Categorie

Munyol Yi

Traduttore: M. Riotto
Editore: Giunti Editore
Collana: Doriangray
Anno edizione: 1993
Pagine: 128 p.
  • EAN: 9788809202986

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabrizio Porro

    31/12/2014 16.05.04

    Un piccolo e, a suo modo, "prezioso" libro coreano che narra dell'arte orientale per eccellenza: la calligrafia. E di una leggenda. Un ideogramma di "volare" che si sarebbe librato in aria, fuggendo attraverso la finestra per non essere mai più ritrovato. Svanendo nel nulla. Appunto, come un uccello dalle ali d'oro. Contiene degli insegnamenti con i più tipici elementi della tradizione orientale. E della cultura coreana, in particolare. Secondo le leggi della calligrafia, ciò che bisogna fare è creare dei vuoti tramite il movimento. Lo stesso avviene per il cielo che possiede due poli, il nord ed il sud, che sono le estremità di un asse immobile intorno al quale esso non cessa di muoversi. Le leggi della calligrafia seguono questo stesso ordine celeste. Per una simile ragione, i caratteri nascono sì dal pennello, ma questo è mosso dalle dita, che a loro volta sono mosse dal polso, che a sua volta è mosso dal braccio, che a sua volta è mosso dalla spalla. E tutti questi elementi, vale a dire la spalla, il braccio ed il polso, sono mossi a loro volta dalla parte destra del corpo umano.

Scrivi una recensione