Categorie

Patrick Robinson

Traduttore: A. Molinari, P. Valpolini
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 438 p.
  • EAN: 9788850204380

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    tapparella 71

    17/06/2011 22.59.43

    Conoscendo l'autore sono rimasto un pochino deluso da questo romanzo.Non ha nulla a che vedere con i primi scritti da lui pubblicati,decisamente più brillanti,incalzanti nel racconto;l'autore non è avido di particolari descrive molto bene,come al solito daltronde,il funzionamento della marina americana,ma il racconto l'ho trovato un pò sciapo senza nè capo nè coda.

  • User Icon

    Paola

    11/05/2008 15.05.45

    Letto nel 2004... l'ho praticamente bevuto come quando ho letto Classe Nimitz.

  • User Icon

    mau

    30/12/2007 17.02.10

    Dopo classe kilo, classe nimitz, invisibile e seawolf questo è l'ultimo libro di P. Robinson che ho comprato perchè ormai le storie sono tutte uguali.

  • User Icon

    baghy

    08/11/2005 17.23.29

    Sono un amante dei libri di Robinson e, come gli altri, ho letto anche USS Shark tutto d'un fiato. Coinvolgente e mozzafiato come sempre devo pero' ammettere che non siamo sui livelli di "Classe Kilo". Forse un po' esagerata la passione per i SEAL che appaiono sempre come i veri salvatori del mondo (chissa' cosa ne pensano dei libri di Robinson i colleghi della Delta Force o dei Berretti Verdi).

  • User Icon

    Regista

    02/06/2005 17.16.43

    Ragazzi questo libro è davvero avvincente e senza alcun dubbio bellissimo. Chiunque dica il contrario forse è il caso che impari a leggere!!

  • User Icon

    Roberto

    31/01/2005 21.32.19

    Il peggiore della serie. Troppo lungo e non avvincente come i precedenti. Si sofferma trotto su fatti d'ufficio che rendono il tutto un noioso polpettone.

  • User Icon

    Pio Senatore

    27/07/2004 11.28.44

    Concordo con chi dice che con USS SHARK l'autore rende più " umani " i SEAL. Il romanzo è ottimo come gli altri, naturalmente il mio giudizio è di parte adoro i libri di Patrick Robinson. Forza con la traduzione di BARRACUDA 945.

  • User Icon

    Luca Botta

    02/04/2004 14.22.46

    Forse anche il mio giudizio è di parte, perchè, da quando, quasi per caso, ho preso dagli scaffali di un supermercato "Classe Nimitz", non ho potuto fare a meno di comprare tutti gli altri suoi libri... Comunque, non è vero che il libro "finisce male" per la gerarchia statunitense, è solo che, cosa che purtroppo accade di rado, per una volta, un autore osa mettere nero su bianco ciò che accade nella realtà ! Gran libro e grande scrittore, maestro nel farci immaginare e percepire alla perfezione la realtà dalui descritta. Da ultimo, un omaggio a tutti i reparti speciali del mondo che quotidianamente rischiano la pelle e sacrificano la loro esistenza per il benessere, vero o presunto, di...tutti gli altri. A proposito...a quando la traduzione in Itaiano di "Barracuda 945", l'ultimo lavoro di Robinson ????

  • User Icon

    Francesco

    07/11/2003 12.08.59

    Libro molto buono ed avvincente, come tutti gli altri di Patrick Robinson. Concordo pienamente con Luciano quando si chiede perché "Boomer" Dunning non sia stato processato o perlomeno deferito alla corte marziale per il rischio di far scoppiare la terza guerra mondiale in "Classe Kilo". Non ho dato 5/5 perché il finale mi convince il giusto; trovo infatti meno giustificato il processo contro l'equipaggio del sottomarino. Beh, attendo con ansia l'uscita di Barracuda 945 (titolo originale, non so come sarà tradotto), del quale si può leggere il primo capitolo, in inglese, nell'interessante sito dell'autore (http://www.patrickrobinson.com).

  • User Icon

    gianni

    21/10/2003 12.18.26

    finalmente un libro di robinson dove muore anche qualcuno del delta force. prevista una guerra improbabile quando ne aveva una a portatata di mano che poi è veramente scoppiata. comunque mi ha coinvolto, solo per gli appassionati

  • User Icon

    luciano

    23/08/2003 17.02.36

    Ho letto tutti i romanzi di Robinson e li ho trovati molto coinvolgenti e appassionanti.Devo però dire che se l'intenzione dell'autore era di esaltare le capacità e il sacrificio della marina americana, non ci è riuscito ,soprattutto tenendo conto di come sono finiti i protagonisti di Seawolf e di USS Shark cioè vittime di una ottusa gerarchia e burocrazia.Perchè il comandante"Boomer "Dunning non è stato deferito alla corte marziale in "Classe Kilo", quando ha quasi fatto scoppiare una guerra nucleare?

  • User Icon

    Massimo Crespi

    28/07/2003 21.50.54

    La mia e una recensione di parte, Robinson è il mio preferito, in ogni caso è ,a mio parere avvincente e non del tutto improbabile, con collegamenti a cose e fatti della realtà.

Vedi tutte le 12 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione