Transiberiana. Una via verso Est

Marco Morra

Editore: Robin
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 9 luglio 2009
Pagine: 129 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788873714958
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Il viaggio in treno lungo la storica linea ferroviaria, da Mosca a Pechino, attraverso la Siberia, la Mongolia e la Cina, per oltre novemila chilometri. Da un caffè di piazza Barberini, dove nasce l'Idea del Viaggio, alla stazione Yaroslavskij di Mosca, l'autore descrive minuziosamente la quotidianità, i piccoli gesti dei casuali compagni di viaggio, viaggiatori provenienti da ogni parte dell'Asia, con ogni genere di mercanzia, e non mancano le ricche divagazioni culturali, sociali, storiche e geografiche, alternate a pensieri e riflessioni personali. "La Transiberiana è un viaggio che si potrebbe definire quasi eroico, un momento eccezionale, ineguagliabile per osservare una tale moltitudine di paesaggi e avvicinarsi a etnie così diverse tra loro." Con l'autore la Siberia riscatta il suo recente passato legato a prigionia, esilio, recuperando quell'idea di terra promessa, di terra di confine, avventurosa e romantica, così come ci veniva già descritta alla fine dell'800 da Jules Verne nelle avventure di Michele Strogoff, incaricato dallo zar di raggiungere Irkutsk a cavallo per oltre cinquemila chilometri... Un viaggio descritto da un viaggiatore lontano anni luce dal turismo di massa, alla riscoperta del gusto dell'esplorazione non solo di luoghi lontani ma di emozioni altrettanto inesplorate.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Francesco Todaro

    06/10/2012 15:11:27

    Mi è piaciuto molto e spero di leggerne altri suoi in futuro. Il racconto vissuto di Marco sono fotografie descrittive che accompagnano per mano in un viaggio che rimarrà per sempre nei miei sogni. Dietro ogni viaggio c'è un altro viaggio da desiderare, dietro ogni libro c'è sempre un altro libro da leggere! Un'attesa a braccia aperte per Marco.

  • User Icon

    ale

    12/10/2010 18:31:20

    Ho letto il libro poco alla volta, perché non volevo perdermi nessun particolare riguardo agli stati d’animo e alle emozioni sempre diverse che si avvertono quando ci si trova in un viaggio che si può definire “quasi eroico”. Ho ascoltato tutte le descrizioni dei luoghi chiedendomi se un giorno anch’io li vedrò…. Mi è piaciuta la tua capacità di utilizzare le tue paure per procedere avanti, ammaliato da panorami e avvolto da tante emozioni che non tutti riescono a cogliere… senza dimenticarti mai dei tuoi affetti, dei ricordi e di chi hai lasciato a casa. Perché il viaggio è proprio questo, una trama di emozioni uniche, come una foto che ti rimane impressa nella testa ed è in grado di rievocarti tutta la poesia che racchiude quello scatto ! Mi è piaciuto il modo con il quale senza troppa insistenza metti in evidenza come sono ancora radicate in Russia vecchie consuetudini. Di frasi belle ce ne sono almeno tre, io ne ho scelta una “che bel viaggio è la vita per un viaggiatore, penso addormentandomi, con ancora negli occhi e nel cuore la Strada dell’Est.”

  • User Icon

    roberto

    19/01/2010 07:41:54

    concordo pienamente con quanto scritto da raffaele. semplicemente un'occasione sprecata! quasi tutti potremmo scrivere un libro come questo. non occorre essere - o essere stati - viaggiatori per aver l'impressione di aver letto un libro scritto con troppa disinvoltura, quasi superficialità. ho trovato troppe considerazioni "standard" applicabili a qualsiasi viaggio in treno ed altre che sembrano "chiacchiere da salotto buone per tutte le stagioni". non ci aspettavamo certo un nuovo terzani o un nuovo colin thubron, ma qualsiasi "feltrinelli traveller" vale sicuramente molto di più la spesa. peccato!

  • User Icon

    Andrea

    21/09/2009 22:08:58

    Sono un vero appassionato di viaggi e ho trovato Transiberiana Una Via verso Est un interessante e ben fatto reportage, che mi ha permesso di ripercorrere le emozioni di un altro viaggiatore, un viaggiatore ritengo attento a cogliere le sfumature tanto dei paesaggi, quanto delle persone incontrate e cosa più importante mi ha trasmesso veramente la voglia di partire ... Verso Est. Un libro che consiglio a tutti coloro i quali condividono la stessa passione, senza pregiudizi e con la mente aperta: viaggiare!

  • User Icon

    Raffaele

    25/08/2009 01:26:11

    Essendo un appassionato di Asia ed avendo in progetto di percorrere la Transiberiana, mi incuriosiva leggere le opinioni di un coetaneo, ed è per questo motivo che ho acquistato il libro. Ma devo dire di essere stato mal ripagato, dal momento che il testo delude le aspettative (almeno le mie). Non ci si attendeva certo un trattato o un reportage giornalistico di taglio storico-scientifico, ma nemeno una mera compilazione di un diario di viaggio assolutamente gratuito, infarcito delle solite argomentazioni dell'occidentale che decide di "gettarsi all'esplorazione del mondo" senza cognizione dei luoghi che avrà il privilegio di visitare e, in un certo senso, di fare suoi, non risparmiandoci però l'opinione moralistica e paternalistica del caso. Sinceramente, quelle che sul retro di copertina vengono definite ricche divagazioni culturali, sociali, storiche e geografiche sono piuttosto dei dati veloci e confusi che a volte danno l' impressione di dover forzosamente funzionare da riempitivo pseudocolto. Peccato, avrebbe potuto essere una bellissma relazione di viaggio, da mettere a disposizione di coloro desiderosi di intraprendere lo stesso percorso, ma a mio avviso non è andata così.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione