Categorie

Jerome K. Jerome

Traduttore: P. Canepa
Editore: Fabbri
Collana: I delfini
Edizione: 2
Anno edizione: 2002
Pagine: 227 p.
  • EAN: 9788845124754

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    27/02/2009 10.57.47

    Se dovessi portarmi su un'isola deserta un solo libro umoristico, sceglierei questo. Capolavoro dell'umorismo britannico, è uno di quei libri che si tengono a portata di mano per i momenti di depressione e si rileggono per tutta la vita, trovandoci ogni volta qualche sfumatura nuova. I suoi non sono personaggi immaginari come quelli di Wodehouse, ma personaggi reali con gli stessi difetti e le stesse debolezze che abbiamo noi, e che vengono colte da Jerome con acuta sensibilità ma con indulgenza per l'imperfetta natura umana. E' sconcertante scoprire che c'è chi lo trova insopportabilmente noioso. Ci sono sì, rare pagine intrise di sentimentalismo ottocentesco che oggi appaiono stucchevoli, ma sono infinitamente superate dalle pagine indimenticabili, oggi ancora attuali e irresistibili come centovent'anni fa. Chi lo apprezza non dovrà farsi sfuggire il seguito "Tre uomini a zonzo", leggermente inferiore ma comunque altrettanto godibile.

  • User Icon

    DAVID CASTRACANE

    06/10/2006 15.26.13

    LIBRO MOLTO NOIOSO E MOLTO RIPETITIVO POCHE VOLTE DIVERTENTE

  • User Icon

    Massimiliano SIGONA

    27/06/2006 15.36.49

    E' stato come trovare un piccolo tesoro nascosto. L'ho trovato per caso diversi anni fa presso una edicola di una stazione ferroviaria al prezzo di £ 3000 sepolto in mezzo a tanti "tremilaristi" ingialliti in un cestino di vimini. E' un gioiellino divertente, sembra la sceneggiatura di un film o di uno spettacolo di Aldo, Giovanni e Giacomo ma con toni umoristici inglesi di forte intensità. A differenza dei libriccini umoristici italiani questo fa veramente ridere, ti lascia di buon umore. da 2 a 10: 8!!!

  • User Icon

    Greta

    23/03/2006 18.27.18

    Penso sia capitato a tutti di bere un bicchiere di acqua fresca dopo una giornata di sole intenso. E penso che sia stato un piacere intenso. Dunque leggete questo libro, immergetevi nell’umorismo puro e semplice e bevete da tutte le pagine. Insegna veramente a gioire delle cose quotidiane e a trovare il sorriso dove sembra non ci sia. La parola chiave è SEMPLICITA’, nei rapporti personali, nell’alzarsi il mattino con il mondo davanti e con qualcosa di bello d’aspettarsi e poco da temere. Allarga il cuore questo libro, c’è scritto anche nell’introduzione: “ Jerome non si affannava a ricostruire il mondo ma l’accettava come lo trovava, estraendone tutta la gioia che ne poteva estrarre”. Non c’è niente di sconvolgente o originale in una gita in barca con due amici, c’è solo la semplicità del narrare e il perdersi in aneddoti passati per poi ritrovare di nuovo il filo conduttore, c’è la serenità del vivere trasformato in avventura e naturalmente c’è l’umorismo che a nessuno di noi può mancare se vogliamo continuare a respirare. Non manca in certi punti di poesia e di descrizioni profonde che arricchiscono il testo e lo rendono completo. Consigliato a tutti quelli che hanno bisogno di finire la giornata in grazia.

  • User Icon

    Sofia

    09/02/2006 20.41.10

    Sono una bambina di 11 anni e leggendo questo libro mi è sembrato un pò noioso ma tutto sommato divertente comunque, a chi l'ho volesse prendere consiglierei, chi lo sa, di prenderlo in inglese secondo me + divertente.ciao

  • User Icon

    Marco 92

    26/11/2005 12.31.05

    VERAMENTE NOIOSO E MONOTONO!!! Praticamente non c'è trama. Certo, qualche racconto a volte è stato divertente, ma sono soprattutto racconti scollegati tra loro.

  • User Icon

    ruby 19-03-2005

    19/03/2005 18.54.38

    Ho finito adesso di leggere questo libro e non mi è piaciuto x niente xkè l'ho trovato noioso e ripetitivo.Ne sconsiglio vivamente la lettura.

  • User Icon

    Alfaalfa

    28/12/2004 10.52.38

    Ho letto e riletto molte volte questo libro. E ogni volta le situazioni comiche descritte mi divertono come la prima volta. Non è certo un umorismo "cerebrale" ma un solido, divertente e trascinante umorismo.

  • User Icon

    Jacopo

    25/11/2004 09.21.08

    L'unico libro leggendo il quale mi sono messo a ridere ad alta voce. Un elogio alla vita rilassata, sobria e senza stress. L'I-Ching inglese...una guida per "campare" bene!

  • User Icon

    Rosanna Vallo

    28/10/2004 11.18.06

    é terribilmente noioso e ripetitivo con tematiche frivole. Sconsiglio a tutti pienamente di leggere questo libro.

  • User Icon

    Alberto

    27/08/2004 13.51.59

    Libro abbastanza divertente ma con parecchie inadeguatezze come alcune descrizioni inutile, molto noiose e del tutto fuori posto. Buone le descrizioni dei personaggi protagonisti. Storia forse un po' surreale

  • User Icon

    Iacopo

    22/04/2004 20.00.15

    Nn vi consiglio questo libro xchè parla solo dei ricordi passati, x dire 1 cs ci mette 7 pag e fa troppi riferimenti a città.

  • User Icon

    Maurizio Froldi

    09/11/2001 21.01.12

    Di questo libro si è già detto (e letto) tutto. Indimenticabile capolavoro di umorismo britannico, si fa perdonare digressioni non sempre chiare per il lettore italiano (lo scrivente per primo). Ci sono momenti indimenticabili, che creano addirittura un codice comune agli appassionati del libro. L'episodio dei cigni ne è un esempio bellissimo: non fa ridere il lettore, ma lo delizia dai capelli fino agli alluci.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione