Categorie

Mario Soldati

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: XIX-146 p. , Brossura
  • EAN: 9788804555803

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristina72

    19/06/2012 14.55.23

    "Non so perché in quel momento mi voltai". Cosa passa per la testa di un traditore seriale? E' un thriller dei sentimenti quello raccontato da Mario Soldati, un tradimento che ha inizio davanti all'altare, poco prima della pronuncia del fatidico sì. Lui, lei, l'altra, quando l'altra, terribilmente attraente, è la migliore amica di lei. Le dinamiche del rapporto amoroso e del matrimonio sono analizzate dalla voce narrante di Edoardo, intellettuale italiano che vive in America. La sua è un'analisi obiettiva fino al cinismo, portata avanti attraverso una serie di flashback, e che arriva ad una considerazione di fondo: amore e tradimento sono due facce della stessa medaglia e l'uno si nutre dell'altro. Il destino e la debolezza umana fanno il resto, lasciando poco spazio, almeno nel breve periodo, a rimorsi e rimpianti. Non sono pochi i lettori che potrebbero identificarsi con uno dei tre protagonisti, o riconoscere una storia accaduta nella realtà. C'è un realismo perfino irritante nel libro, soprattutto per quelli che non rinunciano a credere nel potere salvifico dell'amore.

  • User Icon

    stefi

    14/02/2012 15.54.56

    Maestro geniale di letteratura ed introspezione psicologica mario soldati.romanzo ricco di sensibilita'artistica e di pathos.edoardo al pari del protagonista di lettere da capri e'combattuto tra la passione dei sensi,quella peccaminosa,quella che farebbe tremare i moralisti,ed il dovere coniugale.cosa alla fine avra'il sopravvento?mistero sino alle ultime righe.la prosa di soldati non e'mai un dato scontato.e'un piacevole percorso tra i meandri imperscrutabili della pschiche umana.soldati grande pscicologo e creatore di splendide immagini descrittive.non recentissimo ma pur sempre attuale nelle manifestazioni della natura umana.da leggere senza mai distogliere l'attenzione

  • User Icon

    intrevado nicola

    07/10/2011 20.38.51

    Ricordo il Soldati televisivo avvolto in una nuvola di fumo mentre pontifica con saggia postura di toni : di cibi da rivalutare, di paesaggi da visitare, di caccia, di montagne con una verve polemica spiccata, accesa di pura passione. Tuttavia questo suo libro, del 1977, manca appunto di brio, di moto, di analisi dei sentimenti, mentre, si sofferma in una perfetta immagine dei piu' ovvi e scontati luoghi comuni di un america priva del tutto di profondita' di ricerca. Il libro e' davvero banale, perche' davvero banali sono i ritratti dei quattro personaggi che lo popolano senza completarlo, lei luoghi che lo arredano, delle vicende che lo movimentano. Nulla del racconto rimane impresso nel lettore, tutto scivola come acqua sul vetro senza lasciare tracce con un ladro che sa' tutto delle tecniche investigative di chi gli dara' a sua volta la caccia.

  • User Icon

    Simone

    10/02/2008 01.03.29

    Una narrazione decisamente accattivante e arguta, l'intreccio temporale della prima parte del libro presenta notevoli caratteristiche interessanti. L'adulterio visto dall'autore in maniera speranzoso e contraddittorio, porterà ad uno svolgersi degli eventi con attitudini nettamente d'oltreoceano . . .

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione