Categorie

Stefano Lanuzza

Collana: Fiabesca
Anno edizione: 1999
Pagine: 240 p. , ill.
  • EAN: 9788872265154

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    francois sanders

    19/07/2009 21.22.38

    Grand Tour nella società del XIX e XX secolo. Baedeker per provetti dandies. Carnet de Voyage di Stefano Lanuzza nella letteratura inimitabile. Soprattutto un Manuale di riconoscimento ed eliminazione degli snob (maschi e femmine). "Dandismo e snobismo si escludono a vicenda.Lo snob,che non cerca la differenza ma il privilegio,aspira ad aggregarsi a una classe sociale elevata spinto da un malanno sorto da un sentimento d'inferiorità compensato con l'ambizione e l'attitudine all'autoinganno;il dandy,per il quale non conta 'differirsi',è,per destino,un 'fuori-classe'." Inspiegabile in un saggio così accurato la mancanza della Bibliografia e dell'Elenco dei nomi. Imperdonabile l'assenza di Roger Nimier (1925-1962). "Il dandy è uno che non ha partecipato al banchetto della vita,perchè nello stesso momento in cui è stato invitato,è stato anche ferito.Tra lui e quel banchetto resta un'incolmabile distanza,un mistero di dolore."

  • User Icon

    alessandro

    16/07/2009 13.42.50

    Giovedì mattino. Sono rimasto venti minuti immobile a piedi nudi ed in accappatoio davanti all'armadio completamente aperto,nella speranza di decidere cosa indossare per uscire. La verità è che non ho voglia di pensarci. E'impossibile incontrare Michela in Centro,per cui non ho stimoli.Dovrei anche iniziare un libro nuovo.Scelgo Vita da dandy. La quarta di copertina è provocante: "Alla dominante volgarità,il dandy oppone la sua solitaria eleganza morale,fatta di sobrio individualismo artistico e ironia critica.Egli vive contro i dogmi del denaro,del profitto,del successo;esule,straniero,indifferente ai traffici del mondo,niente conta per lui più della nobiltà d'animo e della possibilità di esprimersi con le proprie opere". Stare per un po' in compagnia di Wilde,Poe,D'Annunzio e Malaparte penso posso aiutarmi.

  • User Icon

    Michele

    28/09/2005 12.06.13

    Molto interessante...filosofia e aspetti del dandysmo sviscerati con notevole proprietà e profondità.

Scrivi una recensione