. , Rilegato

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

15 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Fantasy

  • EAN: 9788804613428

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    13/07/2015 10.56.16

    Libro davvero ben fatto, protagonista che ci lascia emozioni avvincenti !!!

  • User Icon

    Martina

    31/05/2013 13.34.52

    Forse ho sbagliato a leggere prima i volumi del mondo emerso,perchè adesso questo libro mi sembra...scialbo!c'è una trama bellissima,non fraintendetemi,ma manca quel qualcosa che c'era negli altri libri.Non mi è troppo chiara la storia delle vie costruite attorno agli alberi!Speriamo nel secondo volume!

  • User Icon

    Emma

    26/01/2013 22.09.52

    Ho letto questo libro due anni fa, ma un libro della Troisi non si dimentica e io ce l'ho scolpito nella mia mente. Beh, che dire? Licia ha un talento: quello di saper trasmettere al lettore le emozioni che prova lei stessa e in modo avvincente, travolgente e appassionante. Non è cosa da poco. Ma perché non metto il voto massimo, allora? Per il solo motivo che questa trama l'ha già ripetuta negli altri suoi libri (Cronache, Guerre, Leggende del Mondo Emerso...), ed è un vero peccato perché spreca un talento più unico che raro. Nei suoi libri c'è sempre una protagonista guerriera, di quelle con il cuore di pietra, in un mondo fantastico, nel tentativo di salvare il proprio mondo... Mi chiedo come mai la Troisi ami così tanto le guerriere donne... Dai Licia, facci vedere qualche altro lato di te! In fondo, una scrittrice deve saper scrivere vari temi oltre al fantasy, no?

  • User Icon

    Giulia

    02/01/2013 10.50.00

    Personalmente non sono d'accordo con le altre recensioni.Il libro mi e' piaciuto moltissimo perché' intriso di quella magia che solo i veri fantasy sanno regalare. Ho amato anche la sedicenne Talitha, perché secondo me e' diversa da tutte le protagoniste de "il mondo emerso". Talitha non ha la rabbia impetuosa di Nihal, non ha la freddezza e la spietatezza di Dubhe e non possiede l'amore che infuoca Adhara e che la spinge ad affrontare il suo destino. Talitha e' allo stesso tempo una bambina indecisa (come si nota anche nel secondo libro della trilogia) e una donna matura e forte. Come suo unico affetto aveva la sorella che le e' stata strappata due volte: quando e' stata mandata in monastero e quando e' morta. Il suo schiavo diventa la sua unica ancora di salvezza. Talitha e' diversa anche perché lei e' l'unica protagonista che ha davvero un padre anche se lei non si sente sua figlia e nel secondo libro cerca addirittura la sua famiglia tra le file di soldati femtiti in rivolta. Talitha nel secondo libro subisce un cambiamento. Il libro e' davvero fantastico e originale,nato da idee tutte nuove.Voglio concludere dicendo qualcosa che ogni lettore dovrebbe capire da se:non serve valutare un libro dai dialoghi, dalla descrizione dei personaggi o dalla lunghezza del racconto, un libro si deve vivere sulla propria pelle, ci si deve impersonare nei protagonisti, si deve combattere con loro, gioire con loro e piangere con loro. I libri sono nati per regalarci qualcosa, i fantasy sono nati per regalarci emozioni vive, sensazioni diverse che non potremmo provare se non attraverso un libro. Non sprechiamo qualcosa di così bello, unico e incredibile.

  • User Icon

    Chiarangela Mistretta

    08/11/2012 14.22.42

    Piacevole. Appassionante, per certi versi. Non si può dire che la trama non sia originale: i Talareth, la Pietra dell'Aria... sono tutte cose nuove che ho molto apprezzato. La stessa cosa non si può dire dei personaggi: Talitha, anche se mi piace molto anche per questo, è la solita ragazzina ribelle a cui vanno strette le misure del padre, solito re freddo, distaccato e crudele verso i suoi sudditi. Dobbiamo dire che è una boccata d'aria fresca, qualcosa di nuovo rispetto a tutte le altre saghe della Troisi. Non si può dire che sia un pilastro delle storie della Troisi, ma è soltanto il primo capitolo di una trilogia, e quindi tutto va giudicato nel complesso. Per ora do 3 su 5, ma aspetto che la situazione si evolva.

  • User Icon

    Mary

    16/09/2012 16.39.56

    A mio parere la nuova trilogia "I regni di Nashira", almeno a giudicare dal primo volume,non è all'altezza della saga del Mondo Emerso, ma tutto sommato è una lettura piacevole e l'idea dei Talareth e di un mondo privo di ossigeno mi intriga. Ammetto che all'inizio non sopportavo la protagonista, Talitha, soprattutto se confrontata a figure come Nihal e Dubhe, ma andando avanti mi sono convinta che maturerà sempre di più nel corso della saga e magari ci riserverà belle sorprese nei prossimi volumi. Una figura che invece ho apprezzato è quella del suo schiavo Saiph, mi ha colpito la fortissima fedeltà che lo lega alla sua padrona e che lo spinge a seguirla in ogni suo passo. Non posso dire che mi abbia entusiasmato, la magia del Mondo Emerso non l'ho sentita anche qui, e mi ha lasciato un po' perplessa il fatto che i Femtiti si siano ribellati tutto d'un colpo sbaragliando senza sforzo i Talariti dopo essere stati loro schiavi per anni: se erano tanto forti perchè non si sono opposti prima? Ma a chi ama l'autrice lo consiglio, perchè si sente comunque il suo stile.

