La trama del cosmo. Spazio, tempo, realtà

Brian Greene

Curatore: C. Bartocci
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 21/03/2006
Pagine: XV-612 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806180911
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,88

€ 17,50

Risparmi € 2,62 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Bafometto

    19/12/2012 19:03:07

    Stupendo. Consigliato a tutti,anche a neofiti della materia

  • User Icon

    Athlos

    12/04/2012 20:00:31

    Ottimo libro, insieme a "I misteri del tempo" di Paul Davies (libro che tratta gli stessi argomenti), sono tra i migliori libri di divulgazione scientifica in circolazione. La narrazione sui concetti Spazio-Tempo e Realtà sono trattati in maniera concisa, scorrevole e mai noiosa, visto anche l'argomento tra i più ostici in fisica, questo è sicuramente un gran merito dell'autore, trattare argomentazioni non di facile comprensione con esempi pratici e senza far uso di noiose formule matematiche, per consentire ad un vasto pubblico di capire cosa sia effettivamente il tempo e lo spazio. Il libro tratta anche se in maniera meno incisiva di meccanica quantistica e come questa branca della fisica sia in contrasto con la teoria della relatività di Einstein, e nei capitoli finali anche di teorie del tutto come la Teoria delle Stringhe e la M-Teoria e come queste si accostino al rapporto Spazio-Tempo. Per finire una piccola precisazione ad una recensione precedente onde confondere le idee ad eventuali acquirenti di questo testo: Brian Green è un fisico teorico e non un astrofisico, questo libro tratta argomenti di cosmologia e non di astrofisica che si occupa in particolare modo delle propietà fisiche delle stelle dei pianeti e delle galassie, argomenti questi non trattati in questo libro.

  • User Icon

    rainbow

    01/05/2011 12:31:02

    Il più bel libro di astrofisica in assoluto che io abbia mai letto; e credo che sia difficile trovarne di migliori, almeno per un profano come il sottoscritto, che pure in questo campo ha letto tantissimo. Chiaro, semplice, profondo, esauriente, ordinato e avvincente: cosa chiedere di più a un testo? Da leggere e rileggere, sulle cui pagine puntellare tanti concetti, tante spiegazioni, per avere sempre chiara davanti agli occhi e alla mente l'idea più aggiornata di Universo che la scienza contemporanea ha elaborato. Molto migliore dello stesso "L'universo elegante", sempre scritto da Greene, non fosse altro che per la minore e più snella esposizione della teoria delle stringhe, qui limitata a una modesta porzione finale del libro e non invece sbandierata con toni trionfalistici come avveniva appunto ne "L'universo elegante". Non amate l'astrofisica? Questo libro ve la farà apprezzare. Vi piace ma la ritenete difficile? Questo libro ve la spiegherà. Il mio voto non è il 5, massimo consentito a cui per ragioni tecniche ho dovuto dare la mia preferenza; il mio voto è un 6, anzi, un 7!

  • User Icon

    donato

    11/11/2007 15:28:16

    Bel libro: anche per i profani come me in matematica e fisica. Chiaro e scorrevole. Unica critica forse alcune digressioni che vorrebbero essere spiritose, ma che a mio modo di vedere alla fin fine appesantiscono. In ogni caso un bel libro, da consigliare.

  • User Icon

    Spazio e tempo sono da secoli al centro della riflessione filosofica e dell'indagine scientifica, eppure sfuggono ancora alla nostra piena comprensione. Sono forme a priori dell'intuizione, secondo la nota definizione di Kant? Oppure sono entità reali, oggetti fisici dotati di specifiche proprietà, come suggeriscono in modi diversi sia Newton sia Einstein? Perché il tempo sembra scorrere inesorabilmente dal passato verso il futuro? Lo spazio è continuo o discreto? È possibile realizzare il teletrasporto oppure viaggiare nel tempo? In questo libro, Brian Greene unisce le sue vaste conoscenze di fisico teorico con una straordinaria abilità narrativa per guidare il lettore in un viaggio attraverso i misteri dell'universo, raccontando un'avventura intellettuale non ancora conclusa. Secondo la relatività generale spazio e tempo sono indissolubilmente uniti in un'entità geometrica a quattro dimensioni che evolve dinamicamente; d'altra parte anche la meccanica quantistica sconvolge la nostra idea intuitiva di spazio prevedendo bizzarri fenomeni, fra cui l'entanglement, una sorta di correlazione a distanza che agisce in maniera istantanea. Tuttavia questi due capisaldi della scienza del Novecento sono teorie tra loro inconciliabili, che hanno eluso per decenni i tentativi dei fisici di unificarle in un quadro matematico coerente. Una soluzione a questo dilemma sembra essere offerta dalla teoria delle superstringhe, o meglio da una sua piú recente generalizzazione, la M-teoria, che contempla uno spaziotempo a dieci o undici dimensioni popolato di strani oggetti, le «brane», in perenne e frenetica vibrazione. È in questo nuovo scenario teorico, suggerisce Greene, che forse si nasconde la chiave per rispondere finalmente agli antichissimi interrogativi dell'uomo sulle nozioni di spazio e tempo.

  • User Icon

    claudio

    22/06/2006 12:33:29

    Un grande libro. Molte cose che mai avevo capito mi sono apparse come d'incanto più semplici. L'opera tratta moltissimi argomenti, senza annoiare, a tratti con ironia. Lo consiglio a quelli che come me non sono esperti, ma desiderano conoscere nuove cose riguardo i grandi progressi scientifici degli ultimi decenni. Per certi aspetti alla fine di questo libro il mondo non appare più come prima e nulla resta scontato

  • User Icon

    Dino

    18/04/2006 16:22:54

    Un n-esimo colpo alla visione antropocentrica: convincersi di vivere in un universo non più a 4 dimensioni ma dotato di ulteriori 6 dimensioni spaziali microscopiche ed invisibili, ipotizzare poi che queste possano anche estendersi macroscopicamente ed essere infinitesimamente prossime a noi pur rimanendo inscrutabili, pensare che forse viviamo in un universo 3-brana o n-brana, convivere con l'ipotesi che alle scale di Planck lo spazio-tempo sia quantizzabile, intuire l'enorme complessità del vuoto quantistico, districarsi nell'evoluzione dell'inflatone il cui campo universalmente diffuso è il responsabile della freccia del tempo i cui effetti quotidiani si traducono nel "banale" secondo principio della termodinamica, .... La fisica odierna è un fermento incredibile di scoperte che l'appassionato non può permettersi di trascurare: questo libro letto 15-20 anni fa poteva essere preso quasi come opera di fanta-Scienza (nel vero senso letterale). Il confine fra questa Scienza e la filosofia è molto labile: la risposta alle eterne domande da dove veniamo e perchè il mondo è quello che è, si arricchisce sempre di più e si va inquadrando in uno scenario magnifico e coerente, che sarà messo alla prova nei nuovi acceleratori entranti in funzione l'anno prossimo. Allora certamente si aprirà un nuovo capitolo: siamo alla vigilia di una rivoluzione fisica. Ottimo libro divulgativo, più facile e meno specifico del primo (Universo elegante), peccato per le illustrazioni veramente pessime.

  • User Icon

    Giovanni

    25/03/2005 00:34:02

    Affascinante. In 600 pagine, da rileggere piu' volte per capirle a fondo, sono spiegate le teorie piu' accreditate sulla nascita e la vita dell'universo. A partire da Einstein fino alle super-stringhe. E non e' necessaria una conoscenza particolare della fisica o della matematica.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione