Traduttore: E. Kampmann
Editore: Guanda
Collana: Le Fenici
Anno edizione: 2013
Pagine: 400 p., Brossura
  • EAN: 9788823506657
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    viviana

    19/11/2015 15:18:34

    Ho faticato nella parte iniziale del libro un pochino pesante e con i capitoli troppo sconnessi tra loro. Dalla metà in poi il libro risulta scorrevole e coinvolgente. L'autrice ha recuperato confezionando un opera, a mio avviso, da leggere per l'introspezione con cui vengono trattati i personaggi e per l'intreccio delle loro storie. Permane una vena pessimistica di fondo che conferisce però un realismo e una contestualizzazione temporale e locale non scontata.

  • User Icon

    antonella

    13/09/2008 10:55:36

    è il secondo libro di questa autrice che leggo. e mi è piaciuto tanto come la metà di niente. le 5 donne hanno cercato di ribellarsi alla consuetudine dei tempi, a non soccombere alla loro famiglia e alla loro terra, ma è piu una lotta interiore.a tratti è molto triste ma poi in altri diventa una piacevole avventura corale. il finale ti lascia un pò l'amaro in bocca, ma non è per nulla scontato. sicuramente da leggere. ben contestualizzato.

  • User Icon

    Maria Giulia

    12/09/2007 15:17:30

    Catherine Dunne offre storie di donne legate ad un mondo altro rispetto al nostro,reltà in cui la soria di una civiltà trova espressione nelle sue protagoniste che non si ribellano mai alla loro soria,anche se spesso qualcuno decide per loro.In questo testo vedo confermata l'analisi effettuata,a suo tempo,da Joice:la paralisi,il timore di modificare ciò che apparentemente sembra scritto per qualcuno,la difficoltà per un irlandese,legato in modo viscerale alla propria terra e a tutto ciò che ad essa si lega,di realizzare "una vita diversa".Nulla da eccepire,forse l'autrice avrebbe potuto sviluppare meglio il finale.

  • User Icon

    enza

    11/09/2007 16:36:38

    E' STATO GRADEVOLE LEGGERLO SPECIALMENTE NEI NUMEROSI PUNTI IN CUI L'AUTRICE E' RIUSCITA A CREARE VIVACI "QUADRETTI" CON UNA CAPACITA' DESCRITTIVA SORPRENDENTE.

  • User Icon

    Andrea

    01/04/2005 17:46:13

    Un libro da donne ... che si vogliono annoiare!!!! Fortissamente sconsigliato al genere maschile!!!!! E pensare che stavo cercando qualcosa che parlasse dell'Irlanda del secolo scorso ... mi è passata la voglia!!!!

  • User Icon

    ale

    25/01/2005 23:37:32

    Un libro a meta'. Concordo con Lorella sul fatto che l'autrice pare abbia lasciato incompiute alcune piccole ma fondamentali descrizioni dell'intimo dei personaggi e dell'ambiente. Una lettura piacevole ma poco emozionante. Deludente e scontato il finale

  • User Icon

    ORNELLA

    02/12/2004 17:31:29

    Sono a circa metà libro e mi sento tristissima. Ritengo che non sia scritto male, anzi direi che la descrizione del "dolore" è efficacissima ma proprio per questo motivo il libro mi angoscia. Conoscevo già la scrittrice e mi era successa la stessa cosa leggendo LA META' DI NIENTE. Non rifarò l'errore di rileggerla in futuro.

  • User Icon

    M.Elena

    08/09/2004 11:03:18

    Brava la Dunne, l'ho scoperta per caso e non posso che apprezzare questo romanzo. 400 pagine che volano. Toccante e molto femminile. Una ricerca di amore e tranquillità, rassegnazione e traguardi raggiunti forse solo da Eleonor. Pagine commoventi descritte con molta sensibilità. Fra i vari personaggi sembra esserci un filo conduttore che è il senso di protezione, che va dall'affetto puro al ricercare, anche attraverso fonti puramente materiali, la sicurezza e la stabilità per poi sfociare, comunque, nell'amore per la famiglia e nel dolore per la scomparsa di persone care.

  • User Icon

    lorella

    12/07/2004 10:28:45

    per me non si puo' dare che un voto intermedio perche' pur essendoci le premesse per un bellissimo romanzo , mi pare che l'autrice le abbia lasciate li', a mezza strada.........se avesse approfondito maggiormente alcuni stati d'animo, alcune semplici descrizioni dell'ambiente ..... ma invece resta tutto un po' sospeso....cmq tutto sommato una lettura piacevole.

  • User Icon

    Giuliana

    29/05/2003 13:47:00

    Un libro piacevole, ma il finale è deludente, sembra manchi qualcosa. Nel complesso una lettura scorrevole ma poco emozionante.

  • User Icon

    Ferri

    29/04/2003 18:49:25

    Molto bello come si è concluso. Emozioni forti , intense, che si capiscono utilizzando lo stesso metodo con cui è stato scritto. Ogni personaggio è ambientato e concluso in modo metaforicamente perfetto. Il finale, va oltre il visibile dell'occhio umano...intervengono anche le emozioni e gli stessi sensi delle protagoniste. Mi sentivo all'interno del libro,ma verso l'alto...un protagonista in "quarta" persona. Brava e Grazie Ferri.

  • User Icon

    patrizia

    17/04/2003 00:16:07

    E' in effetti un romanzone rosa che si cerca di contrabbandare per romanzo storico. Ma ciò che manca soprattuto è la tensione narrativa nell'intreccio della trama e lo spessore ai personaggi.

  • User Icon

    ILARIA

    08/11/2002 10:49:41

    Davvero un bel libro.Quasi 400 pagine che si leggono tutte d'un fiato.Ho ordianto " La moglie che dorme", spero sia all'altezza di questo. L'autrice ha una narrazione delicata e abbastanza avvincente.Da leggere.

  • User Icon

    lisa

    08/09/2002 18:05:15

    ho scoperto questa scrittrice per caso.Me ne sono innamorata perchè adoro il suo modo di narrare e Il Viaggio verso casa lo ritengo il migliore.Spero che non ci voglia molto per il prossimo libro.

  • User Icon

    sonia

    27/08/2002 19:16:43

    bellissimo libro che fa riflettere ma la fine avrebbe potuto essere più ottimista e definita.comunque complimenti alla Dunne

  • User Icon

    Ilaria

    27/08/2002 19:07:39

    Non si puo dire che il libro non sia bello, ma a parte Eleanor tutte le ragazze sono si puo' dire "fallite", ma sembrano accetare tutto passivamente...la fine sembra accenare a un seguito e ti lascia capire che nessuna in fondo ci è riuscita!

  • User Icon

    Marco

    26/08/2002 15:14:45

    Nel finire questo libro ho tirato un bel sospiro di sollievo: giuro che non ne potevo più! Tradito dalla fiducia nella scrittrice derivante dal fatto di aver letto un libro precedente ed interessato ad una storia nel contesto storico dell'Irlanda di fine Ottocento, ho comprato il libro pieno di aspettativa. Delusione tremenda: romanzone rosa veramente opprimente fin dall'inizio che non mi ha lasciato assolutamente niente se non l'impulso trattenuto di metterlo da parte fin dall'inizio.

  • User Icon

    Franca

    22/08/2002 11:46:13

    Uno splendido libro sulla condizione femminile nell'epoca Vittoriana, sul risvegliarsi del desiderio di emancipazione della donna indipendentemente dall'appartenenza a una classe sociale. Solo la fine mi é sembrata un po' troppo frettolosa.

  • User Icon

    elly

    19/08/2002 10:45:04

    un libro piacevole anche se poco approfondita la connotazione storica; peccato per il finale senza emozioni

  • User Icon

    patrizia

    13/08/2002 22:17:29

    concordo con le altre lettrici, il libro è molto buono, ma è quasi come se l'autrice alla fine avesse voglia di concludere; avrei preferito un diverso epilogo.

Vedi tutte le 24 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione