Triage

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Danis Tanovic
Paese: Irlanda; Francia; Spagna
Anno: 2009
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 6,89 €)

Mark e David sono fotografi esperti in battaglia, lavorano insieme da molto tempo, e ora sono impegnati a riprendere la guerra in Kurdistan. Mark è molto ambizioso e vuole continuare a seguire il conflitto in cerca dell'immagine perfetta che darà una svolta alla sua carriera. David ne ha avuto abbastanza dello sporco, della mancanza di speranze e della violenza, e decide di tornare a casa dalla moglie incinta Diane. Quando Mark, ferito gravemente, torna in patria scopre che David non ha mai fatto ritorno a casa e di lui non si hanno notizie. Incapace di tornare alla sua vita di prima Mark è paralizzato da qualcosa che non riesce a ricordare.
1,5
di 5
Totale 2
5
0
4
0
3
0
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Massimo

    09/09/2010 14:10:29

    Concordo. E' uno psicodramma di ambientazione bellica che si perde per strada. Se non fosse per il cast, non valeva neanche la pena di arrivare alla fine.

  • User Icon

    SociElite

    24/03/2010 15:46:27

    Farrel dimagrito venti chili è inguardabile. Film pretenzioso che non decolla mai .

Fra ferite di guerra e ferite della memoria, una fotografia in campo lungo ma fuori fuoco delle atrocità belliche

Trama
Due esperti fotoreporter, Mark e David, lavorano nel Kurdistan in guerra. Mark è molto ambizioso e vuole seguire i combattimenti da vicino alla ricerca della foto della sua vita, ma David ne ha abbastanza e molla tutto per ritornare a casa dalla moglie incinta, Diane. Quando anche Mark viene ferito e fa ritorno in Irlanda, rimane sconvolto nell'apprendere che non si hanno notizie di David. Esausto, disorientato, ossessionato da fantasmi di violenza e incapace di ritornare alla sua vecchia vita con Elena, l'uomo peggiora a vista d'occhio. In ospedale, i medici giungono alla conclusione che la sua paralisi è un problema psicologico legato a qualcosa accaduto a David e che Mark non vuole ricordare. A scoprirlo sarà l'anziano nonno di Elena, uno psichiatra esperto in traumi bellici e che si è occupato del 'recupero' dei criminali di guerra dopo la guerra civile spagnola. Alla sceneggiatura ha collaborato il giornalista americano Scott Anderson, autore del libro omonimo.

  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2010
  • Distribuzione: RAI Cinema
  • Durata: 96 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Colin Farrell Cover

    "Propr. C. James F., attore irlandese. Dopo aver studiato recitazione a Dublino, inizia a guadagnare notorietà in patria con alcune interpretazioni per la televisione. Aria da macho e sguardo spesso sospeso fra l’ironia e la provocazione, raggiunge il successo sul grande schermo con il ruolo del ribelle e indisciplinato soldato Bozz in Tigerland (2000) di J. Schumacher. Tra le sue successive interpretazioni si ricordano l’ispettore del Dipartimento di Giustizia che in Minority Report (2002) di S. Spielberg apre un’indagine per verificare l’efficacia dello speciale corpo di polizia «Pre-Crimine», l’avversario dell’eroe in Daredevil (2003) di M.S. Johnson, e soprattutto il controverso Alessandro Magno nel kolossal Alexander (2004) di O. Stone. Nel 2005 è il conquistatore John Smith nel poema... Approfondisci
  • Christopher Lee Cover

    "Propr. C.F. Carandini L., attore inglese. Esordisce sugli schermi subito dopo la seconda guerra mondiale e intanto si afferma in teatro forte di un’elegante presenza scenica e una dizione perfetta, appresa dagli studi classici. Ha già una quarantina di pellicole all’attivo quando nel 1957 il regista T. Fisher lo chiama per impersonare il mostro in La maschera di Frankenstein, prodotto dalla casa inglese Hammer che si stava specializzando in remake horror destinati a divenire cult. L’anno dopo raccoglie degnamente il testimone dell’antesignano B. Lugosi nei panni di Dracula il vampiro, sempre diretto da Fisher. L’opera lo lancia nel firmamento del rinascente genere della paura e lo candida a decine di ruoli similari, che interpreta sempre con carisma e un certa autoironia. Lavora molto con... Approfondisci
Note legali