Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Two of a Kind

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Django Reinhardt
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Saga Jazz
Data di pubblicazione: 10 luglio 2003
  • EAN: 0044006645124

€ 14,00

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Cloud Castles (1936)
2
Magic Strings (1936)
3
Sweet Serenade (1936)
4
Crazy Strings (1936)
5
Novel Pets (1936)
6
Budding Dancers (1936)
7
Presentation Stomp (1934)
8
Ici, I' On Peche (1934)
9
La Chanson Du Large (1934)
10
Blue Interlude (1934)
11
Deux Cigarettes Dans L'Ombre (1935)
12
Avalon (1935)
13
Oh, Lady Be Good (1937)
14
You Took Advantage Of Me (1937)
15
Swinging With Django (1937)
16
Paramount Stomp (1937)
17
Serenade For A Wealthy Widow (1937)
18
Taj Mahal (1937)
19
Organ Grinder'S Swing (1937)
20
Tea For Two (1937)
21
Christmas Swing (1937)
22
Sweet Sue (1937)
23
It Had To Be You (1937)
24
Melodie Au Crepuscule (1943)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Django Reinhardt Cover

    Propr. Jean-Baptiste Reinhardt. Chitarrista belga di origine tzigana. Originalissimo solista di jazz, realizzò una perfetta fusione del linguaggio musicale tzigano con quello dello Swing, inventando una nuova tecnica per lo strumento, impostagli dalla semiparalisi di una mano riportata in seguito a un incendio, nel 1948, nella carovana della sua famiglia. La sua fama è legata alle incisioni, a partire dal 1934, con il Quintette du Hot Club de France formato con il violinista Stéphane Grappelli. Incise in Europa con musicisti americani (Benny Carter, Coleman Hawk­ins, Dicky Wells) e suonò nel 1946, negli Stati Uniti, con l'orchestra di Duke Ellington. Nel dopoguerra fu in parte influenzato dal bop. Anche suo figlio babik (Parigi 1944) è chitarrista vicino ai moduli del jazz. Approfondisci
Note legali