Suez

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,93 €)

Vita e imprese dell'ingegnere francese e visconte Ferdinand-Marie de Lesseps (1805-94) che promosse la costruzione del canale di Suez, inaugurato il 17 novembre 1869. Lo confortano l'amore di una giovane e bella egiziana che per lui sacrificherà la sua vita e quello della contessa Eugenia de Montijo che in seguito sposerà Napoleone III.
2
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Michele Bettini

    18/07/2016 00:15:18

    Film mendace, omissivo e fazioso. "Vita e imprese dell'ingegnere francese" (che ingegnere non era) e visconte Ferdinand-Marie de Lesseps (1805-94) che promosse la costruzione del canale di Suez, inaugurato il 17 novembre 1869. Non menziona Luigi Negrelli, autore del progetto, l'unico possibile, che morì subito dopo che iniziarono i lavori e pertanto Lesseps si assunse anche i meriti tecnici. Lesseps fu anche autore e conduttore del disastro del canale di Panama, che costò la vita di migliaia di persone, senza conseguire i risultati. Meriti Lesseps ne ebbe solo nel campo diplomatico, ma il film non lo dice. A Roma, al tempo della Repubblica Romana, ebbe un atteggiamento conciliante con Garibaldi, ma il generale Oudinot, agendo in modo sleale, ne vanificò la mediazione, costringendolo a dimettersi. In occasione della guerra contro l'Austria Cavour chiese e ottenne che Oudinot fosse collocato a riposo.

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2014
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 104 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Spagnolo (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Tyrone Power Cover

    Propr. T. Edmund P. jr., attore statunitense. Figlio d'arte, studia recitazione sin da giovanissimo. Alto, bruno, affascinante grazie anche a un'aria un po' spavalda che lo rende particolarmente simpatico, pur non avendo eccezionali doti interpretative entra con successo nel mondo dello spettacolo debuttando sul palcoscenico, carriera che non abbandonerà mai completamente. Il cinema si accorge ben presto di lui e in poco tempo diventa un divo tra i più amati dal pubblico, ottenendo una notevole pubblicità indiretta dalle sue storie sentimentali. In circa venticinque anni di carriera è il protagonista delle pellicole più varie e spazia tra quasi tutti i generi. Guidato da alcuni dei migliori registi dell'epoca, è un fuorilegge umano e generoso nel western Jess il bandito (1939) e il pirata... Approfondisci
  • Loretta Young Cover

    Attrice statunitense. Dal 1919 è una bambina prodigio in molti film muti. In seguito partecipa con successo a opere di grande richiamo spettacolare (Il conquistatore dell'India di R. Boleslawsky, e I crociati di C.B. DeMille, entrambi del 1935) ma mette a profitto la sua eleganza e il vivace talento soprattutto in film brillanti accanto a D. Fairbanks jr., T. Power, C. Grant. Ottiene un premio Oscar per La moglie celebre (1947) di H.C. Potter e nel dopoguerra dà prova di buone doti drammatiche (Lo straniero, 1946, di O. Welles). Abbandona il cinema nel 1953, per intraprendere una fortunata carriera televisiva. Approfondisci
  • Annabella Cover

    Nome d'arte di Suzanne Georgette Charpentier, attrice francese. Esordisce giovanissima in un ruolo secondario in Napoléon (1927), capolavoro sperimentale di A. Gance, e con l'avvento del sonoro raggiunge la notorietà interpretando con rara intensità ruoli di eroine sfortunate e patetiche in film quali Per le vie di Parigi (1932) di R. Clair, Maria, leggenda ungherese (1932) di P. Fejós, Vigilia d'armi (1935) di M. L'Herbier, con cui vince la Coppa Volpi alla Mostra di Venezia e, soprattutto, Albergo Nord (1938) di M. Carné, che la consacra tra le migliori attrici del cinema francese degli anni '30. Emigrata negli Stati Uniti e sposatasi con T. Power nel 1939, partecipa a una serie di film commerciali, senza però riuscire a emergere. Rientrata in Francia dopo la guerra e il divorzio, non riesce... Approfondisci
Note legali