Categorie
Traduttore: S. Viviani
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 486 p. , Brossura
  • EAN: 9788817035637

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alex

    18/07/2012 16.08.01

    In mezzo a tante storie di morte e disperazione, ecco una storia di vita, di una vita coraggiosa, vissuta intensamente per dare una speranza a tanti bambini. Se in tanti riuscissimo a vivere una vita così il mondo sarebbe certamente un posto migliore.

  • User Icon

    carmela marino mannarino

    28/03/2012 11.06.00

    Rispondeva alle chiamate da sperduti villaggi Greg Mortenson, sfidando la guerra, i pregiudizi e le ostilità, per portare avanti la sua missione davvero difficile, e mantenere la promessa di costruire un mondo migliore in mezzo al nulla materiale. Un libro di realtà colmo di avventura, che riesce ad evitare ogni retorica, è tessuto intorno a un gigante, lieto di mettersi al servizio degli altri, praticamente da solo, affrontando imprese impensabili, che a un certo punto sembravano impossibili, per la tutela dei diritti umani.

  • User Icon

    anna

    26/03/2012 17.11.02

    non mi ha convinta molto....diciamo belle le descrizioni dei paesaggi e della vita in quelle zone, ma troppo romanzata la vita del protagonista che sembra avere un intuito perfetto e anche troppa fortuna...

  • User Icon

    Marti

    16/01/2012 14.42.16

    Se la storia è vera, complimenti per la tenacia! se invece è falsa... che amarezza!! in ogni caso, fa riflettere; si può sempre fare del bene e se poi si viene compensati con un sorriso di un bambino, allora non ci sono parole da aggiungere!!

  • User Icon

    UKfan

    24/08/2011 12.44.13

    La storia sembra troppo bella per essere vera: e infatti è falsa! Jon Krakauer, l'autore di "Into the wild" ha indagato, ascoltando molti dei personaggi citati nel libro, e ha scoperto che Mortenson ha inventato di sana pianta la maggior parte della storia. Jon Krakauer ha pubblicato "Three cups of deceit" sull'argomento. E io che ci avevo creduto..che amarezza!!!

  • User Icon

    Cristina V.

    13/03/2011 17.30.25

    La sua scrittura non sarà brillante e scorrevole, ma ne consiglio la lettura per i contenuti e perché la storia di Greg Mortenson, quello che ha fatto e che continua a fare per combattere l'ignoranza deve essere conosciuta e possibilmente imitata.

  • User Icon

    sz

    04/03/2011 11.02.16

    la storia di per sè nn è affatto male, anzi: toccante e coinvolgente.. il libro pero' è scritto maluccio... è lento! ho avuto piu' di una volta la tentazione di fermarmi!

  • User Icon

    Fabiana

    21/01/2011 21.12.04

    Bellissimo libro e bellissime descrizioni dei luoghi. Una storia che in molti dovrebbero leggere per l'umanità e i sentimenti che fa scaturire. Sono rimasta però un po' delusa dal modo di scrivere che a volte, in particolare all'inizio e alla fine del libro, diventa noioso e pesante.

  • User Icon

    marelu

    02/12/2010 12.10.52

    Libro interessante sia per le descrizioni del paesaggio e delle popolazioni sia per il tema trattato. Certamente quanto fatto da Mortenson è importante anche per il nostro futuro. Un libro che fa riflettere sulla nostra idea dell'islam; ciò detto però....il modo di scrivere di Relin proprio nn mi piace, l'ho trovato in alcuni punti noiosissimo in altri confusionario. Il voto basso è per la scrittua e non per il contenuto

  • User Icon

    francesca

    25/09/2010 16.46.58

    Un libro da leggere lentamente per comprenderne a fondo la portata:un uomo che ha fatto una promessa e deciso di mantenerla, a tutti i costi. Nonostante privazioni,sacrifici e difficoltà, ha incontrato sulla sua strada tante persone disposte ad aiutarlo:aiutare lui per aiutare i bambini più bisognosi. A dimostrazione del fatto che TUTTI possiamo fare qualcosa. Emergency costruisce ospedali, Mortenson costruisce scuole: due modi diversi per raggiungere lo stesso scopo, costruire la pace nel mondo.

  • User Icon

    giancarlo

    14/07/2010 14.59.07

    bello, bello e ancora bello, un libro che io ho letto molto lentamente, perche' pieno di cose da assaporare lentamente, non e' possiblie leggerlo senza soffermarzi a capire i vari eventi che si susseguono. la prima parte sembra lenta, ma poi man mano che il libro cresce di intensita', e arriva ad un punto culminante, si capisce dell'importanza anche di una prima parte cosi' dettagliata. consigliatissimo per conoscere la storia degli ultimi anni di quell'asia cosi' poco in pace. da consigliare anche agli adolescenti.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione