Categorie

Marcello Veneziani

Editore: Mondadori
Collana: Frecce
Anno edizione: 2009
Pagine: 200 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804587293

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    piepalmi

    10/07/2015 10.56.25

    La rilettura del Sud fatta attraverso la lente dei ricordi dell'autore, mista ad una rivisitazione dei miti che hanno da sempre alimentato l'immaginario collettivo di questa fetta d'Italia. Rispetto all'ondata di revanscismo meridionale degli ultimi cinque anni, un libro conciliante, col sorriso sulle labbra, che comunque porta diversi spunti di riflessione e che collega molto bene passato (remoto e prossimo) e presente, con qualche spunto per il futuro, a volte più o meno condivisibile, però sicuramente idee che rifiutano la lagnanza e il concetto di paradiso perduto tipico di alcuni meridionali e di alcune zone del sud (tirrenico).

  • User Icon

    giuliog02

    08/09/2010 17.21.21

    Narrazione accattivante. Qualche consueta critica sui meridionali rivisitata e molte molte osservazoni acute, penetranti, condivisibili. L'Autore scrive dannatamente bene e la lettura scorre veloce e piacevole. Fondamentale la proattività mostrata nel capitolo IX con le 10 tesi per uscire dalla solita lagna dei testi che trattano della questione meridionale. Da leggere

  • User Icon

    Matteo

    14/11/2009 22.07.38

    semplicemnete fantastico.Da leggere, chiudere gli occhi e riflettere. Non può mancare nella propria libreria

  • User Icon

    erika

    25/07/2009 08.35.40

    Non avevo mai letto nulla di Marcello Veneziani e questo libro è stato per me una vera sorpresa. Viene analizzata la situazione meridionale attraverso un viaggio tra varie regioni, Campania, Puglia, Sicilia e Calabria; in maniera molto ironica a volte e seria altre, viene fatto un quadro di un meridione che avrebbe le capacità per emergere, ma che purtroppo non ci riesce. Se alla fine ti rimangono i profumi, i colori, i nomi dei paesi, le usanze e i costumi, prendi però anche coscienza di tutti gli errori fatti, le infrastutture che mancano, i collegamenti ferroviari pressochè inesistenti. Il capitolo 9 "Fine corsa Eboli" e molto interessante perchè fa un quadro aperto a 360° su tutto quello che manca e che si potrebbe fare. Una frase mi ha molto colpito :"Nessun tg nazionale si fa al sud. Mezza Italia non è rappresentata nei media. Il Palazzo sta a Roma, la Borsa a Milano. La Rai è a Roma, Mediaset a Milano. Nessuna banca nazionale è al sud" a ben pensarci è vero. Molto interessanti gli accanci con la storia e molto bello quello che dice di Roberto Saviano.

  • User Icon

    Luana Fogli

    19/06/2009 20.21.02

    E' un'analisi impietosa, lucida e intelligente dei mali del Sud, ma allo stesso tempo è anche un' inequivocabile dichiarazione d'amore per quello stesso Meridione d'Italia, che è insieme sfondo mitico della nostra cultura, inevitabile ponte tra Europa e Africa e paradigma dell'umana tensione tra tradizione e modernità. Pagine a volte ironiche, a volte appassionate e a volte struggenti fanno nascere in noi la voglia di lottare per la vita" dell'emisfero, quello meridionale, dove risiede la fantasia, il calore umano e la luce del materno mattino."

  • User Icon

    manuela

    04/06/2009 07.49.36

    Un libro bellissimo; una ricerca- appunto- civile e sentimentale, aspra, dolorosa, ironica e solare al tempo stesso. Ma un richiamo necessario alla conservazione della nostra identità. Marcello, sei grande.

  • User Icon

    Giovanna

    02/04/2009 14.58.29

    Un libro ironico, pungente, spassoso, lucido, intelligente. Per chi ha vissuto o vive al SUD è un viatico infallibile per buttarsi giù dal primo balcone. Felice di averlo letto. Felice che si sia riacutizzata in me la voglia di cambiare panorama esistenziale.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione