Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Una stanza tutta per sé - Virginia Woolf - copertina

Una stanza tutta per sé

Virginia Woolf

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Egle Costantino
Collana: Grandi classici
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 novembre 2013
Pagine: 224 p., Brossura
  • EAN: 9788817067980
Salvato in 206 liste dei desideri

€ 9,50

€ 10,00
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Una stanza tutta per sé

Virginia Woolf

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Una stanza tutta per sé

Virginia Woolf

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Una stanza tutta per sé

Virginia Woolf

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 9,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Scritto tra il 1928 e il 1929 in seguito a una serie di conferenze sul tema "donne e romanzo", questo testo costituisce uno dei più eloquenti trattati femministi del Novecento: partendo da un tema apparentemente secondario e cioè che una donna, per scrivere, debba avere del denaro e "una stanza tutta per sé", Virginia Woolf porta alla luce le restrizioni imposte nel corso dei secoli alla creatività femminile dalla società, dalle leggi e dalle convenzioni. Attraverso riflessioni arricchite da sentimenti e storie personali, la Woolf dà vita a una forma ibrida tra saggio e racconto che come descritto nella chiara introduzione di Egle Costantino - le permette di universalizzare le esperienze narrate in un testo lucido e stimolante, divenuto un punto di riferimento imprescindibile per approfondire e comprendere la questione femminile.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,45
di 5
Totale 11
5
6
4
4
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    ale

    15/05/2020 21:32:56

    Ho inizialmente fatto fatica ad approcciarmi a questo testo ma, a lettura conclusa, credo che questo sia un saggio che tutte le donne dovrebbero leggere. Virginia Woolf , invitata a tenere una conferenza sul tema "La donne e il romanzo", abbraccia un discorso più ampio che arriva a toccare il tema della condizione della donna, specie di quelle donne che, contravvenendo alle "regole" dell'epoca che le vedevano escluse da qualsiasi ambiente culturale, osassero sperare di entrare nel mondo della letteratura. La Woolf con grande ironia e intelligenza sfida il sistema patriarcale vigente e ci fa comprendere come i diritti delle donne siano stati conquistati con fatica e tenacia. Tali diritti non possono essere dati per scontati. Anzi, devono essere rivendicati, difesi, tutelati, ieri come oggi.

  • User Icon

    Carmen

    10/03/2019 15:03:31

    Questo è un fantastico saggio che lega per iscritto, i salari femminili del femminismo e gli spostamenti culturali verso il successo. Mi è piaciuta molto la prospettiva di questo saggio - non si tratta solo di scrivere o di Bronte, ma di educazione e accesso per le donne oltre a molto altro. La scrittura è perspicace e coinvolgente e il ragionamento del saggio suona vero. Una stanza tutta per sé è un'ottima lettura per tutti: uomini e donne, nonché scrittori e non scrittori. Mentre a volte è denso e persistente, è uno sguardo approfondito a ciò che realmente va in una donna che scrive un libro di successo.

  • User Icon

    Lucy

    07/03/2019 18:57:56

    Poco più di un centinaio di intense pagine sulle donne, la "Storia", con la S maiuscola declinata al femminile. Da leggere e rileggere, anche oggi che le donne lavorano, viaggiano e scelgono il loro cammino. Perché, se è vero che non ci sono più scuole o lavori preclusi alle donne, neppure la scrittura, è vero però che esiste un punto di vista femminile nei romanzi. Virginia Woolf con il suo Una stanza tutta per sé ci fornisce le indicazioni per ascoltare la voce dei personaggi femminili. Ci indica la forza dei personaggi creati da Jane Austen, le debolezze e la rabbia che Charlotte Brontë lascia trasparire tra le pagine dei suoi romanzi. Virginia ci diverte in questo libro, si inventa persino una sorella di Shakeaspere che avrebbe tanto voluto diventare drammaturgo come suo fratello e che fugge verso Londra... Ci dà molto a cui pensare.

  • User Icon

    Cristina

    07/03/2019 18:33:07

    Era scritto nella costellazione delle mie letture che avremmo dovuto incontrarci, cara Virginia, prima me l'aveva sussurrato dolcemente all'orecchio Vita Sackville-West, titubante ho iniziato a leggerti e quando ho incontrato i versi di Christina Rossetti tra le pagine ho capito che il nostro incontro era inevitabile. È stato amore, ma non un amore di quelli da cottarella estiva, che ti legano alla storia di un libro e appena arriva settembre hai già dimenticato tutto, piuttosto un amore di quelli che nascono piano e sai che durerà a lungo. La stessa cosa mi è successa con Bassani, uno stile riconoscibile, coinvolgente, fresco, una prosa cesellata in cui ogni parola è al posto giusto, senza sbavature e senza ridondanze, così sei tu, Virginia. E io mi sono innamorata di te. Hai una mente dinamica, immagini mille piccole storie che partono da dettagli insignificanti per poi farti riflettere su temi difficili e spinosi. La sorella di Shakespeare, hai immaginato la vita della sorella di Shakespeare ed io so già che non la dimenticherò mai, ma come ti è venuto in mente? Si può ridurre questo ad un saggio femminista sul ruolo della donna nella letteratura? Per me no, è molto di più. In questo libro non c'è vittimismo, non c'è rabbia, c'è solo una donna che grazie alla sua rendita, possiede una stanza tutta per sé e seduta allo scrittoio crea opere d'arte immortali.

  • User Icon

    Alessia

    27/12/2018 19:59:11

    Imperdibile. Conduce a riflessioni ancora moderne che tutti dovrebbero fare, mettendo in discussione la società che abbiamo costruito finora.

  • User Icon

    Iaia1970

    30/11/2018 10:04:19

    Bello in quanto ben rappresenta il\nbackground storico filosofico in cui è stato scritto

  • User Icon

    Anto

    23/09/2018 15:11:07

    Un saggio estremamente interessante, che permette di analizzare nel dettaglio le caratteristiche peculiari della scrittura femminile, fornendo numerosi spunti di riflessione, non solo letterari, ma anche sociologici, relativi alla condizione della donna nei secoli passati. Una lettura da non perdere per chi ama scrivere, oltre che leggere.

  • User Icon

    Licia

    22/09/2018 12:48:40

    Saggio affascinante e di grande realismo sulla condizione femminile degli anni anni '20; così attuale da rendere il la condizione femminile di sudditanza verso l'uomo un fenomeno di riscatto sociale valido in ogni tempo. Grande racconto della Wolf... Passioni, difficoltà e aspirazioni rendono significativo l'animo e il grande lavoro riposto dall'autrice nell'opera.

  • User Icon

    maria

    17/09/2018 21:20:46

    Indubbiamente una grande la Woolf, nulla da dire. Ma ho trovato il suo libro piuttosto pesante, noioso e anche ripetitivo nei suoi concetti. Non sono riuscita neppure ad apprezzarne lo stile: periodi molto lunghi e con troppi incisi ne appesantiscono la lettura. Decisamente interessanti le tante riflessioni: la situazione della donna nel suo periodo e nella storia precedente, come una donna scrittrice o comunque artista potesse effettivamente riuscire ad emergere in certi contesti, laddove così poco veniva considerata e così pochi strumenti aveva per poter coltivare le proprie passioni e inclinazioni. Un quadro davvero chiaro ed esaustivo, ma confesso che non vedevo l'ora di finirlo!

  • User Icon

    Carmen

    17/09/2018 20:53:22

    Di “Le donne e la narrativa” non so bene cosa dire: un saggio brillante? Forse; c’è dentro molto lavoro, molte opinioni condensate in una specie di gelatina che ho cercato di tingere di rosso il più possibile. [Diario di una scrittrice, Virginia Woolf] Così Virginia Woolf parlava di “Una stanza tutta per sé” il 12 maggio 1929, mentre preparava la stesura definitiva del suo saggio in modo da farlo leggere a Leonard, prima di essere pubblicato, come di consuetudine. La Woolf, così facendo, è la prima a parlare di una storia della letteratura femminile. Dall’immaginaria sorella di Shakespeare, ad Aphra Behn, da Jane Austen a Charlotte Brontë, “Una stanza tutta per sé” esplora le difficoltà, i sacrifici, che le donne hanno dovuto fare per scrivere, un’operazione tanto comune per gli uomini.

  • User Icon

    Fabiana

    09/12/2017 12:34:36

    Questo è un saggio d'altri tempi, quindi è difficile giudicarlo. Ho letto recentemente un altro saggio sul vegetarianesimo; era un documento molto serio e impersonale, pieno di statistiche e fonti affidabili e attuali. Questo, invece, non era molto obiettivo, però non penso sia necessariamente un male perché era bello vedere il coinvolgimento della Woolf, la immaginavo scrivere sulla sua piccola scrivania, con gli occhi in fiamme di rabbia razionale. Il libro prende in esame la condizione della donna, non è eccessivamente illuminante. La Woolf non è una saggista, né una ricercatrice o esperta nel campo; la Woolf era una scrittrice. Infatti, il libro è molto descrittivo e "poetico", in certo senso. Elegante. Era bello leggerlo, tutto sommato. Ripeto, questo è letteralmente un saggio d'altri tempi, quindi non si più giudicare e, comunque, quei "difetti" neanche pesano, anzi. Li ho scritti solo per riportare le caratteristiche del libro, quello che ho notato, come una sorta di avvertimento, ma il documento è riuscito comunque a darmi qualcosa, mi è piaciuto davvero molto. Lo consiglio a tutti i lettori che non cercano un libro troppo "serio", schematico o studiato.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Virginia Woolf Cover

    Nata il 25 gennaio 1882 e figlia di Leslie Stephen, celebre storiografo e critico, crebbe in un ambiente coltissimo, frequentato da artisti, letterati, storici e critici. Secondo le regole della buona società vittoriana, venne educata privatamente.Tramite il fratello Thoby, entrato a Cambridge nel 1899, strinse amicizia con i discepoli del filosofo G.E. Moore, gli «Apostoli» del Trinity College (tra essi B. Russell, G. Lytton Strachey, J.M. Keynes, L. Wittgenstein, E.M. Forster, D. Garnett, L. Woolf, C. Bell, R. Fry). Nel 1904 i fratelli Stephen si trasferirono nel quartiere di Bloomsbury, dove, intorno a Thoby (morto nel 1906), a Virginia e a sua sorella Vanessa, gli ex Apostoli di Cambridge formarono il gruppo che venne chiamato Bloomsbury set, destinato a dominare per... Approfondisci
Note legali
Chiudi