L' uomo che inseguiva la sua ombra. Millennium. Vol. 5

David Lagercrantz

Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 07/09/2017
Pagine: 495 p., Brossura
  • EAN: 9788831727808
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 17,85

€ 21,00

Risparmi € 3,15 (15%)

Venduto e spedito da IBS

18 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Umberto75

    12/07/2018 18:01:08

    C'è chi compra Ronaldo e chi Politano, giusto per fare un parallelo calcistico d'attualità. Il libro l'ho trovato più interessante del precedente ma con l'autore della saga Millenium non c'è nessun paragone possibile.

  • User Icon

    annacrem65

    06/07/2018 11:26:43

    E' difficile continuare una trilogia amatissima, originale e molto accattivante! Per i nostalgici di Lizbeth comunque vale la pena leggere i seguiti. L'autore e' entrato comunque nello stile dei personaggi. Questo quinto volume ha l'originalita' di aver inserito degli altri personaggi , Leo e Dan al quale ci si puo' affezionare. Mi ritengo comunque soddisfatta della lettura !

  • User Icon

    Diana

    05/04/2018 07:32:26

    Sostanzialmente sono d’accordo con la maggior parte delle recensioni che sono state scritte prima di me: rimpiango Larsson! Mentre il libro precedente di Lagercrantz mi era piaciuto parecchio, questo qui non ha niente di particolare (anche se ammetto di averlo letto tutto d’un fiato): la trama lascia molto a desiderare ed il personaggio di Lisbeth Salander, che a me piace moltissimo, non e’ sufficientemente preso in considerazione. Molto piu’ sviluppata (ma fin troppo!) e’ la storia di Leo e Daniel. Inoltre, i personaggi sono troppi e piu’ di una volta non capivo piu’ di chi stesse parlando l’autore.

  • User Icon

    n.d.

    08/03/2018 00:18:00

    si rimpiange davvero Stieg Larson .... il primo sequel era passabile, questo sinceramente si può evitare senza rimpianti. Poco, pochissimo spazio per la protagonista principale Lisbeth Salander che fa quasi da cornice al resto e poco pochissimo spazio al suo rapporto di amicizia (amore ?) con il giornalista Blomkvist; continui salti temporali che confondono il lettore.

  • User Icon

    andrea

    02/02/2018 09:56:05

    Se non fosse per il nome dei protagonisti, difficilmente si potrebbe pensare che questo sia un seguito della serie Millennium...almeno di quella scritta da Stieg Larsson. È un mediocre (per non dire di peggio) giallo svedese, destinato a essere dimenticato in fretta.

  • User Icon

    giorgio g

    15/12/2017 08:33:40

    David Lagercrantz riprende ancora una volta la fortunata serie del compianto Stieg Larsson con eroina la scatenata Lisbeth Salander. Si può affermare che l’esperimento è riuscito solo parzialmente. La storia è intricata e la trovata dei gemelli sa un po’ di stantio. Moltissimi, come sempre nei gialli svedesi, sono nel libro i riferimenti alla toponomastica di Stoccolma: sono citati luoghi e strade come Riddarfjärden, Västerbron, Rutger Fuchsgatan, Skanstull, Zinkensdamm, Karlbergsvägen, Timrå, Ringvägen, Kungsträdgården ed anche Pestalozzistrasse. Che sia in atto un accordo con l’Ente del Turismo svedese? C’è anche un accenno a questioni di casa nostra, come in questa frase: “In origine Benito si chiamava Beatrice. Aveva cambiato nome ispirandosi al ben noto leader fascista italiano”. Insomma, un libro che leggerlo o non leggerlo non cambia la vita.

  • User Icon

    lulu

    03/11/2017 16:04:18

    anch'io rimpiango Stieg Larsson; sto' leggendo questo libro che non mi appassiona per niente e sono veramente tentata di interrompere la lettura.

  • User Icon

    Corrado

    02/11/2017 21:33:32

    E' il primo volume della saga Millenium che leggo e ne sono rimasto abbastanza deluso. Secondo me molti dei difetti però si devono ad una traduzione approssimativa, quando non proprio sbagliata. Non coinvolge praticamente mai, non è scorrevole. Insomma, avrei fatto meglio a continuare ad accontentarmi dei film tratti da questa serie.

  • User Icon

    n.d.

    01/11/2017 11:25:46

    Lagercrantz sta costruendo una nuova trilogia entusiasmante e piena di colpi di scena come la prima...ormai nn è più solo Lisbeth la protagonista ma anche altri personaggi stanno ritagliando uno spazio tutto loro nella narrazione

  • User Icon

    afferma

    20/10/2017 10:06:50

    La storia c'è, con qualche passaggio inutile.

  • User Icon

    Matteo.sergio

    20/10/2017 07:23:41

    Degno erede dell’originale che comunque rimane un gradino su.

  • User Icon

    luigi.tamborin@gmail.com

    18/10/2017 12:03:12

    Non mi sembra all'altezza del Millennium 4. Trama piuttosto complicata e con riferimenti al passato non molto chiari e precisi. Parte assegnata a Lizbeth troppo secondaria e marginale rispetto al senso generale del libro.

  • User Icon

    Paul

    16/10/2017 22:55:00

    devo dire che la lettura di questo libro mi ha appassionato, assai più del primo di questo autore, che ha deciso di proseguire nella saga di Larson. ero scettico sull'opportunità di questa decisione e devo dire che il volume precedente dava ragione al mio scetticismo. questo volume invece è assai vivo ed entra direttamente nella vita dei due personaggi principali, soprattutto di salander, in modo diretto e molto coinvolgente. quindi un bravo all'autore, che sembra entrato in modo umile ed efficace nell'opera del precedente autore e creatore di questa saga

  • User Icon

    Demi

    16/10/2017 20:52:58

    Ci manca Stieg Larsson.

  • User Icon

    BARBAZUK

    16/10/2017 09:41:20

    I personaggi sono gli stessi,affascinanti,complessi,intriganti ma ,forse,arrivati alla quinta avventura, sono diventati prevedibili. Così come sono scontati la trama e l'epilogo. Un buon giallo,però rassegnatevi case editrici:Larsson non c'è più e non ha più senso continuare un filone che deve estinguersi con lui. Che Lagercrantz eviti le operazioni commerciali e si metta a scrivere autonomamente:ha le capacità per far bene anche senza rievocare i fantasmi!

  • User Icon

    n.d.

    15/10/2017 17:02:03

    Temi ritriti.

  • User Icon

    Francesco

    11/10/2017 06:58:39

    Anche io confermo le critiche di chi mi ha preceduto provando nostalgia per Stieg Larsson... Lisbeth Salander e Mikael Blomkvist non hanno lo smalto dei primi tre romanzi e c'è molta molta meno azione ed adrenalina. Questo però non toglie che sia un romanzo piacevole e scorrevole senza i "dilungamenti" presenti nel terzo capito di Larsson e comunque è meglio del precedente in cui Lagercrantz faceva il suo esordio..... Ora aspetto il sesto capitolo.

  • User Icon

    zan

    05/10/2017 06:40:10

    Adesso è confermato: non stiamo parlando di un nuovo romanzo di Stieg Larsson, e facciamocene una ragione. Questo non toglie che sia una lettura gradevole, con i personaggi principali a tinte un po’ meno sgargianti del solito e soprattutto con molto meno gusto splatter di quanto se ne ritrovi nella trilogia originale, e questo senza che la tensione del romanzo ne risenta. Confermo anche per questo il buon giudizio dato al primo episodio della nuova serie.

  • User Icon

    Nino

    27/09/2017 11:05:00

    Continuano le avventure di Lisbeth Salander che ci fanno rimpiangere Larsson. Ho trovato il romanzo più ben costruito del primo, ma si alternano ancora brani noiosi e talvolta inutili a momenti più accattivanti per il lettore. Aspettiamo il terzo (Millennium 6) per verificare se la maturazione dell'autore avrà fatto qualche ulteriore passo in avanti. Per il momento, nella media.

  • User Icon

    Luca D.

    23/09/2017 10:17:02

    Condivido appieno la recensione di Sergio : quanta nostalgia di Stieg Larsson!! Piu' azione serrata , molti piu' colpi di scena , Lisbeth inarrestabile uragano fuori di testa e Blomqvist alla ricerca delle incredibili verita' ..... Lagercranzt non scrive male ma manca di vigore, di suspence ed adrenalina . Anche io spero sempre che il libro mi faccia ritrovare Larsson ma purtroppo ad oggi ( dopo i 2 libri millennium 4 e 5 ) sono rimaste solo illusioni .

Vedi tutte le 21 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Torna l’hacker più famosa di Svezia, Lisbeth Salander, e con lei gli oscuri segreti del suo passato e le vicende del giornalista Mikael Blomkvist.

Dopo che Lisbeth ha aiutato Mikael a trovare lo scoop del decennio e ha restituito alla rivista Millenium una certa rilevanza presso il pubblico, dopo aver salvato la vita ad un bambino e portato alla luce un intrigo criminale internazionale, la ragazza si trova nel carcere di massima sicurezza di Flodberga.

Qui non passa certo inosservata – la sua fama la precede – ma riesce a farsi rispettare anche dalla temibile detenuta Benito (nome preso in prestito dal dittatore italiano), che ha il controllo dell’intero istituto correttivo, grazie alle armi del terrore e della corruzione.

Lisbeth in fondo vuole solo essere lasciata in pace, vuole seguire i suoi studi specialistici.

La svolta decisiva avviene però quando Holger Palmgreen, tutore che le era stato assegnato all’epoca in cui era considerata una psicopatica, giunge nel carcere per una visita apparentemente innocua. Una cosa però disturba la hacker: il racconto di una visita da parte di una donna chiamata Maj-Britt Torell che ha consegnato delle carte interessanti all’anziano tutore.

Segni particolari della donna: un drago tatuato sul collo. Un particolare che ricorda a Lisbeth il Registro per lo studio della genetica e dell’ambiente di Uppsala. Un particolare che la spinge a indagare di nuovo nel suo torbido ed oscuro passato. Naturalmente con l’aiuto di Mikael.

“Era invece un sospetto che aveva cominciato a mettere radici dentro di lei, quello di non avere capito qualcosa di fondamentale della sua infanzia, e si rese conto che doveva scoprire di più”

Lo stile di David Lagercrantz non si discosta molto da quello adottato dal creatore della trilogia originale Millenium (Uomini che odiano le donne - La ragazza che giocava con il fuoco - La regina dei castelli di carta) Stieg Larsson, scomparso all’età di 60 anni nel 2004. La narrazione si mantiene sempre vivida e tesa, le pagine si leggono con curiosità e apprensione l’una dopo l’altra e le vicende proseguono la storyline originale, con colpi di scena e rivelazioni clamorose. Il “passaggio di consegne” è avvenuto senza particolari traumi e i lettori di Larsson non potranno rimanere delusi da questo nuovo capitolo della saga.

Recensione di Eros Colombo