Threni. Requiem Canticles

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Igor Stravinsky
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: PHI
Data di pubblicazione: 13 maggio 2016
  • EAN: 5400439000209

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Benché Igor Stravinsky sia una personalità fondamentale nel panorama musicale novecentesco, sarebbe riduttivo considerarlo soltanto attraverso la lente delle sue opere più conosciute al grande pubblico, come La sagra della primavera o L’uccello di fuoco. Guidato da un desiderio costante di condividere con il proprio pubblico il suo perenne bisogno di esplorare, Philippe Herreweghe ci invita alla scoperta delle ultime opere seriali del compositore, ‘sublimi ma impegnative’. Threni (1957-58) è la sua più lunga, più ambiziosa e complessa partitura dodecafonica, e probabilmente uno dei punti culminanti della sua ultima fase creativa. Un’opera come i Requiem Canticles (1966) si spinge addirittura oltre in questa direzione: ultimo capolavoro del compositore, sembra riassumere in sé l’evoluzione di un’intera vita, combinando elementi provenienti dalle diverse fasi stilistiche che caratterizzarono la sua carriera – segnando anche un momento culminante nella sua ricerca spirituale che divenne sempre più importante nella vita di Stravinsky. In quest’album fondamentale, Philippe Herreweghe ci rivela con convinzione il suo amore per la musica del compositore russo, e sotto la sua guida sicura e ispirata, il Collegium Vocale di Gent e la Royal Flemish Philharmonic rivelano la loro pura poesia.
  • Igor Stravinsky Cover

    Compositore russo.L'incontro con rimskij-korsakov e la fase «russo-impressionista». Nacque in una ridente località nei pressi di Pietroburgo, figlio di un rinomato cantante, feˆodor ignatievic (1843-1902), primo basso al teatro Marijinskij. Pur avendo cominciato lo studio del pianoforte a nove anni, S. non fu un enfant prodige. I suoi studi regolari di musica cominciarono anzi molto tardi, quando, già avviato all'università per conseguire la laurea in legge, incontrò N. Rimskij-Korsakov, che accettò di prenderlo, a ventitré anni, tra i suoi allievi di composizione. Il tirocinio di studi con Rimskij-Korsakov durò sino alla morte del maestro (1908) ed ebbe come risultato, oltre alla Sinfonia in mi bemolle (1905-07), una suite di melodie d'impronta popolare per voce e orchestra, Il fauno e la... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali