La strage dimenticata

Andrea Camilleri

Collana: La memoria
Edizione: 15
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 6 ottobre 1997
Pagine: 88 p.
  • EAN: 9788838913884
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 3,78
Descrizione

I moti del 1848 in Sicilia come pretesto per rivalse trasformistiche da parte del notabilato: in questo contesto si svolgono due efferate stragi sulle quali le autorità si affrettarono a stendere un velo di silenzio. La prima strage avvenne a Porto Empedocle, dove il maggiore Sarzana si liberò in un sol colpo di 114 detenuti, soffocandoli e bruciandoli vivi in una cella comune; la seconda ebbe luogo a Pantelleria, dove ad opera di mafiosi e proprietari furono giustiziati 15 contadini in base a pretestuose accuse. Sulla scorta dei ricordi tramandati dalla sua famiglia, e consultando residue documentazioni, Camilleri fa rivivere quei tetri episodi in un racconto amaramente umoristico.

€ 5,95

€ 7,00

Risparmi € 1,05 (15%)

Venduto e spedito da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ago

    26/03/2013 22:20:02

    Camilleri "storico" ad alti livelli: una ricostruzione che, comunque, sa tanto di vero e proprio romanzo. Capolavoro a se stante, la descrizione che il maestro di Porto Empedocle fa della mattanza dei tonni in Sicilia: solo quel brevissimo passo vale il prezzo del biglietto ed il tempo necessario a leggere la storia di una strage (ingiustamente) dimenticata...

  • User Icon

    MaunaKea

    30/08/2005 21:11:10

    Fa parte del filone saggistico storico di Camilleri, il quale non si vanta di essere uno storico vero e proprio perche' i "vuoti" documentaristici, viene spontaneo ad un romanziere, riempirli, immaginando il corso piu' probabile degli eventi, ma guess e fatti storici non sono mescolati senza spartiacque ma nettamente dstinguibili. E' un libro piccolissimo che si legge in poco tempo, e' datato come stesura e prima pubblicazione 1984. Mette in luce oltre a fatti storici passati in secondo piano o, appunto dimenticati, anche certi tratti propri della mentalita' siciliana, che pochi hanno il dono di riuscire a tratteggiare cosi' perfettamente.

  • User Icon

    Marco Metelli

    13/12/2000 13:29:39

    E' un libro denso, che va letto con una certa calma. Ottimo livello.

Scrivi una recensione