  • User Icon

    davide

    21/01/2012 00.07.02

    Personalmente sono un grande fan della Troisi.Ho letteralmente amato le tre trilogie del mondo emerso (la mia preferita è la seconda, le guerre del mondo emerso). Sono rimasto però abbastanza deluso da questo nuovo romanzo. I personaggi sono piatti (niente a che vedere con la drammaticità Shakespeariana delle eroine delle altre saghe), i dialoghi scontati e banali, le descrizioni molto veloci. Solo verso il finale la narrativa recupera lo stile epico che ha caratterizzato i precedenti lavori di Licia. Ricordo che anche alla fine del primo volume delle Legende ero rimasto un po con la bocca asciutta, ma poi la narrativa è andata in crescendo negli altri volumi, fino a esplodere nel terzo. Questa nuova opera mi lascia più perplesso. Sembra quasi indirizzata a un pubblico molto giovane (o con meno aspettative). Vedremo. Speriamo che nei prossimi volumi Licia ci faccia sognare come sempre. Condivido il consiglio delle recensioni precedenti di aspettare l'edizione economica. Se non conoscete la Troisi e cercate dove cominciare vi consiglio piuttosto le Cronache e le Guerre del Mondo emerso

  • User Icon

    Enrico

    13/12/2011 16.57.51

    Ragazzi che dire, siamo in una nuova saga ma molte volte nel libro mi è parso di trovare similitudini con la saga del mondo emerso. L'inizio del libro risulta lento però per fortuna poi la trama inizia a scorrere più veloce anche se il personaggio non rappresenta proprio una ventata d'aria nuova, infatti concordo la la precedente recensione. Ho trovato qualche passaggio che mi ricorda "la corporazione dei maghi" di t. canavan, nella parte forse più interessante del libro. Anche a me il finale è risultato molto sbrigativo, sopratutto dopo tutta una parte che suscita nel lettore una grossa curiosità e che purtroppo diventa un'esclusiva del prossimo libro. Un cosa purtroppo negativa e che mi ha stupito è la grandezza dei caratteri, dunque mi domando, è una scelta stilistica per rientrare sempre più in pubblicazioni rivolte ai giovanissimi (come la ragazza drago) o è il classico e patetico rimedio per allungare il brodo? Purtroppo sono d'accordo con il primo commento se si è lettori della Troisi vale la pena comprare il volume rilegato più che altro per la curiosità, ma se iniziate a leggerla ora forse vi conviene aspettare l'edizione tascabile.

  • User Icon

    Persefone78

    02/12/2011 09.44.38

    Gli ho dato il massimo in quanto sono una grande fan di Licia Troisi. L'ambientazione è molto bella, vivida, quando l'ho letta mi immaginavo questi camminamenti negli alberi dell'aria, davvero ben descritto. Talitha non va a genio nemmeno a me, troppo irruenta irrazzionale e spesso anche scontata pero' forse è cosi che deve essere all'inizio per poi intraprendere un cammino di crescita (che poi è lo stereotipo di tutti i romanzi della troisi). Non bisogna dimenticarsi che è una trilogia e non un libro a se e penso che alla fine vada giudicato nel complesso. Cmq è stata una bella lettura, ho passato due belle serate a leggerlo e quindi gli do ottimo :)

  • User Icon

    Lettore

    22/11/2011 19.05.24

    Un inizio sufficiente per l'inizio di una nuova saga tuttavia rimane un libro sconsigliato ai critici della Troisi in quanto mantiene tutte le caratteristiche tipiche delle saghe del mondo emerso. Questa volta però l'autrice è riuscita a creare un mondo più credibile e coerente, per i costumi, e meraviglioso e anche se i Talereth ricordano molto idee già viste in altre produzioni, in ultimo gli Alberi-casa di Avatar, questa volta il risultato è molto più che buono. Si nota come la Troisi abbia recuperato le migliori idee dei suoi precedenti lavori e sia riuscita ad amalgamarle in maniera ottima con la sua nuova idea. Quindi perché il voto basso? Talitha è una macchietta la classica protagonista della Troisi, 17enne ribelle e anticonformista allo spasmo, e il fatto che il punto di vista sia quasi solo il suo, con rarissimi excursus del suo compagno, azzoppa pesantemente il libro; non si riesce ad amare il mondo che viene descritto perché viene costantemente visto con lo sguardo del ragazzino svogliato che non si interessa a nulla e che si sveglia solo per qualche panorama, la religione, le pratiche e altre cose simili sono saltate bellamente o riassunte velocemente mentre dare un po di spessore a certi particolari non farebbe male al libro, forse così raggiungerebbe le 400 pagine senza il bisogno di essere scritto con caratteri enormi; i dialoghi sono in molte occasioni scialbi tanto che quelli con argomenti più seri sfiorano il ridicolo o il patetico a seconda dei gusti; si riesce senza problemi a riconoscere quali eventi hanno senso per la trama, quali servono deus ex machina per risolvere una situazione complessa o per segnalare qualcosa o qualcuno che interverrà nella trama di li a poco e quali servono per allungare la storia; il finale come sempre affrettato con la forte sensazione di essere una cesura scelta a caso per finire la storia. Consiglio il libro solo a chi è fan dell'autrice o di questo genere di fantasy, gli altri evitino di spendere soldi a caso.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione