Soirée - SuperAudio CD di Johannes Brahms,Antonin Dvorak,Maurice Ravel,Richard Strauss,Igor Stravinsky,Leos Janacek,Ernest Chausson,Magdalena Kozena

Soirée

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: SuperAudio CD
Numero supporti: 1
Etichetta: Pentatone
  • EAN: 0827949067167

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 19,90 €)

SuperAudio CD Edition
Dopo il successo de Il giardino dei sospiri, una raccolta di cantate barocche, l’esclusiva collaborazione di Magdalena Kozena per Pentatone vede la registrazione di un nuovo album, Soirée, che cattura l’atmosfera intima e informale di un’esibizione domestica. Il mezzosoprano Magdalena Kozena ci offre una personalissima collezione di liriche eseguite con un eccezionale gruppo di amici musicisti come i violinisti Wolfram Brandl e Rahel Rilling, la violista Yulia Deyneka, il violoncellista Dávid Adorján, il clarinettista Andrew Marriner e il flautista Kaspar Zehnder a cui si unisce Sir Simon Rattle che fa il suo debutto discografico nell’insolita veste di pianista.
Disco 1
1
Chanson Perpétuelle
2
My Song Resounds With Love
3
Wide Sleeves
4
My Heart Is Often in Pain
5
The Moweress
6
When My Mother Taught Me
7
The Strings Are Tuned
8
Good Night
9
Gestillte Sehnsucht
10
Geistliches Wiegenlied
11
Musick to Heare
12
Full Fathom Five
13
When Daisies Pied
14
Nahandove
15
Aoua
16
Il Est Doux
17
Wie Erkenn' Ich Dein Treulieb
18
Sein Leichenhemd Weiß Wie Schnee Zu Sehn
19
Auf Morgen Ist Sankt Valentins Tag
20
Sie Trugen Ihn Auf Der Bahre Bloß
21
Und Kommt Er Nicht Mehr Zurück?
22
The Mole Creeps
23
Karel Rode Off to Hell
24
Franta Rasul Playing Bass
25
Children, Hear My Sermon
26
Ho, Ho, Off the Cows Go
27
The White Goat's Picking Up the Pears
28
Vacek, Scallywag
29
Frantik, Frantik
30
Morgen!
  • Johannes Brahms Cover

    Compositore tedesco.La formazione e l'incontro con Schumann. I rudimenti di musica impartitigli dal padre, suonatore di contrabbasso, e lo studio del pianoforte, effettuato con F.W. Cossel, gli permisero presto di guadagnarsi la vita in orchestrine locali. Approfondiva intanto, sotto la guida di E. Marxsen, lo studio della composizione. A vent'anni, nel corso di una tournée (accompagnava al pianoforte il violinista R. Reményi) conobbe J. Joachim che, già celebre, lo introdusse nei più influenti circoli musicali tedeschi. Se l'incontro con Liszt a Weimar (1853) lo lasciò indifferente, decisivo per la sua formazione fu quello con Schumann a Düsseldorf. Vedendo in B. una sorta di antidoto alla corrente «progressista» rappresentata da Liszt e Wagner, Schumann segnalò al pubblico il giovane musicista,... Approfondisci
  • Antonin Dvorak Cover

    Compositore ceco.Dagli esordi all'affermazione internazionale. Fu avviato agli studi musicali dal padre, un locandiere dilettante di musica che gli fece studiare il violino e poi il pianoforte e l'organo. Nel 1857, grazie all'aiuto finanziario di uno zio, poté essere inviato a Praga, dove studiò regolarmente alla scuola di organo. Nel 1873, dopo aver fatto parte per una decina d'anni come violinista dell'orchestra del Teatro Nazionale, ebbe la nomina di organista nella chiesa di S. Adalberto; dal 1874, grazie agli interventi di Hanslick e di Brahms, fruì di una borsa di studio del governo austriaco; poté così concentrarsi nella composizione, acquistando presto notorietà europea: dapprima con le Danze slave, poi con lo Stabat Mater che, eseguito a Londra nel 1883, è all'origine della straordinaria... Approfondisci
  • Maurice Ravel Cover

    Compositore francese. Gli esordi. Figlio di Pierre Joseph, ingegnere svizzero, e della spagnola Marie Delouart, nel 1882 iniziò a Parigi con Henri Ghys lo studio del pianoforte, che proseguì dal 1888 con Émile Decombes.?Nel 1887 affrontò l'armonia con Charles René; l'anno seguente fece la conoscenza di Ricardo Viñes (1875-1943), futuro interprete di molte sue opere per pianoforte, col quale strinse un'amicizia duratura.?Recatosi all'Esposizione universale (1889), ascoltò musiche orientali restandone affascinato.?In quello stesso anno entrò in conservatorio.?Con Viñes nel '91 passò ai corsi superiori e si iscrisse ad armonia.?Lasciò il conservatorio dal '95 al '98 per rientrarvi frequentando la classe di contrappunto e fuga (tenuta da Gédalge) e il corso di composizione affidato a Fauré, col... Approfondisci
Note legali