Traduttore: P. Spinato
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 2
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 29 marzo 2007
Pagine: 348 p., Rilegato
  • EAN: 9788830423886
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Descrizione
Aprile 2005. Roma è ancora scossa per la morte di Giovanni Paolo II, quando fra le mura vaticane avvengono due macabri ritrovamenti: un feroce assassino pare aver preso di mira i cardinali giunti nella capitale per il conclave che deve eleggere il nuovo pontefice. Il difficile caso viene affidato alla bella criminologa Paola Dicanti, uno dei pochi profiler al mondo formatisi alla sede dell'FBI. Ad affiancarla nel delicatissimo compito arriva Anthony Fowler, affascinante sacerdote nonché ex agente della CIA dal passato oscuro, richiamato in servizio per collaborare alla caccia al mostro. Un mostro che lui sembra conoscere un po' troppo bene... Una lotta contro il tempo, mentre l'indagine solleva uno spinoso sipario sugli scandali della pedofilia fra i ranghi della Chiesa, oltre che sui cupi retroscena dei poteri del Vaticano.

€ 8,30

€ 16,60

Risparmi € 8,30 (50%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Donovan

    11/10/2015 19:16:40

    Io leggo molti commenti sovrastanti, ci vuole tanto a dire che questo è semplicemente un buon libro? Scritto benissimo, il tema è gia stato affrontato altre mille volte, la trama è molto simile ad altri romanzi, tuttavia il libro è riuscito perchè sono convinto che lo scrittore sia riuscito a trasmettere gran parte di quello che voleva. La cosa sorprendente di Jurado è che sia riuscito a portare con se il lettore in quel vortice di oppressione e pesantezza, che in pochi scrittori riescono a trasmettere, non è una cosa da poco. Un bel Thriller senz altro

  • User Icon

    nanni

    29/08/2012 13:29:51

    Il libro è un thriller con un buon ritmo, scorrevole e spesso mantiene la necessaria "tensione". Fa uso di piste suggerite dal Killer con fogliettini, pizzini dal contenuto enigmatico che l'eroe di turno con magica intuizione risolverà; tale tecnica, della quale francamente non se ne sente più il bisogno da quasi un secolo, è ancora più noiosa perché le varie indicazioni sono scollegate, un espediente appiccicato dentro la storia per accondiscendere un piacere che penso pochi lettori potranno invece provare. Sullo stesso piano l'attacco alle alte sfere ecclesiastiche che non è argomento nuovo e nemmeno molto gradevole, ed anch'esso sembra forzato. La figura del killer e la sua storia personale, agghiacciante, pare in qualche maniera plausibile, ancorché al limite del troppo costruito. E' stato giustamente accostato a Dan Brown, del quale ricalca alcuni difetti, evitando però la costruzioni di vicende del tutto inverosimili, scritte solo per colpire il lettore, e che trovo illeggibili, tipiche di alcuni passi dei libri di Brown. D'altra parte l'incisività della trama e la ricerca del particolare sembra meno curata nel libro di Gomez. Diversamente va detto per la denuncia su abusi dei religiosi che apre un filone di analisi interessante, ed anche pregevole pare lo studio e la documentazione. Nel complesso pare un libro accettabile.

  • User Icon

    A.M.

    26/08/2011 13:31:02

    Il romanzo d'esordio dello spagnolo Juan Gòmez-Jurado mi ha piacevolmente sorpreso, anche se non entusiasmato. Le precedenti esperienze negative con scrittori iberici, mi rendevano alquanto prevenuto e cauto nell'approccio a questo libro. Ho constatato, però, uno stile fluido, snello, piacevole e ben ponderato nei dialoghi e nelle azioni. Una storia dura, molto critica ed aspra nei confronti dello Stato di Città del Vaticano, ben documentata e coraggiosa. Trattasi di romanzo, certo, ma che lascia molti interrogativi e spunti di riflessione. Anche le più alte gerarchie ecclesiastiche sono esseri umani, con le loro debolezze e i loro eccessi, i vizi e la brama di potere. E' accaduto in passato ed accadrà in futuro. Uno Stato deve sempre e comunque tutelare i propri interessi; quando poi essi s'intrecciano con quelli personali, beh ne esce? LA SPIA DI DIO! La sequenza dei capitoli è ben congegnata, con un'alternanza di vicende in tempo reale (Giovanni Paolo II è morto da pochi giorni e su Roma incombe il conclave) ed accadimenti del passato molto funzionali alla trama, poiché in grado di snellirla e rendere, anche sottoforma di flashback, più intuitivo il carattere, i sentimenti e il modus operandi dei protagonisti (l'ispettore Paola Dicanti, Padre Anthony Fowler e Viktor Karoski in primis). L'identità dell'assassino viene rivelata a pagina 67, per cui il vatican-thriller assume (inaspettatamente) natura introspettiva, incentrandosi sulla ricerca e sulla cattura del presunto serial killer sulla base del suo profilo psicologico. L'edizione è ben curata e rilegata dalla Longanesi. L'intero volume appare come la cronaca romanzata della prima decade di aprile 2005 dal finale un po' forzato, sicuramente fantasioso e privo di sorprese, salvo qualche colpo di scena concernente la vita dei personaggi principali. Si è invogliati alla lettura del romanzo successivo, a cui si chiedono soprattutto risposte sul destino di Padre Fowler.

