Categorie

Matilde Asensi

Traduttore: A. C. Cappi
Collana: Narrativa
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 483 p. , Brossura
  • EAN: 9788817020305

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    A.M.

    01/04/2014 20.29.47

    Ottimo spunto quello del Purgatorio Dantesco come guida ad una serie di prove iniziatiche per l'accesso al Paradiso Terrestre Paradeisos, un continente sotterraneo organizzato dove i sensi umani surclassano le macchine del mondo superficiale. Se non fosse eccessivamente lungo ed infarcito da nozioni storiche di una erudizione quasi fastidiosa, sarebbe un buon romanzo. La pecca è la stessa dei romanzi di Verne ovvero sconfinare nel trattato (qui storico, lì scientifico) ed è un limite, oltrepassato il quale, si induce il lettore a saltare pagine su pagine per arrivare alla conclusione e sapere come va a finire. Questo in un romanzo godibile non deve accadere. Finita l'era Matilde Asensi.

  • User Icon

    Simona

    19/02/2014 15.58.23

    All'inizio mi ha presa per poi lasciarmi invece alquanto delusa. Forse il difetto maggiore che ho trovato è la banalità di certe parti e situazioni, e i luoghi comuni.

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    09/02/2014 07.02.42

    Bel romanzo storico d'azione, come tutti i libri della Asensi.

  • User Icon

    Giovanni

    04/10/2013 05.47.48

    Trovo questo romanzo abbastanza piacevole, mi sorprende abbia un punteggio piuttosto basso. A tratti la narrazione potrebbe sembrare leggermente lenta ma non si arena mai e la lettura scorre normalmente. Inoltre queste parti sono alternate da altre estremamente avvincenti! La storia in se' poi e' originale, piacevole, secondo me vale la pena leggerlo, non sara' un sommo capolavoro ma per una buona lettura lo consiglierei. E' uno di quei libri che rileggerei in futuro.

  • User Icon

    Alice

    10/02/2013 11.37.01

    Ero già innamorata di Iacobus, questo volume non ha fatto che confermare la mia idea, complimenti a Matilde

  • User Icon

    Cristina V.

    27/06/2011 23.43.22

    Il romanzo parte bene, la trama è originale, ma lo svolgimento è forzato e la scrittura si trascina fino ad un epilogo scontato ed imbarazzante.

  • User Icon

    frabarzz

    15/05/2011 18.14.33

    parte bene,interessante il parallelismo tra la vicenda dei personaggi e la DIVINA COMMEDIA di DANTE,almeno nelle fasi iniziali......poi si sviluppa con situazioni assurde e banali,sproloqui attorno ai personaggi ed alle istituzioni che rappresentano,versando in un mare di niente

  • User Icon

    accanitalettrice

    17/03/2011 16.26.15

    Romanzo intrigante e affascinante per chi ama la divina commedia e teorie religiose. un po noioso all'inizio ma dopo un centinaio di pagine ti prende e si legge con piacere. Molto bella l'idea dei sette peccati collegati a sette città. Un po meno che la famiglia di suor Ottavia sia mafiosa, e alcuni commenti all'inizio sugli italiani.

  • User Icon

    giorgio65

    11/02/2011 20.59.21

    Bellissimo. Avvincente, bei personaggi e bella storia.

  • User Icon

    Libricciola

    04/06/2010 13.02.00

    Si lascia leggere...e non nego che mi siano piaciute molto le ricostruzioni storiche e gli aneddoti sulla storia della Chiesa. Nel complesso, però, è piuttosto noiosetto, i personaggi sono caratterizzati, sì, ma intrappolati in ruoli da manuale, e infine la trama manca di credibilità.

  • User Icon

    francesco

    04/11/2009 15.17.08

    il romanzo parte molto bene,è avvincente e si lascia leggere scorrevolmente. La storia sembra interessante e ben curata. Tuttavia proseguendo nella lettura, le prove che i personaggi devono superare per portare a termine la loro missione diventano via via sempre meno credibili, giungendo a un finale quanto mai forzato e assolutamente iverosimile. Conclusione molto più da fantasy che da romanzo. Nel complesso è comunque una lettura leggera utile per svagarsi qualche ora. Per chi invece cerca un buon romanzo storico consiglio a tutti "Imprimatur", che non è recensito su questo sito ma che è una pietra miliare per gli amanti del genere!

  • User Icon

    Luca

    27/05/2009 13.46.32

    Libro piuttosto deludente. La storia parte bene, si ha subito l'idea di un thriller storico avvincente ma si finisce in un racconto banale e assurdo, una vicenda da 4 soldi degna di un filmetto d'avventura. I protagonisti non convincono; noiosa e forzata la storia d'amore fra i due protagonisti che appesantisce la trama. Troppi anche gli stereotipi offerti: la famiglia della protagonista, siciliana, è chiaramente mafiosa........qualcuno spieghi alla Asensi che esistono anche famiglie oneste (e sono la maggioranza). Finale raffazzonato e deludente che cancella quel poco di buono che la trama avevo offerto. Sconsigliato.

  • User Icon

    SebastianoHim79

    09/05/2009 14.17.50

    Ho appena finito di leggere il libro e devo dire che se non fosse stato per il finale avrebbe preso il massimo dei voti. mi è piaciuta la trama, le vicende e i personaggi che sono ben caratterizzati, peccato che il finale si perde un pò. rimane il fatto che la scrittrice possiede una forbita cultura in ambito storico.

  • User Icon

    Roberta Motoskifo

    04/03/2009 17.17.34

    Bisogna non arrogarsi il titolo di critici perfetti ed è per questo che lascio una buona percentuale di colpa a me lettrice nel non aver colto l'essenza del testo... anche se è indiscutibile che la trama mi abbia coinvolta.

  • User Icon

    anna

    05/02/2009 20.37.38

    L'ultimo Catone è senza dubbio il miglior libro dell'Asensi: trama avvincente, personaggi originali e ben caratterizzati e soprattutto l'originalità della "lettura" delle terzine dantesche, che viste in questa chiave,... hanno finalmente un significato! L'unica nota dissonante (purtroppo) è il finale.....Veramente incredibile... Senza di esso avrei dato il massimo giudizio all'opera.

  • User Icon

    Riccardo

    22/01/2009 11.58.32

    Inizia molto bene, ma l'evolversi della trama non mi ha per niente convinto, il finale poi è imbarazzante nella sua assurdità. Non lo consiglio.

  • User Icon

    Luca

    27/09/2008 11.52.38

    Non posso non dare il mio voto a questo romanzo, volgio dare il mio contributo ad abbassare la media :-) Scherzi a parte, un romanzo che non mi è paciuto affatto, buona l'idea del Purgatorio di Dante come guida per il superamento delle prove, ma i personaggi sono caratterizzati poco, la lettura non im ha mai coinvolto veramente, il finale poi è sconvolgente! Veramente banale! Appena ho finito di leggerlo ho pensato che io avevo superato il mio purgatorio :-)

  • User Icon

    elenap

    11/09/2008 15.52.29

    E' il primo libro che ho letto dell'Asensi. MI è piaciuto molto... l'ho letteralmente divorato.. il finale mi ha lasciato un po' perplessa.. ma il mio voto complessivo è ottimo.

  • User Icon

    Paolo

    01/07/2008 18.04.37

    Dopo aver letto tutto quello pubblicato, questo è per me il libro migliore della Asensi. Poi viene Jacobus, e dopo... un po' tutti gli altri. E' un romanzo piacevole, che si legge velocemente e che appassiona, anche se non sorprende. Insieme al "TERZO SEGRETO DI FATIMA" Dà un'idea della vita in Vaticano, ancorchè inventata... Ottimo per l'estate.

  • User Icon

    Roberta

    26/06/2008 12.01.58

    Un libro che sembra scritto da un dilettante con velleita' di scrittore. Personaggi scontati, storia banale, svolgersi del racconto prevedibile. Infantili tentativi di dare spessore alla storia lo rendono addirittura fastidioso da leggere. Orrendo.

Vedi tutte le 24 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione