Lo specchio di Eveline - Stefania Mereu - copertina

Lo specchio di Eveline

Stefania Mereu

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Photocity.it
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 3 dicembre 2011
Pagine: 130 p., Brossura
  • EAN: 9788866821090
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,48

€ 12,00

Punti Premium: 6

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefano Marchesotti

    30/05/2012 14:11:25

    "Lo specchio di Eveline" di Stefania Mereu. Un libro davvero splendido. Regala il piacere di una bella scrittura, lieve, attenta, coinvolgente. In certi punti sontuosa, laddove descrive con ineguagliabile tratto le meraviglie del parco e della natura che esplode il suo vigore in un caleidoscopio baluginante di fiori e profumi. Altrove delicata, come si conviene quando si tratta del fluire delle tristezze a stento trattenute dalla diga del dolore. Un'idea geniale alla base di una trama che conquista ed appaga ad ogni pagina, senza mai il benché minimo calo, ma - al contrario - con un crescendo che ci porta a desiderare con sottile ansia di conoscere il finale, importante e drammatico. Protagoniste due donne francesi, la nobile Eveline, al mondo contessa Eveline De Ville, vissuta alla fine del 1700, e Julia Arnaud, che ha acquistato la villa già della nobildonna parigina. E uno specchio, misterioso ma efficace tramite tra le due figure femminili. Uno strumento che riesce a creare un ponte tra due donne accomunate da un fascino particolare, ma soprattutto da una malinconica solitudine, in un matrimonio che è solo sofferenza per mano di mariti privi di ogni sensibilità e spesso sul limite oscuro della violenza. Eveline e Julia percorrono un percorso difficile, intriso di una copiosa malinconia, nell'inefficace tentativo di sorvolare il nulla del rapporto coniugale respirando gli effluvi di una malriposta speranza. Il tutto descritto con la maestria dell'autrice, in grado di descrivere la complessità degli stati d'animo con pochi tratti, efficaci come una selce che incide il tufo. A far da sfondo alla vicenda un'imponente villa nelle campagne parigine, tanto bella da divenire essa stessa protagonista, grazie alle preziose descrizioni dell'autrice che ci porta ad amare la sua elegante bellezza così come il sontuoso parco che la circonda. Leggere un bel libro è un piacere immenso. Stefania Mereu ci ha donato questo piacere e questa appagante soddisfazione.

Note legali