String Quartet op.64 vol.3

Compositore: Franz Joseph Haydn
Interpreti: Doric String Quartet
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 2
Etichetta: Chandos
Data di pubblicazione: 1 marzo 2018
  • EAN: 0095115197127
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

€ 21,90

Venduto e spedito da IBS

22 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Descrizione

Franz Joseph Haydn (1732-1809):
Quartetto in do maggiore per archi op. 64 n. 1; Quartetto in si minore per archi op. 64 n. 2; Quartetto in si bemolle maggiore per archi op. 64 n. 3; Quartetto in sol maggiore per archi op. 64 n. 4; Quartetto in re maggiore per archi op. 64 n. 5 “L’allodola”; Quartetto in mi bemolle maggiore per archi op. 64 n. 6
Questo cofanetto doppio offerto a un prezzo particolarmente conveniente costituisce il terzo volume dell’integrale dei quartetti per archi di Franz Joseph Haydn portata avanti per la Chandos dal Doric String Quartet, i cui precedenti dischi sono stati salutati con unanime entusiasmo dalla stampa specializzata di tutto il mondo e che ha avuto un riscontro molto lusinghiero nei concerti tenuti dall’ensemble britannico nelle sale più prestigiose del mondo, dalla Carnegie Hall, alla Wigmore Hall e alla Royal Concertgebouw di Amsterdam. I Quartetti op. 64 videro la luce in un periodo di grandi cambiamenti per Haydn, un fatto che balza evidente nel confronto con i Quartetti op. 20 e op. 76 registrati dal Doric String Quartet nei due precedenti volumi di questa integrale. All’epoca della loro composizione, nel 1790, non solo Haydn stava preparandosi ad affrontare la più grande avventura della sua vita – vale a dire il primo dei suoi due trionfali viaggi a Londra – ma decise di farli stampare da una nuova casa editrice, la ditta Magasin de Musique di proprietà del compositore Leopold Kozeluch. Esaltato dallo sbrigliato virtuosismo del Doric String Quartet, dall’energia ritmica e dalla delicata vena poetica dei suoi componenti, questo cofanetto consente di scoprire due lati molto caratteristici dello stile di Haydn, vale a dire un’inesauribile versatilità e la costante imprevedibilità del trattamento del materiale tematico.