Categorie

Ignacio Martínez de Pisón

Traduttore: L. Cortese
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2005
Pagine: 170 p. , Brossura
  • EAN: 9788807920875
Un viaggio nella Hollywood degli anni trenta, quando gli attori europei facevano fortuna con le doppie versioni dei film statunitensi, diventando stelle destinate a tramontare di pari passo con il temuto avvento del doppiaggio, è quello che Ignacio Martínez de Pisón (1960), di cui in Italia sono già usciti Strade secondarie (Einaudi, 1998), María bonita e Il tempo delle donne (Marcos y Marcos, 2002 e 2003), racconta con Il viaggio americano . Si tratta di un romanzo giovanile, eppure godibilissimo anche per un pubblico adulto, che costituisce la seconda puntata della vicenda di José Carril, le cui disavventure precedenti a quelle qui narrate sono raccontate nel libro Una guerra africana (2000), dove lo vediamo arruolato, non ancora maggiorenne, nell'esercito spagnolo che combatte in Marocco contro gli insorti guidati dal capo locale Abdelkrim nella prima metà degli anni venti. In questo secondo spezzone di una saga che, stando ai riferimenti disseminati nel romanzo, avrà ulteriori sviluppi, José è ormai venticinquenne e lavora come cameriere a bordo del Dux, una nave di lusso diretta a New York, sulla quale conosce l'attrice spagnola Margarita Castellanos, di cui si innamora e che decide di seguire fino a Los Angeles. Ed ecco che, un po' per caso ma soprattutto grazie all'aiuto di Tom, un messicano sfaccendato che s'improvvisa suo agente e ne fa una star a tutti gli effetti, José riesce a inserirsi nel mondo del cinema, diventando l'attore di grido José del Carril, figlio del marchese di Tremedal, acclamato da un giorno all'altro da produttori e pubblico. In questo modo ottiene di attirare l'attenzione di Margarita, che però ha già promesso di sposare l'arrogante e attempato attore Eugenio Crespo. In uno scenario dominato dall'apparenza e dall'infima qualità dei film in cui José si trova a recitare, assistiamo allo sviluppo di questa tormentata relazione clandestina, narrata attraverso un ritmo da sceneggiatura cinematografica e arricchita da diversi riferimenti alla storia spagnola di quel tempo (per esempio la proclamazione della Repubblica, celebrata dagli attori spagnoli con un party che si fa beffe del proibizionismo imperante) e dall'inserimento di personaggi reali, tra cui spicca niente meno che Charlie Chaplin, di cui José diviene intimo amico. La storia d'amore, come nelle pellicole melodrammatiche tanto aborrite dal protagonista, avrà un epilogo tragico e terminerà proprio sul set, durante l'ultima ripresa di un film in cui recitano i due amanti, portando la finzione cinematografica ad avere il sopravvento sulla realtà, con un colpo di scena che vanificherà, uno a uno, i sogni di José, sullo sfondo del fallimento generale dell'avventura americana in cui tanti attori spagnoli si erano imbarcati, fittizia quanto le trame dei loro copioni hollywoodiani.
Natalia Cancellieri

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francois sanders

    28/04/2008 12.19.19

    Ho preso in prestito il libro,per rilassarmi,a mio figlio (+12),che non lo ha ancora letto. Non mi sono per niente rilassato.Penso che aspetterò a renderglielo.Un po' del Grande Gatsby di Scott Fitzgerald,Ameica di Kafka, Novecento (La leggenda del pianista sull'oceano)di Baricco ed il Corvo di Brandon Lee.Una storia d'Amore fantastica:fantastica perchè nasce da un colpo di fulmine e finisce praticamente allo stesso modo."La storia di una donna che,per lealtà nei confronti della famiglia,si sente obbligata a rinunciare al suo vero amore!Il conflitto tra felicità e fedeltà,tra cuore e ragione!" Calore e passione mediterranea in una Hollywood fredda e casta. Sguardi,timori,slanci e fughe:ad ogni costo. Lui,Lei e l'altro:inevitabilmente. " -La vita ci offre tante opportunità-ribattè con voce tremula.-Ci incontreremo di nuovo.Sono sicura." Questa è una storia che noi adulti conosciamo e che spesso stiamo vivendo. Perchè svelarla già ai teneri +12? Lasciamoli ancora un po' in compagnia dei loro supereroi.

Scrivi una recensione