Categorie

Martin Suter

Traduttore: E. Cervini
Collana: Il contesto
Anno edizione: 2012
Pagine: 333 p. , Brossura
  • EAN: 9788838927492

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    susanna

    04/03/2016 15.34.44

    Uno dei miei libri preferiti, lui è uno di quegli scrittori che non sbaglia un colpo!

  • User Icon

    Aldo

    05/06/2013 21.30.15

    Libro senza infamia né lode, dove il ritmo narrativo é spezzato da lunghe descrizioni sulla preparazione di piatti tamil in versione cucina molecolare. La storia é piacevole, anche se un po' banale.

  • User Icon

    Adriana

    22/05/2013 09.33.47

    Ho trovato questa digressione etnico-politica da Allmen originale e ben scritta. La solita penna svizzera di Suter puntuale, precisa e leggera, ha rinnovato la piacevolezza della lettura. Mi ha fatto anche un po' sorridere perchè mi immaginavo Maravan come il topo Rémy di Ratatouille.

  • User Icon

    Salvatore Pennisi

    03/04/2013 16.35.51

    Suter paga in quest'opera una indecisione di fondo fra l'impellenza dei problemi politico - sociali dell'attuale momento storico e il desiderio di dare "carne e sangue" a tali problemi attraverso la creazione di personaggi scandagliati nelle loro più intime pieghe. Purtroppo non è emerso né un quadro convincente dei temi sociopolitici del momento né una presentazione adeguatamente motivata delle vicende private. Questo romanzo non mi ha preso, né coinvolto né emozionato. I personaggi sono senza spessore psicologico, la storia è quantomeno improbabile, anche se basata sul tentativo di coniugare la microstoria di Maravan con la macrostoria del traffico internazionale di armi e della crisi economica degli ultimi anni, il ritmo narrativo diseguale. Ciò che ne è venuto fuori è un racconto scialbo, senza mordente, per non dire disarmonico. Forse da un inizio che prometteva passioni coinvolgenti e partecipazione umana ci si sarebbe atteso un intreccio più stringente e un epilogo più in linea con quello che doveva essere il tema principale, con buona pace dell'originalità dei cibi preparati dal cuoco e del loro alto tasso di erotismo. Unica nota positiva è il lodevole tentativo di avvicinarsi con uno sguardo non disattento ai gravi problemi che un numero sempre crescente di persone proveniente dai più lontani confini della Terra deve affrontare trapiantandosi in un continente come il nostro che non fa parte della loro cultura.

  • User Icon

    gianna

    07/03/2013 15.53.23

    Ero una fan di Suter. Ma questo suo ultimo libro mi ha delusa al massimo. Peccato.

  • User Icon

    Emanuele

    01/02/2013 20.08.13

    Devo dire che il libro è scritto in maniera scorrevolissima e si finisce tranquillamente in poco tempo. La storia è anche carina ma secondo me l'autore avrebbe dovuto far durare il libro un po di piu analizzando e mostrando meglio i personaggi e le loro storie al lettore. Diciamo che questo libro non ti lascia nulla alla fine, ma non si puo certo dire che non sia una lettura piacevole. Io arrotondo il voto per ecesso dando un 3/5 anche se il mio voto è 2,5/5. Darò sicuramente un'altra chance all'autore perchè è il suo primo libro che leggo.

  • User Icon

    grazia

    28/11/2012 21.00.23

    ho letto con grande piacere tutti i precedenti lavori di Suter, piacere che qui ho trovato solo a tratti. A differenza degli altri romanzi, qui l'intreccio narrativo mi è parso prevedibile. Son curiosa di vedere il film che ne verrà tratto.

  • User Icon

    Massimo Trifirò

    28/11/2012 17.20.54

    C'é il cibo, c'é il sesso, c'é l'amore, c'é l'esotismo, c'é la guerra, c'é l'assassinio di un bambino, c'é la giustizia. Libro davvero inconsueto questo di Suter, per tematica, per personaggio, per finale a sorpresa, alto e tremendo dopo la gradevolezza della narrazione sul cibo, l'ironia sul sesso, e un pizzico d'affetto orientale e occidentale (per non parlare dell'omosessualità femminile). Romanzo inconsueto ma non inutile, come altri nei quali si inventano storie strane soltanto per stupire. Non ne racconterò la trama ma lo consiglio: preparatevi a sentire profumo di curry, afrore di carne di femmina, e lezzo di cadavere e di sangue. Massimo Trifirò.

  • User Icon

    marion

    26/10/2012 15.21.18

    Che bello sono la prima a recensire questo splendido libro! Non conoscevo l'autore ma, mi ha conquistata con questa storia bellissima ed attuale. C'è il giusto equilibrio tra cuore e testa. Maravan mi ha fatto ritornare la voglia dei cibi indiani. Un bel 5

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione