Uomini che restano

Sara Rattaro

Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 480,25 KB
  • Pagine della versione a stampa: 250 p.
    • EAN: 9788893426107
    pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

    Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

    Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
    Disponibile anche in altri formati:

    € 9,99

    Venduto e spedito da IBS

    10 punti Premium

    Scaricabile subito

    Aggiungi al carrello Regala

    non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

    Recensioni dei clienti

    Ordina per
    • User Icon

      Alex

      13/07/2018 20:57:48

      Mentre il romanzo che aveva vinto il premio Bancarella nel 2015 era un romanzo molto umano, di quelli che ti prendono il cuore, questo invece appare una storia piuttosto frettolosa. I personaggi sono un po’ schematizzati e quindi non gli ho sentiti tanto miei. Nel complesso ho finito il libro ma non ho sentito la mancanza della storia o dei personaggi. Peccato, speriamo che questa grande scrittrice possa tornare ai fasti del passato.

    • User Icon

      cristina

      10/06/2018 12:27:41

      ho letto tutti gli altri libri della rattaro e questo è quello che mi è piaciuto e mi ha emozionato meno... lo definirei abbastanza banale..nonostante questo non è scritto male e si legge facilmente

    • User Icon

      roberta

      27/05/2018 19:32:26

      Sara Rattaro può fare indubbiamente di meglio, sa essere molto più toccante, nonostante questo, nonostante per tutto il libro io abbia pensato che tra leggerlo e non leggerlo cambiasse poco, alla fine mi ha lasciata contenta d'averlo letto

    • User Icon

      RossaMina

      23/04/2018 07:30:08

      Situazioni di vita e di amore estreme ma che potrebbero capitare a chiunque di noi (proprio a noi? Ma come è possibile?). Mi è piaciuto molto l'inizio dove la Rattaro sottolinea che quando siamo presi dai ns problemi non ci rendiamo conto che anche gli altri hanno i loro, probabilmente più gravi dei nostri

    • User Icon

      Laura

      12/03/2018 16:37:55

      Non è (solo) una storia d'amore questo romanzo. È una storia di vita, di scoperte, di delusioni, di amicizia, di sorrisi, di lacrime e di parole. È una storia di sguardi che si incrociano, di mani che si intrecciano, di abbracci che si perdono. Ho trovato Sara in queste pagine! L'ho trovata nelle battute sagaci di Valeria. L'ho immaginata mettere se stessa in questa storia e ho visto quella donna che, per fortuna, ho il piacere di conoscere: una donna forte, dolce e immensamente allegra! Sara è una delle persone più simpatiche che abbia avuto il piacere di incrociare nella mia vita e scovarla in queste pagine è stato un po' un gioco! Ho visto il suo sorriso mentre scriveva una certa battuta e la sua emozione nel parlare del dolore. Ho amato tutto di questa storia! Una storia che, dopo L'amore addosso, mi incuteva un certo timore. Avevo paura di non riuscire a provare le emozioni suscitatemi col libro precedente, mi chiedevo cosa avrebbe potuto fare ancora Sara per stupirmi. Ed ecco che lei, come suo solito, riesce a superarsi, a costringermi ad una veglia forzata, perché no, non puoi smettere di leggerlo questo libro. Perché tu di Fosca senti l'anima che si lacera e di Valeria senti il dolore fisico; e di Lorenzo, poi, percepisci la paura, la vergogna, il bisogno di riemergere da un'apnea durata 40 anni, di essere finalmente se stesso Si resta aggrappati a quello che non siamo per paura di scoprire cosa ci manca. Di questo romanzo percepisci tutto, perché ti entra dentro e non ti lascia più: emozioni e sentimenti ti scorrono nelle vene come inchiostro. Hanno un solo difetto i libri di Sara Rattaro: finiscono! E tu devi trovare un modo per sopravvivere sino al prossimo libro, alla prossima notte insonne, alle prossime lacrime.

    • User Icon

      Isa

      04/03/2018 17:10:23

      "Si chiama imprimitura o mestica ed è la preparazione della tela prima che si trasformi in un quadro. Questo impedisce al colore di spandersi formando dei buchi. Si chiama educazione, impedisce all'anima di perdersi e alla vita di formare vuoti."

    • User Icon

      Isabella pegli

      28/02/2018 12:02:01

      Nessuno come Sara riesce a descrivere con tanta nettezza e forza i sentimenti. "Uomini che restano" è l'ultima prova con cui questa scrittrice, che porta alta la bandiera genovese nel mondo letterario, ci porta in un mondo diverso e ci fa vivere altre vite. Tutti i romanzi dovrebbero dare un'idea di malinconia quando si abbandonano i personaggi, a libro finito: "Uomini che restano" ti lascia quel desiderio di continuare a leggere che solo i grandi scrittori sanno comunicare.

    • User Icon

      Maryrosa

      28/02/2018 11:24:18

      Questo libro è carino ma non mi ha convinto. Non mi ha convinto per lo stile, perché questa storia sembra un insieme di frasi come quelle che si leggono sui social, carine come quelle dei Baci Perugina, vere ma un po' banali. Così messe tutte insieme a tratti, a parte l'inizio, mi hanno fatto precipitare nella noia e non sono riuscita a finire il libro. Sara Rattaro ha dato il massimo con il romanzo che ha vinto il Premio Bancarella, ma con gli ultimi due libri, che ho letto entrambi, ha perso parecchio. Peccato, perché aveva una delicatezza nell'esprimere i sentimenti che mi piaceva molto. Per i prossimi acquisti in libreria mi orienterò verso altri autori.

    • User Icon

      Lilli

      27/02/2018 14:03:20

      L’idea di partenza era buona, infatti ho acquistato questo romanzo aspettandomi qualcosa che non c’era. I personaggi infatti sono descritti in modo superficiale, non ti fanno affezionare. Sono un po’ stereotipati e la storia a volte cade nel noiosetto. Speriamo che il prossimo sua meglio, perché Niente è come te mi era piaciuto molto. Questo lo sconsiglio.

    • User Icon

      comeaquiloni@gmail.com

      16/02/2018 06:59:47

      Ale, Sergio, Lorenzo, Fabrizio, Riccardo... sono alcuni dei nomi degli uomini che "restano", scappano, indugiano, vanno, ritornano ruotando intorno a Fosca e Valeria, le due vere protagoniste di questo nuovo bellissimo romanzo di Sara Rattaro e che in realtà rappresentano ognuno un pezzetto dell'intima verità di ogni uomo. Da leggere tutto d'un fiato, come ho fatto io... e poi rileggere con più calma per cercare di riconoscersi anche tra le pieghe nascoste di ogni vicenda narrata, di ogni personaggio delineato con la solita bravura da una scrittrice che ormai in tantissimi riconosciamo come un'abilissima e appassionata cantrice della vita e dei sentimenti. Ale ;-)

    Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione