Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni La spia corre sul campo

  • User Icon
    11/05/2020 18:39:36

    L’ultimo romanzo di Le Carré in ordine di tempo offre una lettura coinvolgente e mai banale. In particolare, risultano credibili e ben delineati i personaggi. La traduzione poi è di altissimo livello.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/05/2020 08:58:19

    Il maestro della spy story è tornato. Ed è in grande forma. Il suo venticinquesimo romanzo è un feroce ritratto dell'Inghilterra di oggi, raccontato nel suo stile unico, che unisce umorismo e tensione. Nat, spia di lungo corso, pensava a 47 anni di aver chiuso con le missioni per i servizi inglesi. Però la minaccia russa è sempre più pressante e così viene messo a capo di un improbabile gruppo di agenti. Nat si consola ogni lunedì sera sfidando a badminton Ed, un giovane ricercatore che odia la Brexit e il presidente Trump. E per uno strano scherzo del destino sarà proprio il ragazzo a dare una mano al veterano degli 007.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/04/2020 15:36:36

    Non ho mai impegnato così poco tempo a concludere un romanzo di Le Carrè. Mi è piaciuto soprattutto lo stile un po’ innovativo dell’intervallare la narrazione a lungo al tempio presente, col più classico ma meno usato passato. La storia è accattivante e scivola via piacevolmente, tra continui disegni linguistici e letterari davvero piacevoli, caratteristici dell’autore. Come sempre interessante lo spaccato decadente di un servizio segreto britannico, ancora e sempre basato su fondamenta obsolete. Un po’ leggerina forse la teoria del giovane europeista, che, contrario alla Brexit, si concede al primo ex-sovietico che gli capita, per vendicarsi del suo governo, cercando una via d’uscita e per rivalutarsi agli occhi di se stesso. Ma, nell’insieme, il libro è assolutamente godibile e promosso.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/02/2020 18:15:36

    Ogni suo libro è sempre piacevolissimo. Il grande "vecchio" non delude

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    30/12/2019 13:22:12

    Scritta nello stile tipico dell’ autore, scorre lieve come l’acqua, magari annaffiata con robuste dosi di scotch. Il romanziere non nasconde il suo pensiero riguardo alla Brexit e la sua antipatia sia per Donald Trump che per Vladimir Putin. Come non condividere? Qui è alle prese con il doppio gioco. A proposito, conoscete le regole del badminton? Perché attorno a questo sport si svolge buona parte del romanzo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    23/12/2019 10:20:20

    Purtroppo è il secondo libro consecutivo di Le Carrè che lascio a meno della metà. Senza mordente, senza l'adrenalina tipica dei thriller. Insomma, senza la verve di un grande scrittore come lui. Non decolla, scorre piatto, senza verve. Peccato, perché da uno scrittore come lui ci si aspetta molto altro, ed invece niente.....

    Leggi di più Riduci