Un tempo per parlare

Helen Lewis

Traduttore: A. Nadotti
Editore: Einaudi
Collana: Gli struzzi
Anno edizione: 1996
In commercio dal: 1 gennaio 1997
Pagine: VII-180 p.
  • EAN: 9788806139094
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione

Una ragazza ebrea che sogna di diventare ballerina si ritrova improvvisamente prigioniera degli ingranaggi incomprensibili della macchina dello sterminio. La giovane Helen appartiene a una famiglia ebrea della ricca borghesia di una città della Cecoslovacchia. Vive in un ambiente colto e sereno, dove tutto sembra fissato e per sempre in una tranquilla armonia. Frequenta i corsi della scuola di danza di Praga e studia filosofia. Poi improvvisamente lo scenario cambia, gli ebrei diventano dei diversi, vengono allontanati dai locali pubblici, privati del loro lavoro, dei loro averi, dei loro diritti, spaventati da voci incredibili: deportazione per dove? per quanto tempo?

€ 11,48

€ 13,50

Risparmi € 2,02 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

La drammatica avventura di Helen Lewis, giovane ebrea praghese che cerca di diventare ballerina. Dalla Praga ricca e affascinante della fine degli anni Trenta al ghetto di Terezin, Auschwitz e la liberazione: l'incredibile racconto di una donna sopravvissuta all'Olocausto grazie alla passione per la danza e alla solidarietà segreta di coloro che tra i carnefici non dimenticarono la propria umanità. Amore e perdita, amicizia e tradimento, paura e humour, gioia e disperazione: autobiografia e romanzo insieme, il libro della Lewis testimonia la verità di un dramma personale e l'incredibile cammino della Storia. E spiega come sia stato possibile che milioni di ebrei si siano piegati alla volontà di sterminio nazista.