Categorie

Susie Moloney

Traduttore: A. Guerrera
Editore: Giunti Editore
Collana: A
Anno edizione: 2011
Pagine: 384 p. , Rilegato
  • EAN: 9788809770904

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elanhyer

    17/06/2012 23.14.10

    Da tanto non leggero un libro così brutto. Da molti punti di vista. Arrivi a metà e ancora non riesci a capire di cosa parla il testo. L'ambientazione è indefinita, è inverosimile, è marginale. Lo stile è povero ed elementare. I personaggi sono scialbi, trasparenti, superficiali, di cui non t'importa niente. Non sono neanche descritti, quindi la trama non coinvolge assolutamente. Non succede mai nulla di interessante e quando credi che stia per succedere qualcosa, qualcosa che possa attirare la tua attenzione, l'autrice ti frega e si sposta su un'altra vicenda che è totalmente aliena alla narrazione. Salta da un episodio all'altro, da una scena all'altra raccontata da un personaggio diverso che non riesci nemmeno ad inquadrare. Insomma, un libro da bocciare subito. Come si fa a definire l'autrice un 'Stephen King in gonnella'? È un insulto al Re. Siamo seri. E poi, l'autrice usa tantissimi vocaboli di cui avrebbe potuto fare a meno.

  • User Icon

    luciano sava

    03/02/2012 18.15.28

    No, non posso dare di piu', io amo i gatti.

  • User Icon

    Sara Booklover

    07/11/2011 10.26.49

    Sono rimasta soddisfatta dalla lettura di questo libro, è una storia abbastanza impegnativa, nel senso che la si deve leggere con mente attenta perché ci sono parecchi misteri da scoprire e subito non si riesce a capire quasi nulla di ciò che accade. La narrazione in terza persona cambia spesso punto di vista e inizialmente può sembrare che la trama sia ostica e ingarbugliata, ma poi, se si ha pazienza, tutto si sistema. Come tessere di un puzzle infatti, le nozioni che si riescono a recepire pagina dopo pagina sono prima molto poche e poi si intensificano finché piano piano non si riescono a incastrare le une nelle altre alla perfezione. Personalmente questo espediente narrativo mi è piaciuto molto perché ha fatto sì che la mia curiosità nei confronti del libro rimanesse sempre alta e non ho avuto proprio modo di annoiarmi. In più, le ultime cento pagine sono a dir poco adrenaliniche, da leggere tutte d'un fiato perché il concatenersi degli eventi è molto veloce e i colpi di scena e le sorprese non mancano! L'autrice ha saputo creare una storia adulta, con elementi paranormali e horror, ma vi è anche qualche piccolo accenno di romance che serve a stemperare la tensione e accontenterà le lettrici romantiche.

  • User Icon

    ladymoon

    04/11/2011 21.59.00

    Tredici donne, tredici streghe, pronte a tutto pur di ottenere una vita perfetta, ma solo all'apparenza. Cosa ognuna di loro è disposta a sacrificare? Quanta umanità rimarrà nelle loro anime corrotte dal "signore oscuro"? Una cittadina americana all'apparenza come tante, ma che cela al suo interno il marcio del male. Inquietante e macabro. Una storia di streghe che riscopre tutte quelle storie inquietanti che le nonne ci raccontavano davanti al camino. Una stephen king in gonnella degna di essere letta.

  • User Icon

    LadyAileen

    02/11/2011 23.06.11

    Questo è il primo libro che leggo di quest'autrice l'ho trovato intrigante. C'è da dire che qualche personaggio mi è sembrato davvero troppo ingenuo per i miei gusti e sto parlando del comportamento di Paula che andando a trovare sua madre in ospedale non si renda conto, nonostante le varie volte in cui c'è stata, che l'unica paziente è sua madre e l'unica persona che lavora è un'infermiera. Il dottore che dovrebbe avere in cura la madre non si sa chi sia e quando finalmente parla con lui a telefono non si fa nemmeno dire il nome e per finire è guardata a vista. Un po' troppo assurdo per i miei gusti. In compenso la figlia di dodici anni si è accorta che qualcosa non va. Per il resto la caratterizzazione dei personaggi non è male, scoprire il passato di ogni personaggio mi è piaciuto ed i punti di vista sono vari ma riguardano i personaggi chiave della vicenda. Altra cosa che mi è parsa un po' strana è la scelta dell'autrice di mettere i cani schierati con i "buoni" e i gatti schierati per il "male". Più che delle singole vite delle abitanti del quartiere, gran parte della storia gioca sul mistero legato alla causa degli strani avvenimenti che si verificano in questo "paradiso" senza indizi ricollegabili al paranormale. Un mistero che vedrà coinvolta Paula ma soprattutto sua figlia. Naturalmente non può mancare il risvolto romantico che vede coinvolta Paula ma resta un aspetto molto marginale. In questo romanzo l'autrice offre una visione spaventosa ed inquietante di un piccolo centro cittadino che non riguarda solo l'aspetto soprannaturale ma anche di quello che una persona sia disposta a sacrificare pur di ottenere quello che vuole. Scorrevole, con un buon ritmo e che ti tiene con il fiato sospeso.

  • User Icon

    Dj

    26/10/2011 20.37.48

    Bello e godibile anche se un po' frettoloso (e sinceramente un po' prevedibile) nel finale. Scritto bene, brillante in ciò che narra esplicitamente e ciò che viene svelato a poco a poco, nel dipanarsi di una vicenda in cui solo alla fine si chiamano finalmente le cose con il loro nome. Buonissima costruzione della storia, bei personaggi, buoni dialoghi. Rimane qualche frettolosa ingenuità nel finale che però riesce comunque a soddisfare. Avvincente.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione