Sonny Side Up

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Verve
Data di pubblicazione: 25 gennaio 2006
  • EAN: 0602498840344

€ 11,25

€ 12,50
(-10%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 12,50 €)

Disco 1
1
On the Sunny Side of the Street
2
The Eternal Triangle
3
After Hours
4
I Know That You Know
  • Dizzy Gillespie Cover

    Propr. John Birks Gillespie. Divenne il rappresentante più influente, accanto a Charlie Parker. Dopo aver suonato in varie orchestre (Cab Calloway, Earl Hines, Billy Eckstine), fondò complessi con Parker e propri; dal 1945 al '50 diresse una grossa orchestra, la prima nell'ambito del bop. In seguito fu alla testa soprattutto di piccoli gruppi, nei quali l'originaria matrice bop era modificata, ma non annullata, dalle successive tendenze stilistiche. Virtuosistico, estroverso, originale, è stato il jazzista più popolare del suo tempo. Nel 1979 ha pubblicato (con Al Fraser) l'autobiografia Dizzy: to be or not to bop. Approfondisci
  • Sonny Rollins Cover

    Propr. Theodore Walter Rollins. Tenorsassofonista statunitense di jazz. Si impose nel 1950 nel gruppo di Bud Powell e poi con Miles Davis, con Thelonious Monk, con Max Roach e Clifford Brown, e ben presto con gruppi propri, come uno dei più originali solisti dello hard bop, sviluppando in seguito una tecnica puntillistica con sonorità dalle inflessioni sardoniche. All'inizio del decennio successivo subì, accanto a Don Cherry, suggestioni del primo free jazz, e in seguito qualche influenza del filone funky. Tra le numerose e varie esperienze successive, la prestazione senza accompagnamento di The Solo Album (1985), la composizione ed esecuzione del Concerto for saxophone and orchestra (1986), perfino collaborazioni con i Rolling Stones (1981): in ogni occasione «Sonny» R. ha dimostrato soprattutto... Approfondisci
  • Sonny Stitt Cover

    Propr. Edward Stitt. Alto e tenorsassofonista statunitense di jazz. Inizialmente emulo, specie sul sax alto, di Charlie Parker, rivelò nella maturità uno stile più personale ma sempre nella matrice bop. Nel 1946 suonò con Dizzy Gillespie, nel 1951 con Gene Ammons. Incise con numerosi musicisti bop, da Bud Powell a Kenny Clarke, da Fats Navarro a J.J. Johnson, riunendosi nel 1971 a Gillespie nei Giants of Jazz. Approfondisci
| Vedi di più >
| Vedi di più >
| Vedi di più >
Note legali