Categorie

Il treno d'Istanbul

Graham Greene

Traduttore: B. Oddera
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
Pagine: 300 p., Brossura
  • EAN: 9788804553366
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sebastiano

    18/03/2010 10.42.55

    Un libro discreto che tuttavia non credo possa essere annoverato nella categoria dei libri "gialli" se per "giallo" si intende un libro incentrato sulla presenza di un colpevole che si è macchiato di uno o più delitti e di qualcuno che gli dà la caccia. Molto azzeccata appare l'ambientazione del romanzo sia per ciò che concerne l'epoca che per i luoghi scelti (e non parlo soltanto del treno). Come l'ha definito lo stesso Greene si tratta di null'altro che di un "divertimento"!

  • User Icon

    VARGAS

    28/10/2008 13.44.41

    Ho letto questo libro di Greene cogliendolo a caso da uno scaffale tra altri dello stesso. Il titolo era allettante . Mi aspettavo l'azione parallela di più storie e personaggi costretti nel palcoscenico "lungo ed in corsa" di una treno lanciato nella notte a scavalcare frontiere che allora erano veramente tali. Ovviamente è immediato il richiamo all'Assassinio sull'Oriente Express e Dalla russia con Amore ...non a caso due libri di scrittori inglesi da cui sono stati tratti film di discreto successo. Debbo dire che il libro mi è piaciuto e non l'ho trovato banale essendoci sia psicologia in pillole che ambientazione storica. Il finale poi ...è spiazzante. Ma non anticipo nulla per non togliere il gusto della lettura.

  • User Icon

    Michele

    22/10/2008 18.35.44

    Non è certo il capolavoro di Greene, ma sicuramente l'autore, anche in questo libro, si eleva mille miglia sopra l'irritante bonomia con i paraocchi dei tradizionali scrittori cattolici à la Chesterton e Guareschi (che forse anche un po' sbeffeggia) e sa scandagliare da par suo gli abissi del male, dell'abiezione e della sventura.

  • User Icon

    stefano

    25/02/2007 21.06.03

    giallo di discreta fattura, non indimenticabile.

  • User Icon

    Davide

    11/09/2006 18.33.43

    Una storia intrigante e dei personaggi caratterizzati magistralmente, con i loro disagi sociali, sullo sfondo itinerante di un contesto politico tumultuoso. C'è davvero di tutto in questo romanzo: un viaggio in treno verso destini imprevisti, un crescendo senzazionale di vicende inaspettate che incollano il lettore alle pagine avvincendolo sulle vicende umane dei protagonisti. Un unico appunto: un po' lento a carburare nella narrazione ma per il resto un gran romanzo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione