Songs to the Moon

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 2
Etichetta: Signum
Data di pubblicazione: 1 giugno 2016
  • EAN: 0635212044322

€ 21,90

Punti Premium: 22

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Samuel Barber (1910-1981): Nocturne op. 13 n. 4 Johannes Brahms (1833-1897): Nächtens op. 112 n. 2; Vor der Tür op. 28 n. 8; Unbewegte laue Luft op. 57 n. 8; Der Gang zum Liebchen op. 31 n. 3; Walpurgisnacht op. 75 n. 4; Ständchen op. 106 n. 1; Der Abend op. 64 n. 1; Vergebliches Ständchen op. 84 n. 4 Ernest Chausson (1855-1899): La nuit op. 11 n. 1 Claude Debussy (1862-1918): Apparition (1884) Henri Duparc (1848-1933): La fuite Gabriel Fauré (1845-1924): Clair de lune op. 46 n. 2; Pleurs d’or op. 72; Tarentelle op. 10 n. 2 Reynaldo Hahn (1875-1947): Chansons grises; L’heure exquise Elizabeth Maconchy (1907-1994): Sun, Moon and Stars Jules Massenet (1842-1912): Rêvons, c’est l’heure Federico Mompou (1893-1987): Damunt de tu, nomes les flors Camille Saint-Saëns (1835-1921): Guitares et mandolins Robert Schumann (1810-1856): Unterm Fenster op. 34 n. 3; Mondnacht op. 39 n. 5; Zwei Venetianische Lieder op. 25 n. 17 e18; Die Lotosblume op. 25 n. 7; In der Nacht op. 74 n. 4 Jozef Zygmunt Szulc (1875-1956): Clair de lune op. 83 n. 1 Peter Warlock (1894-1930): The Night

Definito dal critico del Telegraph come «la crème de la crème dei giovani talenti musicali residenti in Inghilterra» e lodato sulle colonne del BBC Music Magazine per la sua «irresistibile combinazione di programmi stimolanti e di pura bellezza vocale fiorita intorno al pianista Joseph Middleton», l’Ensemble Myrthen è una formazione fondata di recente che riunisce alcuni degli astri nascenti del repertorio vocale e della liederistica. Questo splendido cofanetto doppio offerto al prezzo di un solo CD vede grandi protagonisti i membri fondatori Mary Bevan, Clara Mouriz, Allan Clayton, Marcus Farnsworth e Joseph Middleton. Nelle interessanti note di copertina, Middleton presenta il loro disco d’esordio in questi termini: «La luna ha ispirato fin dai tempi più remoti un gran numero di artisti, musicisti e poeti. Il programma di questo cofanetto doppio prende in esame le caratteristiche e le qualità della luna che hanno acceso la loro fantasia. A seconda dei casi, i brani che vengono eseguiti presentano un carattere consolatorio, a volte toni seducenti, come si conviene a una serenata, e in qualche caso vedono addirittura nell’astro notturno la forza minacciosa che spegne tutti i giorni i raggi del sole. Nel primo disco la luce argentea della luna esprime tutta la sua magia nei brani di Robert Schumann e di Johannes Brahms, mentre nel secondo è possibile apprezzare le maliose intonazioni di Clair de la lune di alcuni dei più ispirati autori di mélodies francesi. Ogni disco viene aperto da una breve ouverture notturna di un compositore inglese».
  • Johannes Brahms Cover

    Compositore tedesco.La formazione e l'incontro con Schumann. I rudimenti di musica impartitigli dal padre, suonatore di contrabbasso, e lo studio del pianoforte, effettuato con F.W. Cossel, gli permisero presto di guadagnarsi la vita in orchestrine locali. Approfondiva intanto, sotto la guida di E. Marxsen, lo studio della composizione. A vent'anni, nel corso di una tournée (accompagnava al pianoforte il violinista R. Reményi) conobbe J. Joachim che, già celebre, lo introdusse nei più influenti circoli musicali tedeschi. Se l'incontro con Liszt a Weimar (1853) lo lasciò indifferente, decisivo per la sua formazione fu quello con Schumann a Düsseldorf. Vedendo in B. una sorta di antidoto alla corrente «progressista» rappresentata da Liszt e Wagner, Schumann segnalò al pubblico il giovane musicista,... Approfondisci
  • Robert Schumann Cover

    Compositore tedesco.Gli anni di formazione. Figlio di un editore umanista, August S., noto per aver pubblicato un'edizione tascabile dei classici di tutto il mondo, crebbe in un ambiente familiare estremamente favorevole allo sviluppo dei suoi vasti interessi letterari e musicali, in un'epoca e in un clima nazionale percorsi dai fermenti del più schietto romanticismo. A sei anni iniziò privatamente la sua istruzione con l'arcidiacono Döhner; fu l'organista di S. Maria, J.G. Kuntsch, ad avviarlo allo studio della musica. Tre anni dopo il padre lo portò a Karlsbad ad ascoltare Moscheles, uno dei più grandi pianisti del tempo: e il piccolo Robert volle diventare pianista; il che non gli impedì di seguire con grande entusiasmo anche la poesia, durante gli studi ginnasiali iniziati nella città... Approfondisci
  • Gabriel Fauré Cover

    Compositore francese. Compì gli studi musicali alla scuola Niedermeyer di Parigi (1853-65), dove fu allievo di Saint-Saëns, del quale divenne intimo amico. Organista, dal 1866, della chiesa del Saint-Saveur a Rennes, continuò questa attività in varie chiese di Parigi (Notre-Dame di Clignancourt, Saint-Honoré d'Eylau, Saint-Sulpice), finché, nel 1877, venne nominato maestro di cappella alla Madeleine. Lo stesso anno seguì Saint-Saëns a Weimar per la prima rappresentazione di Sansone e Dalila; nel 1878 si recò a Colonia per ascoltare L'oro del Reno e Valchiria e nel 1879 a Monaco, con l'allievo e amico A. Messager, per una rappresentazione dell'intero Anello del Nibelungo. Nel 1883 sposò la figlia dello scultore E. Frémiet. Nominato (1896) organista titolare della Madeleine e professore di composizione... Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali