Il sorpasso

Regia: Dino Risi
Paese: Italia
Anno: 1962
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film - Commedia - Commedia all'italiana

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ziogiafo

    09/11/2017 15:35:12

    ziogiafo – Italia, 1962 - 1^ parte - Da una stretta collaborazione tra Dino Risi ed Ettore Scola nacque questa splendida ma pungente commedia che riportava sul grande schermo in maniera realistica gli “effetti collaterali” del boom economico italiano, quasi sfociando nel documentario. Una sorta di road-movie all'italiana che affronta tante tematiche dell’epoca, da quelle più frivole a quelle più complesse, a volte divertendo a volte facendo riflettere profondamente. Al centro di questa storia itinerante due personaggi dai caratteri opposti, uno timido, l’altro spavaldo che “viaggiano” nelle loro vite a bordo di una strombazzante Lancia Aurelia, “sorpassando” ogni minimo ostacolo verso la libertà. In una Roma deserta per il Ferragosto, con negozi e bar chiusi, Bruno Cortona (Vittorio Gassman) è alla disperata ricerca di una tabaccheria e di un telefono, guardandosi intorno, per caso, scorge Roberto Mariani (Jean-Louis Trintignant) affacciato alla finestra e gli chiede aiuto. E’ così che i due si conoscono. Bruno è un simpatico quarantenne pieno di vita che, con la sua travolgente personalità, riesce a convincere rapidamente il timido Roberto - studente in legge - ad uscire di casa e ad avventurarsi con lui in una “interminabile” corsa in automobile alla ricerca di nuove emozioni e all’insegna della trasgressione sociale. «Il sorpasso», rispetto ad altre “vecchie” pellicole della commedia all'italiana, presenta delle caratteristiche originali… non si limita a raccontare con la consueta retorica e superficialità il malcostume del Paese, ma dona ai personaggi uno spessore caratteriale consistente. Bruno è un uomo invadente, che vive di espedienti, si fa notare ovunque vada, è un’esplosione di vitalità, un opportunista che nasconde bene i suoi fallimenti e la sua solitudine. …/continua nella 2^ parte.

  • User Icon

    ziogiafo

    09/11/2017 15:32:51

    ziogiafo – Italia, 1962 - 2^ parte - Roberto invece è oltremodo timido, introverso, riflessivo, uno studente con le idee chiare che ama le cose fatte per bene, il suo obiettivo è la laurea. Intanto si lascia coinvolgere dall’amico “ancora estraneo” ma già “maestro di vita” in questa affascinante avventura di strada e, in un momento di estrema contentezza - mentre continuano a vagabondare correndo con la potente spider - lo ringrazia per avergli fatto trascorrere i più bei giorni della sua vita, non immaginando il triste destino che da lì a breve, dopo una curva, lo attende… «Il sorpasso» è un capolavoro di sintesi dell’Italia degli anni Sessanta, una degna rappresentazione del grande desiderio di evasione che c’era in quel periodo “storico”, un’intensa commedia con due personaggi protagonisti che si dividono la scena in modo netto con le loro profonde problematiche sociali. Una coppia di attori d’eccezione diretti da un magistrale Dino Risi che, scrivendo la sceneggiatura, aveva immaginato inizialmente Alberto Sordi nel ruolo del rude Bruno Cortona, poi subentrò Vittorio Gassman che con la sua prorompente personalità e il suo grande talento diede la giusta dimensione a questo personaggio aggressivo dell’italiano medio di quegli anni, vincendo per la particolare prova d’attore due importanti premi come migliore protagonista. Anche l’interpretazione di Jean-Louis Trintignant è stata formidabile, infatti, da grande esponente della scuola classica del cinema francese quale era, si è calato nel complesso ruolo di Roberto Mariani in maniera perfetta. Da notare anche la simpatica partecipazione della giovanissima e bella Catherine Spaak, nella parte della figlia di Bruno Cortona, in un ruolo tipico da ragazzina snob anni Sessanta. Il film va avanti a ritmo di twist e di altri famosi brani musicali tipici dell’epoca, su una colonna sonora diretta dal maestro Riz Ortolani. Il grande cinema italiano da riscoprire… Cordialmente, ziogiafo.

  • User Icon

    furetto60

    18/03/2016 11:46:10

    Icona del cinema italiano, è un eccezionale intreccio di commedia e dramma (con ruoli rimasti attaccati agli interpreti), uno spaccato del Belpaese in pieno boom economico in cui i furbetti riescono, a differenza dei giorni nostri, ancora a strappare un sorriso. Pur imperfetto, un capolavoro da vedere e rivedere.

  • User Icon

    Massimiliano

    10/04/2015 17:22:25

    Non molti film possono essere considerati dei capolavori. Questo è uno dei pochi che si può definire tale e vale veramente la pena vedere e rivedere! Acuta e cinica sceneggiatura di Ettore Scola al servizio di due mostri sacri del cinema. Quanta nostalgia!

  • User Icon

    Ernesto

    24/08/2012 21:40:39

    Ma perchè nei DVD devono sempre fare dei tagli, anche se piccoli, rispetto alla versione in VHS. Quì hanno tagliato la frase: "Succhi è?" Frase che Bruno dice a Roberto mentre stanno bevendo del brandy al ristorante. Questo particolare toglie un 5/5 pieno.

  • User Icon

    Euge

    08/02/2009 14:18:17

    Gestito forse non benissimo: insiste magari troppo sulle avventure fugaci dei due, e poco sul loro rapporto con le rispettive famiglie. Però, il tema di fondo, preso con le molle, è uno splendido inno alla vita: Vittorio (grandioso, da oscar) è un po' un anti- eroe, che ha una vita personale un po' fallimentare, però sa divertirsi, mentre l'altro è un colto ed equilibrato ragazzino tutto dedito allo studio. il racconto è quindi una sorta di bildungsroman, spiritualmente parlando, e se ognuno di noi prendesse da Vittorio quel suo lato positivo di vivere la vita saremmo tutti un po' più felici.

  • User Icon

    OskarSchell

    13/01/2009 15:02:31

    "Sai qual è l'età più bella? Quella che uno ha, giorno per giorno!" - Guardatelo, è un capolavoro!

  • User Icon

    scorpio

    18/07/2008 12:59:59

    capolavoro

  • User Icon

    OskarSchell

    16/01/2008 16:56:11

    Un film bellissimo, un Gassman eccezionale... superbo!!!

  • User Icon

    Tex

    11/09/2007 21:00:18

    Film capolavoro,Gassman è un fiume in piena,grandiosa la sceneggiatura...Uno dei film migliori di Dino Risi.

  • User Icon

    Alberto

    05/09/2007 10:40:15

    Per capire l'Italia del boom meglio di un libro di storia o di un qualsiasi documentario.

  • User Icon

    *Sir Psycho Sexy*

    03/09/2007 02:15:56

    fotografia perfetta dell'epoca...capolavoro...

  • User Icon

    Sergio

    27/06/2007 22:19:09

    Uno dei films più belli che abbia mai visto,con interpreti superbi,che descrive perfettamente lo spirito del tempo. Da consigliare anche a chi in quel tempo non c'era, per capire gli anni del boom, non solo economico. Stupendo!

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

1963 - Nastri d'Argento Miglior Attore Protagonista Gassman Vittorio
1963 - David di Donatello Miglior Attore Protagonista Gassman Vittorio

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2007
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Durata: 106 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: ricordi di Dino Risi; biografie: biografia del regista e degli attori principali