Lo spirito della foresta

Robin Hobb

Traduttore: L. Palestini
Editore: Fanucci
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 25 novembre 2009
Pagine: 656 p., Rilegato
  • EAN: 9788834715208
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Il regno di Gernia, dopo una sanguinosa guerra contro i Landsing, ha perso tutte le regioni costiere. Re Troven ha deciso di espandersi nelle selvagge terre dell'Est, le cui foreste sono abitate da un popolo misterioso, dalla pelle striata e ancora dedito alla magia. L'intento è costruire una strada che, attraversando le foreste, raggiunga le Montagne Barriera e apra una nuova via di commercio per il regno. Il giovane Nevare Burvelle, secondogenito di un ufficiale di cavalleria eletto dal re al rango di nobile per il valore dimostrato in battaglia, secondo la tradizione è destinato a calcare le gloriose orme del padre. Fin da piccolo segue una rigida educazione militare, ma durante l'addestramento impartito da Dewara, un guerriero della tribù dei Kidona, la sua vita cambia per sempre. Ignaro di un destino più grande di lui, Nevare entra all'Accademia di cavalleria, ma ben presto dovrà affrontare ciò che l'arcana magia di Dewara gli ha lasciato insieme alle cicatrici che ancora segnano il suo corpo. S'immergerà così in misteri arcani e sconvolgenti, e scoprirà poco a poco di avere un ruolo fondamentale nello scontro fra mondi così diversi tra loro, il cui destino alla fine dipenderà da lui.

€ 12,00

€ 24,00

Risparmi € 12,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 10,80 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Camilla

    05/07/2012 17:47:58

    L'ho acquistato perché qualcuno ha avuto la bella idea di regalarmi il terzo volume di questa saga e preferivo partire dall'inizio, ma non so se comprerò anche il secondo. Lo stile di scrittura è piacevole, ma la storia è davvero troppo lenta e priva di avvenimenti di rilievo. Inqualificabile l'edizione Fanucci, con una quantità scandalosa di errori di ortografia, grammatica e sintassi: un insulto alla lingua italiana. Non so di chi sia la colpa: ho trovato in un forum un messaggio della traduttrice che si dissociava dall'opera, accusando la casa editrice di non aver pubblicato la sua traduzione, ma qualcos'altro. In ogni caso è vergognoso che un editore metta in vendita un prodotto di così scarsa qualità.

  • User Icon

    daniela

    17/12/2010 11:49:25

    Una delusione rispetto alle precedenti saghe dell'assassino e dell'uomo ambrato. C'è sempre il tocco della Hobb nelle magistrali descrizioni in prima persona dell'adolescenza di un ragazzo, ma diventa troppo prolissa e noiosa quando entra nel mondo del soprannaturale. E' comunque un bel romanzo, se si glissa sui molti (troppi) refusi e errori nella traduzione, che rendono la lettura più faticosa: il secondo romanzo è comunque peggio da questo punto di vista. Perchè non fanno tradurre i libri a chi ama o conosce il fantasy e i precedenti romanzi della Hobb?

  • User Icon

    francesco

    19/04/2010 17:39:27

    Dopo avere letto le due trilogie dell'Assassino, sono rimasto molto deluso. Ammetto di essere prevenuto a causa della nostalgia della vecchia ambientazione dei Ducati, ma l'ho trovato comunque molto lento e con una trama inconsistente. Nell'insieme è comunque piacevole, poteva scriverlo con 250 pagine (inutili) in meno, però. VOTO: 2,5

  • User Icon

    Gianluigi Ravviso

    11/02/2010 00:40:21

    Robin Hobb è sempre superlativa in questo libro sembra di essere tornati al primo libro della trilogia dei Lungavista tanto è coinvolgente, se avete amato i libri precedenti della Hobb non perdetevelo, se non li avete letti, questo è un buon modo per iniziare a conoscere questa splendida autrice fantasy, probabilmente la migliore in circolazione... Tutto altro discorso merita l'edizione, dire che è da prima elementare è fare un complimento: errori di ortografia, frasi incomprensibili, parola ripetute... sembra che abbiano pubblicato la brutta copia al posto della bella copia. Non so se l'editore o il traduttore ce l'hanno con Robin Hobb perché hanno fatto la stessa identica cosa con "il Risveglio dell'Assassino" so dirvi per certo che è una cosa altamente "disturbante" trovare errori che non ti fanno comprendere la frase che stai leggendo mentre stai cercando di seguire un libro che ti prende come pochi. Spero che nei prossimi libri della trilogia curino un po' meglio questo aspetto.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione