Categorie

Luigi Guarnieri

Editore: Rizzoli
Collana: Scala italiani
Anno edizione: 2010
Pagine: 214 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817043205

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ant

    24/02/2011 14.15.31

    Un romanzo che colpisce per profondità di sentimenti e per la delicatezza e lo struggimento che l'animo umano in generale può esternare e contenere. Lo scrittore ci narra delle controversie sia amorose che psicologiche di due, anzi tre perchè l'io narrante non è da meno, grossissimi calibri della musica classica di fine 800; cioè: Schumann, di sua moglie Clara Weick e di Brahms. L'io narrante del testo è proprio Brahms che alla morte di Clara Weick immagina di scrivere, più che una lettera, un vero e proprio testamento di sentimenti di ogni tipo da indirizzare alla Wieck. Vi riassumo per grandi linee la trama , per non farvi perdere il gusto dell'immergersi nella lettura: Schumann e sua moglie C.Weick(una delle più famose pianiste di fine Ottocento) accortisi del talento del giovane Brahms decidono di accoglierlo a casa loro e gli fanno da mentore, succede però che Brahms e la Weick s'innamorano e Schumann impazzisca. Per sommi capi il romanzo si svolge e si sviluppa attraverso i temi sopracitati, quello che mi piace mettere in evidenza è però la capacità dello scrittore di esternare le sofferenze e i patimenti più che altro psicologici dei protagonisti del romanzo. Bello

  • User Icon

    laura

    12/11/2010 11.46.55

    Un capolavoro!

  • User Icon

    sabina22

    18/10/2010 12.01.24

    ho finito questo libro ieri sera e mi ha lasciato addosso una dolce malinconia. E' scritto veramente bene, non è prosa, è poesia. La delicatezza con la quale viene dipinta la figura dei protagonisti arriva al cuore e ci porta a chiederci se l'amore lungo una vita esiste davvero. Secondo l'autore sicuramente si. Un libro romantico e dolce, scritto con la punta di un pennello

Scrivi una recensione