  • User Icon

    Maunakea

    24/08/2011 22:41:51

    Il libro è del 2006, l'ho trovato in casa, probabilmente non lo averi mai comprato, trovavo che il mix religione-chiesa avesse un pò reso ed anche a me pareva il prodotto di chi surfava sull'onda dei romanzi di Brown... e invece, invece ha una splendida trama, i personaggi reggono, il ritmo è incalzane, non ci addormenta con gli straparlamenti simbolici Brown style e l'ambientazione è ben studiata con informazioni sulla chiesa parecchio interessanti. Leggerò sicuramente anche l'altro libro di questo sconosciuto scrittore spagnolo (cliccando qui sul nome stranamente non si visualizzano i libri dell'autore)

  • User Icon

    abc

    20/02/2011 13:24:25

    Libro scorrevole. Trama interessante, anche se priva di colpi di scena imprevedibili. Finale un po' deludente. Nel complesso sufficiente.

  • User Icon

    Simon

    01/10/2010 20:19:47

    Ben scritto, personaggi convincenti, trama coinvolgente. Buon libro sotto tutti gli aspetti.

  • User Icon

    Miriam

    29/05/2010 09:41:57

    Beh... Appena l'ho visto ho pensato "ecco, una brutta copia del Codice da Vinci"... E invece si è rivelato molto carino, di lettura scorrevole e piacevole! Purtroppo però non mi è sembrato così eclatante come scritto nei commenti in copertina, soprattutto perchè il pazzo lo si conosce fin dalle prime pagine, ma lo consiglio ugualmente a tutti.

  • User Icon

    Massimo F.

    26/02/2010 22:47:44

    Più che leggibile questo “tonaca” thriller. Il filone è un po’ scontato ormai, anche perché Dan Brown ha “spolpato ben bene l’osso”. A parte qualche luogo comune evitabile e la solita straviolenza psicopatica che pare di casa in Vaticano, la trama è piuttosto avvincente ed il ritmo sempre serrato (ma senza esagerare).

  • User Icon

    arianna

    03/08/2009 14:08:55

    mah......non riesco a definirlo....non mi ha lasciato nulla...

  • User Icon

    fabio j.

    17/01/2009 17:41:39

    Un romanzo veloce e ben scritto, con personaggi credibili. Peccato per alcuni eccessi su alcuni argomenti.

  • User Icon

    Luana

    03/06/2008 12:55:42

    Molto bello e scritto veramente bene, peccato che sia praticamente uguale ad Angeli e Demoni...

  • User Icon

    francesco

    01/05/2008 18:43:51

    che delusione! mi aspettavo chi sa che..dalle recensioni e dalla trama.. beh, mi ha deluso.. la trama è molto bella, ma viene sviluppata in modo poco avvincente.. c'è poca azione e troppi dialoghi in laboratorio.. io metterei una trama così nelle mani di dan brown..per gli amanti del genere:leggete angeli e demoni: sarà anche fantascientifico (soprattutto nel finale), ma almeno ti incolla al libro dalla prima all'ultima pagina..

  • User Icon

    gmb

    22/04/2008 12:20:48

    Buon Vatican Thriller da leggere tutto di un fiato. Consigliato.

  • User Icon

    marcy

    11/11/2007 12:24:03

    ..bello,piacevole,un po' crudo in qualche passaggio,ma soprattutto....quanto di vero esiste realmente dietro tutto cio'? Intrigante e da leggere tutto d'un fiato nelle piacevoli serate "freddine" autunnali.

  • User Icon

    franca

    29/09/2007 10:53:34

    Se non avessi già letto Angeli e Demoni darei un giudizio maggiore, ma l'ho trovato troppo simile al romanzo di Brown. Comunque il testo è ben scritto e non contiene le azioni da Rambo tanto care allo scrittore americano.

  • User Icon

    arton81

    25/09/2007 09:01:44

    Mi sorprendono i giudizi positivi di questo libro che considero decisamente MEDIOCRE. Sono un amante del genere ma la trama non è per niente originale e non ci sono colpi di scena che a mio avviso sono molto graditi nei thriller. Inoltre non c'è neanche la suspance di scoprire chi è l'assassino... Lettura NON consigliata!!

  • User Icon

    Johnny

    14/09/2007 13:11:50

    A me è piaciuto molto l'ho letto in ferie tutto di un fiato.Buon debutto, storia originale e molto scorrevole. Molto intrigante l'evoluzione psicologica del killer.

  • User Icon

    Andrea

    09/09/2007 10:27:04

    Ho acquistato queto libro perchè ho trovato la pubblicità dentro "La cattedrale del mare". Speravo di leggere una spy-story di nuovo tipo, o perlomeno un giallo di una certa levatura e che fosse avvincente, mi sono trovato a leggere una storiella , scritta alla veloce , banale e per nulla avvincente. Lo sconsiglio vivamente

  • User Icon

    nick

    03/07/2007 16:52:56

    Considerati i voti precedenti, il libro è inferiore alle mie aspettative. Anzitutto, l'identità dell'assassino è svelata praticamente dall'inizio mentre il movente, su cui si regge l'intera trama, è facilmente intuibile. Dunque, trama debole e scarsa originalità. Lo stile comunque è discreto ed in alcuni punti il romanzo è avvincente. Non merita più di 3.

  • User Icon

    Mapa

    03/07/2007 11:25:53

    Libro acquistato con molte aspettative che ha deluso in parte. Infatti, concordando con altri lettori nel valutare i primi 3/4 di narrazione assolutamente valida e avvincente, con molti spunti interessanti da approfondire, tuttavia il finale lacia con l'amaro in bocca. Infatti, la trama si conclude con una soluzione che per certi versi si può definire banale perchè intuibile già a metà libro e alquanto scontata. Forse,se l'autore avrebbe curato maggiormente il finale, ci saremmo trovati di fronte ad un ottimo thriller e ben scritto. Comunque, autore da tenere sotto osservazione.

Vedi tutte le 33 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione