La tredicesima storia - Diane Setterfield - copertina

La tredicesima storia

Diane Setterfield

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Giovanna Granato
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2007
Pagine: 412 p., Rilegato
  • EAN: 9788804567684
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 5,00

Venduto e spedito da Bibliografia Moderna

Solo una copia disponibile

+ 4,63 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 5,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Margaret Lea è una giovane libraia antiquaria che negli anni trascorsi con il padre tra pagine immortali e volumi sepolti dall'oblio, ha coltivato una quieta passione per le biografie letterarie in cui di tanto in tanto si cimenta. La sua prevedibile esistenza viene sconvolta un giorno da una lettera tanto enigmatica quanto perentoria: "L'ora è giunta. Venga lunedì con il treno delle quattro e mezzo. Manderò una macchina a prenderla alla stazione di Harrogate. Vida Winter". È questo l'invito con cui Vida Winter, sfuggente e carismatica scrittrice alla fine dei suoi giorni, informa Margaret della sua investitura a propria biografa ufficiale. Dopo mille esitazioni - perché proprio lei? sarà all'altezza delle aspettative di una delle più grandi scrittrici viventi? - la giovane parte alla volta dell'isolata magione dell'anziana autrice. Superate non solo le proprie resistenze ma anche le spigolosità della sua difficile interlocutrice, Margaret si accinge finalmente all'opera, rimanendo immediatamente stregata dalle vicende della famiglia Angelfield e dalla sorte di un misterioso racconto che Vida Winter non ha mai voluto pubblicare... La tredicesima storia dipana così davanti agli occhi del lettore non solo il tempestoso trascorrere di esistenze avvolte dal segreto, ma anche la complessa, intensissima amicizia tra due donne di differenti generazioni che, dietro la magica finzione del narrare, troveranno l'una nell'altra verità su se stesse a cui mai sarebbero potute arrivare da sole.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,79
di 5
Totale 85
5
30
4
26
3
15
2
9
1
5
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Roberta

    05/01/2012 16:39:24

    "Una volta morte, le persone scompaiono..Qualcuno, però, fa eccezione a questo annullamento. Perché continua a esistere nei libri che ha scritto. Ci è dato riscoprirlo. Con il suo carattere, il tono di voce, i modi. La parola scritta gli permette di farti arrabbiare o di renderti felice. Di consolarti. Di farti sorgere dei dubbi. Di cambiarti. Tutto questo, anche da morto! Ciò che secondo le leggi di natura dovrebbe svanire viene, grazie al miracolo dell'inchiostro sulla carta, conservato. E' una specie di magia." Un libro che a suo tempo mi aveva letteralmente STREGATA!!! Intendo rileggerlo a breve!! Consigliatissimo!!!

  • User Icon

    Sara

    12/12/2011 17:43:00

    Bello, mi ha tenuta incollata dalla prima all'ultima pagina, divertente la terapia che il medico consiglia alla protagonista alla fine del romanzo. Mi è rimasta una gran voglia di assaggiare torta allo zenzero accompagnata da the caldo e scuro...

  • User Icon

    luca76

    01/11/2011 10:02:54

    A me, personalmente, non piace il genere che definisco "disgraziato", con storie di orfani, bimbi abbandonati, violenze domestiche e quant'altro... Tuttavia, devo dire che il libro - essendo l'autrice contemporanea - è scritto in modo fluido e decisamente poco noioso. In sintesi: consigliato a chi piace il genere "romantico".

  • User Icon

    Daniela

    18/07/2010 21:30:40

    Bellissimo libro che mi ha intrigato fino alla fine.Belle le descrizioni della scrittrice e avvincente la storia, peccato l'autrice non abbia più scritto niente! Lo consiglio a chi si sofferma alle descrizioni sia dei personaggi che del paesaggio

  • User Icon

    Federica

    01/11/2009 14:36:01

    Libro lento e noioso,non succede niente di interessante,inoltre la protagonista è antipaticissima e pesantissima...L'autrice ha provato a scopiazzare i grandi classici,ma non ci è riuscita per niente.

  • User Icon

    Marcela Ivonne Schiaffini

    21/10/2009 21:16:15

    E' un libro che soltanto alle ultime 100 pagine è riuscito a coinvolgermi davvero. In alcuni punti l'ho trovato particolarmente noioso. In altri punti invece era davvero intrigante.. Purtroppo non ha convinto nemmeno me.. Forse avrebbe potuto narrare il tutto in una forma più avvincente. Le do' un 2 e stop !

  • User Icon

    Smarty

    24/08/2009 15:59:47

    Gran bel libro!E' un giusto mix di mistero,di spunti di riflessione,c'è l'amore nelle sue varie forme.Da fratelli,da amici,materno..c'è l'amore che ti spinge a fare cose folli tra le righe della follia che a tratti pervade questo libro. Io lo consiglio!

  • User Icon

    Bingia80

    23/07/2009 21:13:56

    Il primo romanzo di Diane Setterfield... Beh si dice che chi ben comincia...! Appassionante senza ombra di dubbio. Consigliato.

  • User Icon

    Alessandra

    15/07/2009 14:52:31

    La narrazione all'inizio è un pò lenta e forzata(la protagonista potrebbe stupirsi anche davanti all'acqua calda).La trama è molto elaborata,non scontata,lo schema narrativo è simile a "L'ombra del vento" ma naturalmente la storia è completamenta diversa."La tredicesima storia", a differenza di "L'ombra del vento", punta più sui sentimenti che sul giallo,non per niente l'autrice è una donna.Nel complesso una gradevole lettura.

  • User Icon

    paola

    07/05/2009 22:16:18

    è la prima volta che do un voto insufficiente a un libro: pur essendo scritto molto bene, non decolla come trama ,è freddo e distaccato c'e' confusione tra i racconti e la realta, i rapporti tra i personaggi sono narrati con caos; non mi convince per nulla

  • User Icon

    m. assunta

    29/03/2009 16:46:28

    Tutto sommato un buon libro. Ci sono alcune parti in cui la narrazione non è nolto fluida, ma, nel complesso, la vicenda è accattivante e si fa leggere con piacere...lo consiglio!!!

  • User Icon

    luciad

    06/02/2009 12:14:00

    Per più della metà del libro il racconto prosegue pacatamente. Fino a pag. 250 circa, si ha l'impressione che manchino ancora oltre 400 pagine per arrivare alla fine. Invece, essendo il libro composto da 412 pag. in tutto, il ritmo cambio all'improvviso. Ma questo non rappresenta un vantaggio per la storia. Direi che accellera talmente tanto da risultare poco chiaro ed addirittura fastidioso. Peccato, perchè il mio giudizio è passato da buono ad appena sufficiente.

  • User Icon

    vale85

    13/12/2008 00:40:05

    un libro splendido che ti cattura nella sua magia fin dalla rima pagina, ti senti letteralmente trascinata in quella realtà inqietante e affascinante allo stesso tempo. peccato per gli ultimi capitoli un pò banali e dal tono inferiore rispetto al resto del racconto,anche se per fortuna sono una piccola parentesi che a mio avviso non intacca la bellezza del romanzo. trovo stupendo l'amore per la letteratura e i libri che l'autrice riesce a far emergere da ogni riga. decisamente consigliato.

  • User Icon

    benedetta

    13/11/2008 19:07:34

    La storia è avvincente, la scrittura limpida e scorrevole, la lettura disimpegnata e rilassata. Mi dispiace però che questo romanzo, dall’inizio così ineccepibile e, oserei dire, magico, diventi via via sempre più banale e soffra un po’ dell’effetto del “già letto”.

  • User Icon

    isabella

    09/06/2008 10:18:03

    Romanzo appassionante, che si legge tutto d'un fiato. Forse un pò troppo sopravvalutato nel paragonarlo a " L' ombra del vento", comunque scorrevole e godibilissimo; in alcuni punti sembra davvero di essere nella brughiera inglese immersi nelle nebbie.. Speriamo l' autrice riesca a sorprenderci ancora nel suo prossimo romanzo!

  • User Icon

    valentina

    28/04/2008 19:26:29

    insomma... non riesce ad essere così accattivante ed incisiva come credo vorrebbe. mentre leggevo, quando arrivava il momento in cui venivano 'rivelati' alcuni particolari fondamentali della storia, restavo un po' delusa... la scoperta di questi particolari, per essere davvero emozionante, avrebbe dovuto agganciarsi meglio a cose già raccontate... che però a me non erano rimaste in mente, come se non si fossero stagliate bene nella storia... e quindi le 'rivelazioni', i punti di snodo del romanzo, che dovrebbero lasciare a bocca aperta, e illuminare il lettore anche su cose narrate in precedenza e lasciate lì 'in sospeso', deludono un po'... non mi ha convinta del tutto.

  • User Icon

    Riccardo

    24/04/2008 20:01:07

    sinceramente ho acquistato questo libro incuriosito dalla copertina e dal titolo ma non mi aspettavo questo tipo di romanzo anche se ne sono stato piacevolemte colpito. la storia è stile sorelle Bronte, sulla scia di questo filone ( tra l'altro richiami a questo ci sono anche nel libro) le pagine leggiadre si spiegano davanti a te. ti senti avvilupato nei meandri della storia, una bellissima storia che si fa leggere grazie anche al modo di scrittura scorrevole dell'autrice. forse è troppo azzardato dirlo dato che ho letto solo questa sua unica (per ora fatica), però l'autrice è una, insieme a molte altre, delle eredi letterarie di Bronte. aspetto il suo nuovo romanzo.

  • User Icon

    cristina chiavarino

    11/04/2008 14:20:21

    Ho salutato a malincuore i personaggi di questo bel romanzo che mi hanno fatto compagnia per una settimana.complimenti per la delicatezza delle "cose"non dette, ma così chiare ,per lo stile elegante,ma non stucchevole.se qualcuno è al corrente di un romanzo simile a questo (l'ombra del vento già letto!)sarei grata della "dritta"!aspetto il secondo romanzo di questa autrice forte e sensibile.

  • User Icon

    Gabriele V

    10/04/2008 13:56:16

    Una di quelle storie la cui lettura a malincuore devi abbandonare perche il sonno ti chiude gli occhi sempre più pesantemente. Intreccio ben ingegniato e con quelel tinte fosche tipiche del secondo romanticismo. Unico aspetto negativo è dato dalla protagonista, scialba e e anonima che in età adulta, non riesce poprio a costruirsi una vita, se non a ridosso di un episodio della propria infanzia. Per il resto un bel romanzo, un noir dei nostri tempi, ma con i sapori di antico che solo la vecchia Inghilterra sa dare.

  • User Icon

    Fabiana

    09/04/2008 11:28:51

    Un romanzo avvincente, decisamente ben scritto! Concordo con gli altri giudizi espressi riguardo alla similitudine con "L'ombra del vento" anche se, a mio parere, questo risulta piu'scorrevole e convincente perchè scevro di troppi personaggi secondari che appesantiscono la storia. Forse pretestuosa la sottolineatura della storia personale della biografa, legata visceralmente ad una gemella peraltro sconosciuta.

Vedi tutte le 85 recensioni cliente
  • Diane Setterfield Cover

    Studiosa di letteratura francese, Diane Setterfield ha pubblicato La tredicesima storia (2007), Le nere ali del tempo (2014), C'era una volta un fiume (2019). Approfondisci
Note legali