La stanza della tessitrice - Cristina Caboni - copertina

La stanza della tessitrice

Cristina Caboni

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Garzanti
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 18 ottobre 2018
Pagine: 304 p., Rilegato
  • EAN: 9788811149606
Salvato in 77 liste dei desideri

€ 17,67

€ 18,60
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

La stanza della tessitrice

Cristina Caboni

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La stanza della tessitrice

Cristina Caboni

€ 18,60

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La stanza della tessitrice

Cristina Caboni

€ 18,60

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 11,99 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo il successo de Il sentiero dei profumi e La rilegatrice di storie perdute Cristina Caboni torna con un libro dove i fili del passato e del presente si intrecciano. Dove gli abiti sono pieni di significati misteriosi. Dove i destini di due donne si incontrano per far volare i sogni, senza paura.

«In poche settimane Cristina Caboni ha scalato tutte le classifiche.» - TTL-La Stampa

"Interrogò il tessuto. E lui rispose. Vedeva il vestito nella sua mente e, come un pittore, ne definiva la struttura, il disegno e il colore. Gli abiti che Camilla rielaborava e confezionava erano creati sui sogni individuali di chi li indossava, capaci di infondere protezione, coraggio, sicurezza. Ciò che desiderava per sé stessa con tanta intensità, sapeva crearlo per gli altri"

Bellagio è il luogo dove Camilla si è rifugiata per iniziare una nuova vita. Solo qui è libera di realizzare i suoi abiti capaci di infondere coraggio, creazioni che sono ben più di qualcosa da indossare e mostrare. Ma ora è costretta ad abbandonare tutto perché Marianne, la donna che l’ha cresciuta come una madre, ha bisogno del suo sostegno. È lei a mostrarle il contenuto di un antico baule, un abito che nasconde un segreto: vicino alle cuciture interne c’è un sacchetto che custodisce una frase di augurio per una vita felice. È l’unico indizio per ritrovare la sorella che Marianne non ha mai conosciuto. Camilla non ha mai visto nulla di simile, ma conosce la leggenda di Maribelle, una stilista che, all’epoca della seconda guerra mondiale, era famosa come «Tessitrice di sogni». Nei suoi capi erano nascosti i desideri e le speranze delle donne che li portavano. Maribelle è una figura che la affascina da sempre: si dice che sia morta nell’incendio del suo atelier parigino, circondata dalle sue creazioni. Camilla non sa quale sia il legame tra Maribelle e la sorella che Marianne vuole ritrovare. Ma sa che è disposta a fare di tutto per scoprirlo. Sente che la sua intuizione è giusta: Parigi è il luogo da dove iniziare le ricerche; stoffe, tessuti e bozzetti la strada da seguire. Una strada tortuosa, come complesso è ogni filo di una trama che viene da lontano. Perché i misteri da svelare sono a ogni angolo. Perché Maribelle ha lottato per affermare le proprie idee. Perché seguirne le orme significa per Camilla scavare dentro sé stessa, dove batte un cuore che anche l’ago più acuminato non può scalfire. Cristina Caboni è una delle voci più prestigiose e stimate del panorama letterario italiano. Con i suoi romanzi come, tra gli altri, Il sentiero dei profumi e La rilegatrice di storie perdute è entrata nel cuore dei lettori. Ora torna con un libro dove i fili del passato e del presente si intrecciano. Dove gli abiti sono pieni di significati misteriosi. Dove i destini di due donne si incontrano per far volare i sogni, senza paura.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,08
di 5
Totale 13
5
5
4
5
3
2
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Odina

    15/05/2020 10:18:51

    Come nell'altro libro di Cristina Carboni "La casa degli specchi", anche in questo racconto il passato e il presente si confrontano costantemente per dar vita alle pagine de "La stanza della tessitrice". Anche qui sono le storie familiari a rendere vivo il romanzo. Pur non essendo un capolavoro, mi è piaciuto davvero.

  • User Icon

    Anna

    11/05/2020 17:10:24

    Un antico baule un abito ed un segreto sono questi ingredienti di un romanzo che mi è piaciuto tantissimo a colpirmi particolarmente è stata l'analisi introspettiva e la ricerca del legame tra Maribelle e la sorella. E poi c'è Parigi, il luogo al centro della vicenda da cui si dipana la storia tra indizi e leggende. Ecco emergere un libro meraviglioso che regalerò a mia cognata.

  • User Icon

    Sabrina

    25/09/2019 10:27:24

    Segreti di famiglia e grandi passioni. Un libro che lascia un segno indelebile.

  • User Icon

    rockwell50

    24/09/2019 08:14:48

    Camilla Sampietro possiede un dono, ovvero quello di ridare nuova vita ai capi considerati ormai vecchi, il cosiddetto new style. Camilla ama i tessuti, li interroga e loro le rispondono ed in effetti è negli abiti che riesce a proiettare la sua immaginazione. Smontare e ricucire un vestito vuol dire, per lei, unire le esistenze di chi lo ha realizzato, di chi lo ha già indossato e di chi lo indosserà in seguito all'accomodamento. Camilla è in grado di cogliere le emozioni, i sogni e i desideri costuditi negli occhi e nel cuore delle clienti in modo da confezionare abiti capaci di donare gioia, protezione, sicurezza e coraggio. Questo è un romanzo in cui si respira forte il desiderio di femminilità, indipendenza e modernità, complice la particolareggiata caratterizzazione delle protagoniste, donne temerarie, magnetiche ed affascinanti. Una sorta di marchio di fabbrica che rimarca l'attenzione posta dalla Caboni nei confronti dei suoi personaggi. Lo consiglio.

  • User Icon

    Maria

    21/09/2019 14:19:46

    Leggendaria. E’ la parola che meglio riassume l’essenza di questo testo. Vera poesia, ha fatto vibrare come poche opere le corde del mio cuore. Con la figura di Camilla e, sullo sfondo, la città di Bellagio. Quindi appaiono Maribelle e Marianne. Interessante la vicenda d’amore e d’amicizia. Da regalare.

  • User Icon

    Anna

    19/09/2019 14:28:10

    Poesia pura. Questa autrice ha un dono straordinario. Leggetelo!

  • User Icon

    Bertie

    03/09/2019 09:50:26

    Libro scorrevole e carino ma preferisco i primi libri della Caboni. Mi sembra che con gli ultimi due libri stia rischiando di scadere sempre nello scontato. Sicuamente lo consiglio data la lettura "easy"

  • User Icon

    sara

    09/08/2019 20:44:42

    Cristina ci ricorda che la vita è come la trama di un tessuto. Alcune volte non comprendiamo i vari collegamenti.. La vita è un disegno meraviglioso. In questo libro ne è riportata la magia.

  • User Icon

    vitt12

    28/07/2019 16:58:22

    Bello l'intreccio e l'ambientazione, ma la parte "sentimentale" è troppo da harmony. Resta una piacevole lettura da ombrellone

  • User Icon

    Francesca

    11/03/2019 08:05:46

    Un romanzo scorrevole, di cui ho molto apprezzato le suggestioni evocate da tessuti, merletti, vestiti. Sicuramente la scelta del tema è originale e accattivante. La trama è, a mio avviso, un po' lineare; i personaggi vengono indagati in modo poco profondo, manca un pizzico di originalità, ma il libro si riscatta in certi piccoli dettagli, come per esempio il fil rouge dell'antica tradizione delle tessitrici sarde. Nel complesso un romanzo che consiglierei a chi cerca una lettura leggera e piacevole, senza troppe pretese anche in termini di scrittura. Giudizio comunque positivo!

  • User Icon

    Martina

    09/03/2019 15:06:24

    Cristina Caboni è una garanzia. Ho letto tutti i suoi libri e anche questo non mi ha delusa! La trama è molto affascinante e lo stile di scrittura molto riconoscibile, in quanto ci sono capitoli attuali e capitoli in flashback, con i quali poi si capirà la trama pian piano. L'idea che dietro un'abito si possa nascondere una storia così intricata mi ha stupita, ma ovviamente non manca l'aspetto dei sentimenti, sia di amicizia che di amore. Una lettura gradevole e che ti rapisce, consigliatissima!

  • User Icon

    Laura

    15/12/2018 14:37:38

    Cristina Caboni sa come tessere le parole e creare magnifiche storie con cui avvolgersi...

  • User Icon

    Sara

    13/11/2018 17:45:27

    La stanza della tessitrice è il primo romanzo di Cristina Caboni che mi capita per le mani e visto quante persone mi hanno parlato bene di lei, ho deciso di sperimentare in prima persona una delle sue storie. L'autrice si serve della tessitura e della creazione degli abiti per farci capire che, come un intreccio manufatturiero a volta può esser complicato, così anche la vita sa essere ingarbugliata e a volte trovare i fili giusti è davvero difficile. burda style, Anleitung: Prächtige Froschgoscherl selber basteln Quando Marianne le rivela che sta cercando sua sorella la narrazione si spezza in due grandi filoni narrativi e da una parte segue le avventure di Camilla, appena tornata a casa e alle prese con i sensi di colpa per come se ne è andata, soprattutto con Marco, il quale finalmente la vede sotto una luce diversa, anche se le loro vite non sembrano volersi intrecciare visto che stanno andando in direzioni opposte, dall'altra invece seguiamo una storia che spezza davvero in due a causa della protagonista, costretta ad affrontare continue delusioni dalla sua famiglia perchè non viene accettata per quello che è ma vista solo come una bambola di pezza, da posizionare solo dopo più aggrada. La storia di Caterina non è semplice, è difficile da digerire soprattutto per tutto quello che il destino decide di farle affrontare, ma come sempre i fili che ci governano hanno uno strano senso dell'umorismo e in qualche modo tutto quello che questa donna affronterà, sarà di grande insegnamento non solo per lei ma anche per il lettore, il quale ancora una volta si affaccerà su uno scenario storico che è sempre bene ricordare. La stanza della tessitrice è una storia curata nel più piccolo dettaglio, non c'è un filo fuori posto ed è un 'avventura tutta da scoprire, un vero e proprio viaggio sia fisico che mentale che resterà con noi per molto tempo.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente

Camilla è una stilista che lavora a Bellagio e si occupa di ridare nuova veste e vita ad abiti usati, realizzati con tessuti preziosi. Un giorno Marianne, la madre adottiva, le chiede di ritrovare la sorella Adele e di scoprire che legame la legasse a Maribelle, la cosiddetta “tessitrice dei sogni”, che cuciva nei vestiti sacchetti contenenti i desideri delle donne che li avrebbero indossati.

Era una stilista vissuta in Francia nel periodo della seconda guerra mondiale. Di lei si sa veramente poco. La sua esistenza si perde nella leggenda. Qualcuno afferma che abbia lasciato la Francia e si sia trasferita negli Stati Uniti, altri insistono nel sostenere che sia morta a Parigi. Il suo atelier, secondo le voci che circolano sul suo conto, fu distrutto da un incendio. La verità è che non esistono prove, né notizie di lei successive a quel periodo. Maribelle scomparve dalla scena durante la seconda guerra mondiale.

Anche Camilla ha imparato a cucire nei vestiti i cosiddetti scapolari, “sacchetti di stoffa che non dovevano mai essere aperti e custodivano al loro interno l’essenza di chi li avrebbe portati, cuciti nei propri vestiti. Proteggevano dai nemici e dai pensieri cattivi, rafforzavano la volontà, aiutavano ad avere fiducia in sé stessi. Attiravano la grazia del Signore e degli angeli. Erano composti da due pagine di stoffa, piccoli e preziosi. Contenevano i brebus, parole di grande forza che appartenevano alle tradizioni di quella terra antica. Spighe di lavanda, fiori di elicriso, grani di frumento, orzo, doni della terra. E preghiere scritte in una grafia sottilissima.

E sono proprio i tessuti a legare il tutto, a partire dai titoli dei singoli capitoli del romanzo, che iniziano ciascuno con la descrizione di un tessuto diverso: cotone, crespo, feltro, alpaca, lino e così via, fino alla fine. Il tessuto, reale o metaforico, è il filo conduttore. Tessuto composto da un insieme di fili diversi, come le storie delle protagoniste di questo romanzo, che si intrecciano a formare legami, sciolti e riannodati.

Cristina Caboni ci invita a seguire i fili di questo romanzo di sentimenti tessuto con abili mani, che non scade mai nel melenso e che nasconde un pizzico di mistero nelle figure di Maribelle e di Caterina, donne del passato di Marianne e di Camilla. E degli altri personaggi, Rosa, Daniela, Marco, che fanno parte di quello stesso tessuto.

Marianne mi ha presa con sé e si è occupata della mia istruzione. Questo lo sai. Ed è grazie a lei che sono venuta a conoscenza del mistero di Maribelle. Per questo adesso devo aiutarla: è come un filo che si riannoda. Come se fosse stata Caterina a tessere una tela molti anni prima. E i fili che lei aveva teso, il destino li ha riannodati, porgendone prima un capo a Marianne e adesso l’altro a me.

 

  • Cristina Caboni Cover

    Appassionata coltivatrice di rose, si dedica alla conoscenza e allo studio delle essenze e delle fragranze naturali. Vive in provincia di Cagliari, dove si occupa dell'azienda apistica della famiglia. Il sentiero dei profumi (Garzanti 2014) è il suo romanzo d'esordio, cui sono seguiti La custode del miele e delle api (Garzanti 2015), Il giardino dei fiori segreti (Garzanti 2016) Premio Selezione Bancarella 2017, e La rilegatrice di storie perdute (Garzanti 2017), La stanza della tessitrice (Garzanti 2018), La casa degli specchi (Garzanti 2019). Approfondisci
Note legali