Editore: Melville
Collana: Ghiaccio nove
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 23 novembre 2017
Pagine: 169 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788899294496
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Crescere è impresa ardua, anche per una bambina nata nei formidabili anni del baby boom. Soprattutto se gli adulti non sono capaci di ascoltare. Ma si cresce comunque, e Angelica Alabiso avanza verso il futuro con i suoi silenzi e le sue grida mute, la famiglia e gli amori, gli studi e la scoperta di sé, fino ad approdare al terzo millennio. Vincendo e perdendo battaglie, Angelica costruisce il suo avvenire e ricostruisce il suo passato, in un'incessante ricerca di senso. Come su un palcoscenico, alla voce della protagonista si alternano quelle degli altri personaggi principali e, frammento dopo frammento, si compone il ritratto di una famiglia italiana che, con le peculiari connotazioni della sua infelicità, per dirla con Tolstoj, attraversa le grandi trasformazioni del Paese dagli anni Sessanta al 2010.

€ 14,02

€ 16,50

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Imperdibile

    29/08/2018 12:39:30

    Letto? No, divorato. Ero curiosa, m'intrigava già il titolo. Scritto benissimo - è già solo questo basterebbe per dedicargli attenzione in un momento di pressappochismo letterario - il romanzo di Rosalia Messina vede un lavoro di grande scandaglio interiore, lucido, a volte impietoso, ma sempre sincero. Lo spazio minimo è quello che la protagonista vorrebbe avere. Il perché lo scoprirà lei nel corso della sua vita impegnata cocciutamente a trovare un senso e con lei i lettori del libro conquistati da una storia in cui ciascuno potrà ritrovare parti di sé. Credo che Rosalia Messina sia una autrice da tenere d'occhio. Ne sentiremo parlare.

  • User Icon

    Silvana Stefanini

    12/12/2017 13:13:07

    Da tempo non mi facevo coinvolgere così tanto da un romanzo contemporaneo, la cui scrittura, raffinata e colta, è al tempo stesso semplice e autentica e mi ha fatto calare nella profonda interiorità dei personaggi fino a sentirli vivi e vicini nonostante i tempi e i luoghi siano molto distanti. Non so quanto di autobiografico ci sia nel romanzo, sicuramente tutti i componenti della famiglia (Angelica in primis ovviamente) sono descritti con tale precisione, profondità e oggettiva onestà da poter associare l'autrice a ciascuno di loro. Come madre, la storia mi ha fatto riflettere sulle conseguenze di errati comportamenti di noi genitori verso i figli durante l'infanzia, comportamenti sottostimati per superficialità o distrazione senza pensare alle profonde ferite che avrebbero potuto causare.

Scrivi una recensione