Traduttore: S. C. Perroni
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 3 settembre 2008
Pagine: 289 p., Brossura
  • EAN: 9788845261725
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 9,72
Descrizione
Veronica Hegarty fa parte di una famiglia cattolica irlandese. Ha un marito, due figlie di otto e sei anni, una madre settantenne e ben otto fra fratelli e sorelle. Quando il corpo di Liam, il fratello che Veronica sente più vicino, viene ritrovato nei pressi di Brighton, la donna vuole, a ogni costo, capire cosa abbia spezzato la vita del fratello più amato. Non basta, dunque, organizzare il funerale e assolvere ai doveri di circostanza di una famiglia tradizionale e molto numerosa. Intraprende così un viaggio nel suo passato e in quello dei suoi cari, andando a fondo delle proprie paure sessuali, delle proprie ossessioni, dei segreti che popolano il suo passato e quello di Liam.

€ 9,72

€ 18,00

10 punti Premium

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    GCarlo

    04/06/2009 00:34:59

    Ho trovato il libro molto deludente, i personaggi faticano ad emergere, sembrano soffocati in una nube di disagio esistenziale che è poi quella della protagonista la quale in questo modo trasfigura con la propria nebbia tutto il libro. ci sono certamente momenti belli e illuminanti,ma non bastano a risollevare le sorti di un libro che in molte parti è pesante. Bella l'idea del rapporto fratello-sorella in un contesto di molestie familiari, ma per il resto la volubile immaturità della protagonista le sue logorroiche paranoie bastano a rovinare un romanzo che avrebbe potuto dare molto di più.

  • User Icon

    Falco

    26/03/2009 13:14:54

    Una non storia, un labirinto dove i pensieri si rincorrono in modo non lineare, dove non si distingue la verità dall’immaginazione, dove vivono solo frammenti di ricordi e sensazioni che si snodano in percorsi complessi. La morte del fratello è il punto di partenza della voce narrante. Momenti bellissimi, frasi fantastiche, ma su una storia esile, la solita storia che si dipana sui ricordi di una famiglia qualunque. Fatico a dare un giudizio su questo libro eppure lo leggo d'un fiato e non riesco a smettere. Un fascino torvo, un linguaggio originale e mai retorico, che me lo fa leggere furiosamente per poi scoprire che è proprio soltanto una corsa nella storia di una ordinaria famiglia, sorgente di amore e dolore, luogo unico di tormento e di contraddizioni.

Scrivi una recensione