Categorie

Curatore: S. Andreoli, A. Bonino
Editore: Aliberti
Anno edizione: 2011
Pagine: 221 p., Brossura
  • EAN: 9788874247394
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Dopo il successo del primo volume, la contagiosa ironia del blog satirico più esilarante del web torna a scatenarsi in una nuova raccolta di battute al vetriolo. Questo secondo capitolo, che comincia esattamente là dove si interrompeva il primo, propone il meglio apparso sul sito Spinoza negli ultimi dodici mesi e anche molto materiale inedito. Più o meno 2.500 battute, frutto della mente di oltre seicento autori-utenti del blog, che con la loro disarmante comicità commentano gli avvenimenti di politica, cronaca e attualità.
Il criterio ispiratore e il fulcro della filosofia dei nuovi “spinoziani” è semplice: “non esistono argomenti su cui non si può scherzare”, dichiarano candidamente nelle pagine faq del loro sito, mettendo in pratica ciò che diceva il loro nume tutelare, l’autentico Spinoza, il pensatore del XVII secolo che invitava ad «attraversare la vita non con paura e pianto, ma in serenità, letizia e ilarità». Stefano Andreoli e Alessandro Bonino, curatori del libro, e ideatori del blog, conoscono bene il potere terapeutico della satira. E, come ricordano nel sottotitolo del libro, ci regalano la possibilità di disseppellire, grazie a una risata, la mediocrità e le assurdità del mondo d’oggi.
Dai Mondiali 2010 a Bin Laden, da Cossiga a Scilipoti: le schegge di satira purissima di questo originalissimo contronotiziario umoristico colpiscono a trecentosessanta gradi senza distinzioni di ideologia o colore politico. Ce n’è per tutti, ecco qualche esempio. Sulla situazione politica italiana: “È passato un altro anno di governo Berlusconi. Il tempo vola quando ci si diverte.” e “Bersani ai militanti del Pd: «Sentitevi tutti segretari». Mira al concorso di colpa.”. Sui personaggi famosi: “Maradona si racconta: «Sei anni senza droga». Poi iniziarono le elementari”. Sul papa: “Il papa benedice i social network. Oggi non gli andava di uscire.” Sulla crisi: “Grazie alla crisi economica diminuiscono i rifiuti. Quando si dice vedere il cassonetto mezzo pieno.”
Un florilegio di battute brevi che concentrano in poche parole la grande saggezza della comicità più pungente. Una libro dalle molteplici chiavi di lettura: libro di storia parallela, sintesi delle contraddizioni della cosiddetta società civile, diario che permetta di ricordare cose o persone dimenticate troppo in fretta o reazione allergica a questi tempi sempre più balordi. Ma sempre e comunque un libro con una sola anima, dissacrante, feroce, geniale, scomoda, senza freni.