Violin Concertos

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Bela Bartok
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 3 maggio 2013
  • EAN: 5029365943628
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


I due concerti per violino e orchestra di Béla Bartók abbracciano idealmente tutta la sua parabola creativa, in quanto il primo è un’opera giovanile ancora legata strettamente all’idioma tardo romantico di Franz Liszt e Richard Strauss, mentre il secondo è un’opera della piena maturità, un capolavoro del Novecento storico nel quale è possibile apprezzare tutte le caratteristiche salienti del compositore magiaro, tra cui le sue avanzate e originalissime costruzioni armoniche, i suoi ritmi quanto mai complessi e la costante presenza della tradizione popolare ungherese. Questo disco vede assoluto protagonista Thomas Zehetmair, uno dei violinisti più dotati e carismatici della sua generazione, accompagnato da una eccellente Budapest Festival Orchestra diretta da un ispirato Iván Fischer.

Dopo aver debuttato all’età di soli 16 anni, il violinista austriaco Thomas Zehetmair si è affermato tra i più grandi solisti del panorama concertistico internazionale, un’attività alla quale nel 2001 ha aggiunto quella di direttore d’orchestra.
  • Bela Bartok Cover

    Compositore e pianista ungherese.L'attività di pianista e di etnomusicologo. La sua prima educazione avvenne in un ambiente familiare dominato dall'amore per la musica. Fu la madre a insegnargli i rudimenti del pianoforte; poi, nel 1893, B. intraprese a Bratislava, con L. Erkel, gli studi di composizione, che completò (1899-1903) all'Accademia musicale di Budapest. Negli anni successivi, mentre iniziava la sua intensa attività di pianista, cominciò a coltivare un appassionato interesse per il canto popolare ungherese e balcanico, dedicandosi con Kodály alla raccolta e allo studio dei suoi documenti. Insegnante di pianoforte, dal 1907, all'Accademia di Budapest, proseguì con grande successo la carriera concertistica in patria e all'estero, esibendosi spesso anche insieme alla moglie, pure pianista,... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali