Categorie

Arnaud Delalande

Traduttore: E. Villa
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Anno edizione: 2007
Pagine: 414 p. , Rilegato
  • EAN: 9788842914945

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    25/10/2015 23.29.31

    Avventura, giallo, orrore, intrigo politico, l'intricato ed intrigante thriller storico di Arnaud Delalande è pronto per un adattamento cinematografico. Una piacevole lettura, senza pretese ma allo stesso tempo eccessivo nelle digressioni storiche e nelle descrizioni delle istituzioni politiche della Serenissima (l'autore sembra voglia far sfoggio delle informazione enciclopediche che è stato in grado, da bravo bambino delle elementari, di raccogliere); la storia si fa via via incalzante quasi quanto lo farebbe scrutare particolare dopo particolare un panorama di Venezia del Canaletto. Spesso accusato di aver voluto creare un personaggio diverso sui tratti di Casanova, Pietro Viravolta di Lansalt in realtà mostra come "il personaggio Casanova" fosse nel canovaccio del settecento, un avventuriero, un seduttore, un galante imbroglione capace di elevarsi sopra la marea dilagante di cicisbei, per cui, come lui, realisticamente potrebbero esserne esistiti anche altri benché meno noti.

  • User Icon

    Alessio

    30/08/2011 12.23.23

    Stenta a decollare!!L'originalità della vicenda, non è accompagnata da una scrittura veloce, chiara e lineare. Troppo artificioso, meccanico, la penna dell'autore manca di personalità di rapidità e catarsi tipici di un thriller. Sembra quasi di "leggere" un film, ma alla tv. Come primo esperimento il voto è sufficiente, vale la pena di leggerlo. Un consiglio all'autore: SCRITTURA PIU' RAPIDA, ORIGINALE MA SOPRATTUTTO CHE REGALI EMOZIONI. MENO NARRATIVA E PIU' GIALLO!!!!

  • User Icon

    Cristina

    25/09/2009 18.49.46

    Terribilmente noioso. Per finirlo ho impiegato più di un mese e mezzo. La storia non regge, non appassiona e la fine è banale. Pessimo. Per usare un eufemismo.

  • User Icon

    Deza

    27/08/2009 12.13.51

    La fiera della banalità...

  • User Icon

    Gianfranco

    15/02/2008 19.02.08

    Si tratta di un romanzo leggibile, purché non si cerchi "troppo" il rapporto con la Divina Commedia. La trama è scorrevole, e l'autore mostra una discreta capacità di creare suspence. Forse un po' didascalico in qualche descrizione veneziana. Tra i personaggi vi compaiono, di sfuggita, Carlo Goldoni e Giacomo Casanova. Una storia che coinvolge sufficientemente. Non è male.

  • User Icon

    Laurin

    22/11/2007 17.37.21

    Piacevole lettura in una cupa ambientazione storica. Purtroppo però, la trama, sebbene contenesse molti elementi affascinanti (Venezia nel 700, durante il carnevale, Casanova, omicidi in serie ispirati alla Divina Commendia ecc) non è riuscita a coinvolgermi veramente. Inoltre, mi ha molto infastidito il fatto che l'autore abbia spudoratamente rubacchiato dalle memorie di Giacomo Casanova per dare vita, personalità e storia al proprio protagonista!!! L'autore ha letterlamente clonato l'identità di Casanova..e alla fine del libro ha semplicemente ringraziato le Memorie del celebre veneziano....per la descrizione del carnevale, quando, a mio avviso avrebbe dovuto, ringraziarlo per ben altro.... Non solo ha mancato di originalità, ma ha anche tentato di nascondere il misfatto!!!

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione