Traduttore: G. Scocchera
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 giugno 2010
Pagine: 203 p., Rilegato
  • EAN: 9788806195304
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,99
Descrizione
Durante un'infanzia e un'adolescenza da orfana alla scuola delle missioni, Aloma conosce il piccolo dolore di un'esistenza nell'ombra: quella proiettata dal crinale di Spar Mountain che frena il cammino del sole per buona parte della giornata, e quella di una sostanziale mancanza di talenti che stende su di lei il velo opaco della mediocrità. Un velo che si squarcia all'improvviso quando Aloma incontra la musica e il pianoforte, scoprendo in sé doti e potenzialità inaspettate, e con esse un progetto: diventerà una concertista nel mondo reale. L'ostacolo, immancabile, ha gli occhi chiari e la parlata grezza dei contadini del Kentucky. Con lui Aloma sperimenta quella prima baldanza del corpo in cui non serve chiedersi se sia solo sesso o già amore. Quando un terribile incidente falcidia la famiglia di Orren, scaricando sulle sue giovani spalle la responsabilità della piantagione di tabacco avita, e lui le chiede di condividerla, Aloma dice si. Si trova cosi catapultata in un ambiente scabro e faticoso, immune al passaggio del tempo, accanto a un uomo, un ragazzo, pressoché sconosciuto fuori dal letto, traumatizzato dalla perdita e schiacciato dal carico, privo di agio o volontà per ascoltare esigenze futili come la musica, o la felicità. L'inquietudine la spinge allora verso la chiesa locale: un pianoforte da poter suonare, persone da incontrare; una in particolare, Bell, il pastore della comunità. E le sue due realtà si fanno via via più inconciliabili.

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elena8573

    24/08/2018 09:46:49

    In questo momento mi sento orfana, mancante di qualcosa che mi ha dato molto, si perché questa bravissima autrice al momento ha pubblicato solo due libri, questo, il suo esordio, e “lo sport dei Re” che mi sento di definire un capolavoro moderno. Due soli libri ed è già saldamente collocata tra gli autori che prediligo, due libri che mi hanno fatto/trascinato/inchiodato ad un mondo lontanissimo dal mio ma non per questo meno potente e reale. Una scrittura ricchissima e visiva, una analisi dei personaggi da autrice navigata e una capacità di creare situazioni così chiare, nette e pulite da farti pensare di essere anche tu li’ come ospite silente e nemmeno tanto scomodo. Io ve la consiglio, anzi straconsiglio, questa autrice è nata nel 1976 e questo romanzo l’ha scritto a 33 anni, una bravura così era un pezzo che non la “trovano in giro”, tra i nuovi scrittori, è un vero portento e mi chiedo come mai sia così poco conosciuta. Piccolo stralcio (preso a caso) per assaggiare il suo talento “Orren sfrecciò verso la linea infuocata della strada principale e il vento entrò nell’abitacolo come un onda rovente appiccicandole i capelli sul viso. Non portava fermagli e provo’ a raccogliere i capelli sulla nuca, ma poi rinuncio’ e si appoggiò all’indietro a occhi chiusi, il corpo appena dondolato dalle articolazioni sconnesse del vecchio furgone senza più ammortizzatori.”

  • User Icon

    Alessandra

    03/01/2011 17:27:36

    Un libro su come vive la gente semplice. Semplice dentro. Mettendo in fila un giorno dopo l'altro, tenendo fede a ciò che si è. Bello, delicato, fuori dal tempo. E' un romanzo d'esordio, scritto con uno stile pulito e accurato: speriamo se seguano altri.

Scrivi una recensione