La storia dei vincitori e i suoi miti. Da Giovanna d'Arco al delitto Moro, da Cristoforo Colombo ai Rothschild, mille anni tutti da riscrivere

Pietro Ratto

Editore: Dissensi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 18 gennaio 2018
Pagine: 125 p., Brossura
  • EAN: 9788885518070

20° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Storia e archeologia - Storia - Storia generale e mondiale

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

La Storia è come un'arma. Come un fucile puntato contro la verità. La scrive chi vince, chi intende costruire e consolidare un potere. A questo scopo essa viene tramandata, insegnata e imparata a memoria da milioni e milioni di ragazzi, vincolati a una "scuola dell'obbligo" che ha soprattutto quell'obiettivo: forgiare le menti e controllare le conoscenze dei sudditi di ogni epoca. Questo libro intende sollevare dubbi e ipotesi, tanto "alternative" quanto fondate e documentate, su una serie di vicende e di stereotipi storiografici relativi agli ultimi mille anni di Storia occidentale. In qualche modo, può esser considerato un vero e proprio manifesto di quel Movimento Controstorico che, in questi ultimi tempi, si sta facendo strada. E che Pietro Ratto, con la sua attività di ricerca assolutamente indipendente e i suoi irriverenti saggi, ha contribuito non poco a sviluppare.

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Emanuela

    24/09/2018 08:32:19

    Libro pieno di inesattezze e luoghi comuni, la cui tesi di fondo è che il cristianesimo è l'origine di tutti i mali del mondo, compreso il nazismo. Dato il poco spazio a disposizione faccio un solo esempio. Secondo l'autore gli spagnoli avrebbero "trucidato" quasi tutti gli indios sudamericani, ma in realtà basta informarsi un po' meglio per sapere che questa teoria è stata sbufalata da tempo. Gli indios morirono per la maggior parte a causa delle malattie portate dagli europei e la stessa Isabella mise persino nero su bianco che dovevano essere trattati bene. Sicuramente ci furono eccezioni, ma da qui a dire che furono tutti "trucidati" ce ne passa.

  • User Icon

    Salvo

    23/09/2018 14:19:21

    Un libro molto interessante, si legge bene perché scritto in modo scorrevole e dà degli interessanti spunti sui quali meditare rispetto alla nostra recente storia. Penso che sia importante aprire le proprie visioni perché purtroppo la scuola e la televisione e la stampa sono abbastanza fossilizzati nel dare le informazioni. È veramente affascinante e pure inquietante capire quali sono stati i veri trend che hanno mosso gli scacchieri internazionali negli ultimi secoli.

Scrivi una recensione